Alternanza scuola-lavoro: formazione gratuita per tutor

L’efficacia delle azioni nell’alternanza scuola-lavoro parte da una comune visione di obiettivi e metodi dei tutor che accompagnano gli studenti.

E’ partendo da questa considerazione che la Camera di Commercio di Reggio Emilia – in collaborazione con Unioncamere Emilia-Romagna – ha predisposto nuovi progetti per la formazione specifica degli operatori scolastici e di quelli aziendali, con l’aggiunta di percorsi comuni, per assicurare il miglior collegamento operativo tra scuola e impresa in attività quali la progettazione, la gestione, la valutazione dei percorsi di alternanza e la valorizzazione delle competenze personali degli studenti.

L’obiettivo è di assicurare agli studenti l’ingresso in ambienti organizzativi e lavorativi coerenti con il loro percorso scolastico e con la domanda di professionalità proveniente dal territorio.

Il progetto, gratuito, prevede 16 ore di formazione dedicata agli operatori scolastici, 16 ore di formazione dedicata agli operatori aziendali e 16 ore di formazione congiunta. 

I partecipanti potranno misurare l’efficacia della formazione confrontarsi con uno specifico modello di alternanza scuola lavoro, e cioè “Impresa in Azione” di Junior Achievement.

Tra i partecipanti saranno individuati 6 tutor scolastici e 6 aziendali che, sulla base della disponibilità delle scuole e delle imprese coinvolte, seguiranno 6 classi.

Per ognuna verrà realizzato, sempre in modo gratuito, il percorso di alternanza costruito proprio sul modello “Impresa in Azione” un programma di educazione imprenditoriale per gli studenti dai 16 ai 19 anni degli ultimi tre anni delle scuole superiori, riconosciuto come forma di alternanza scuola – lavoro dal MIUR, attraverso il quale le classi partecipanti costituiranno mini-imprese a scopo formativo e ne cureranno tutta la gestione, dall’ideazione al  lancio sul mercato.

Le adesioni ai corsi camerali (che si avvieranno in autunno e in cui saranno coinvolti 20 operatori scolastici e 10 operatori aziendali) sono possibili già da adesso da parte degli istituti scolastici e delle imprese.

Per informazioni e per segnalare la disponibilità, rivolgersi a: Rita Prodi (tel. 0522 796508, rita.prodi@re.camcom.it,), Elena Burani (tel. 0522 796516, elena.burani@re.camcom.it).

M. R

image_pdf