Progetto Focal, atto finale a Buenos Aires

conferenza a Buenos Aires

Conferenza di Unioncamere Emilia-Romagna conclusiva del progetto FOCAL (FOrtalecimiento CAdena Láctea ), finanziato dal programma dell’Unione europea AL – Invest 5.0 di cooperazione allo sviluppo volto a esportare buone prassi del settore lattiero caseario in America Latina

A Buenos Aires, capitale dell’Argentina, conferenza a conclusione del progetto Focal, finanziato dal programma Al Invest 5.0 dell’Unione europea.

L’iniziativa di approfondimento, promossa da Unioncamere Emilia-Romagna, coordinatrice del progetto, si è tenuta alla Camera di Commercio italo-argentina di Buenos Aires, alla presenza di imprenditori, funzionari ministeriali, esperti e docenti universitari.

conferenzafocalLa delegazione emiliano-romagnola era guidata dal presidente di Unioncamere Emilia-Romagna, Alberto Zambianchi, accompagnato da Andrea Zanlari, presidente della Stazione Sperimentale Industrie Conserve Alimentari e della Camera di commercio di Parma.

Il progetto, sviluppato con l’obiettivo di rafforzare i distretti produttivi lattiero caseari di Tandil (Argentina) e Cesar-Valledupar (Colombia) ha consentito il trasferimento di esperienze e buone pratiche nei processi di produzione del latte e dei suoi derivati, migliorando sicurezza e qualità dei prodotti.

L’Emilia-Romagna, forte di prodotti conosciuti e apprezzati in tutto il mondo, come il Parmigiano Reggiano e il Grana Padano, può contribuire infatti al miglioramento delle tecniche produttive e della qualità di prodotti legati ai rispettivi territori differenziando anche le produzioni, e in tal modo valorizzare e difendere il vero “Made in Italy”.

Progetto FOCAL la missione incoming nella scorsa primavera

Nel mese di marzo, una delegazione di operatori economici argentini e colombiani aveva visitato l’Emilia-Romagna e le realtà produttive e i consorzi di tutela e strutture di ricerca una delegazione argentina e colombiana alla scoperta del settore lattiero caseario. Il progetto FOCAL, avviato a metà 2017, è stato articolato in un intenso programma di lavoro che ha portato gli operatori sudamericani in Emilia-Romagna a conoscere diverse realtà produttive regionali di eccellenza del settore agroalimentare: da una azienda leader del settore come la bolognese Granarolo nello spazio a Fico Eataly World, al Consorzio Parmigiano Reggiano, al CRPA (Centro Ricerche Produzioni Animali) a Reggio Emilia, all’Acetaia Didattica a Maranello e alla Latteria Sociale 4 Madonne di Lesignana (entrambe in provincia di Modena).

Progetto FOCAL Programma europeo di finanziamento

AL-Invest 5.0, “un crecimiento integrador para la cohesión social en América Latina”, finanziato dall’Unione Europea, coordinato dalla Cámara de industria, Comercio, Servicios y Turismo – CAINCO – di Santa Cruz (Bolivia), si prefigge come obiettivo generale quello di contribuire alla riduzione della povertà in America Latina attraverso il miglioramento della produttività delle micro, piccole e medie imprese, promuovendo il loro sviluppo sostenibile, e come obiettivo specifico quello di supportare lo sviluppo delle capacità produttive, imprenditoriali e associative delle micro, piccole e medie imprese, sfruttando i processi d’integrazione inter/intra-regionali, con inclusione sociale, opportunità occupazionali e di lavoro soddisfacente. L’iniziativa coordinata da Unioncamere Emilia-Romagna con la partecipazione delle Cámara Agroindustrial de Tandil (Argentina), Cámara de Comercio de Valledupar (Colombia) e Cámara de Comercio Italiana en Argentina (Argentina) nell’ambito del Programma AL-Invest 5.0 “Una crescita inclusiva per la coesione sociale in America Latina” finanziato dall’Unione Europea.

Obiettivo generale del progetto FOCAL è valorizzare i distretti lattiero-caseari di Tandil (Argentina) e di Valledupar (Colombia) con azioni atte a favorire la qualità e differenziazione delle produzioni, promuovere il miglioramento della sicurezza alimentare con la certificazione dei prodotti e sviluppare le capacità associative e del movimento cooperativo in modo da facilitare la presenza nei mercati regionali e sub regionali attraverso l’esperienza e il trasferimento di buone pratiche dall’Emilia-Romagna.

Al centro di una serie di attività sono stati posti obiettivi specifici per il rafforzamento delle filiere produttive e delle imprese che fanno parte dei distretti, favorendo così il lavoro comunitario e cooperativo, attivando politiche di marchio e di marketing, attraverso il trasferimento delle buone pratiche utilizzate da realtà produttive dell’Emilia-Romagna e la promozione di un modello di finanza solidale e partecipata.