Categoria: Statistiche regionali

Il Covid19 non ferma le imprese a base straniera

Nel 2020 buona la crescita delle imprese di radice straniera (+2,8 per cento, +1.388 unità), che risulta la più dinamica degli ultimi 5 anni. L’incremento è distribuito un po’ in tutti i settori economici: evidente soprattutto nelle costruzioni (+3,1 per cento, +543 unità), ma anche nel commercio (+255 imprese, +2,1 per cento)

Continua a leggere

L’occupazione cala, ma non in tutti i settori

Effetto Covid su dove l’occupazione cala di più. A fine settembre 2020 gli addetti erano 1.698.647, in un anno 45.148 in meno (-2,6 per cento). A risentire settori come alloggio e ristorazione, commercio, servizi per la selezione del personale, attività ricreative e del divertimento. Crescono le filiera sanitaria e  digitale

Continua a leggere

L’export dell’Emilia-Romagna resiste alla pandemia

  Le imprese hanno contenuto il calo dell’export nel terzo trimestre 2020 rispetto allo stesso periodo 2019 (-2,9 per cento). L’Emilia-Romagna è la seconda regione italiana per valore delle esportazioni. L’andamento settoriale è molto disomogeneo:  in picchiata sistema moda, giù  metallurgia e macchinari. Al contrario boom per farmaceutica e  mezzi di trasporto

Continua a leggere

L’effetto Covid 19 c’è, ma la base imprenditoriale tiene

  Al termine dell’anno in Emilia-Romagna, la dinamica imprenditoriale evidenzia come la pandemia da Covid 19 abbia originato un deciso rallentamento delle iscrizioni e, in misura ancora più ampia, delle cessazioni. La flessione le imprese attive c’è (-1.989 unità, -0,5 per cento), ma è più contenuta rispetto a quella dell’anno precedente (3.173 unità). 

Continua a leggere

Commercio al dettaglio: dal sollievo alla nuova incertezza

  Nel terzo trimestre 2020 la tendenza negativa delle vendite al dettaglio contiene la diminuzione (-2,4 per cento). Tra le tipologie, la flessione ha interessato soprattutto il dettaglio specializzato non alimentare; la perdita è più contenuta per quello alimentare, mentre iper, super e grandi magazzini confermano l’aumento delle vendite

Continua a leggere

Le costruzioni in Emilia-Romagna prima della seconda ondata

   Tra luglio e settembre, la riduzione del volume d’affari a prezzi correnti delle costruzioni in Emilia-Romagna è stata più contenuta (-3,1 per cento). Le piccole imprese pagano lo scotto più elevato, sulla stessa linea delle medie, mentre le grandi realizzano un lieve incremento. Nel terzo trimestre 2020, il primo segno di crescita tendenziale delle […]

Continua a leggere