Modena: contributi per l’internazionalizzazione delle imprese

Contributi per l'internazionalizzazione

Dalla Camera di Commercio, 250 mila euro alle MPMI della provincia per la partecipazione a fiere e missioni all’estero

Promuovere e sostenere la competitività delle piccole e medie imprese della provincia attraverso l’assegnazione di contributi per compensare parte delle spese sostenute con la partecipazione ad iniziative di internazionalizzazione.

E’ il contenuto e anche l’obiettivo di un bando pubblicato dalla Camera di Commercio di Modena.
Si tratta in particolare di contributi a fondo perduto per l’acquisizione di servizi relativi allo svolgimento di una missione economica all’estero o alla partecipazione ad una fiera internazionale in Italia o all’estero.

L’agevolazione consiste in un contributo massimo dell’importo di 2.000 euro che verrà determinato calcolando una percentuale del 50% dell’importo complessivo delle spese ritenute ammissibili e a fronte di una spesa minima ammissibile da parte dell’impresa pari a 2.000 euro.
Le spese ammissibili sono: check up preliminare con esperto paese; interpretariato; organizzazione incontri B2B; organizzazione visite individuali; organizzazione visite conoscitive collettive; catalogo collettiva; spazio espositivo e relativo allestimento; spedizione materiale e campioni; altri servizi strettamente connessi all’iniziativa. Non sono ammissibili le spese di viaggio e soggiorno, nè le spese promozionali non strettamente legate all’iniziativa.

Sono ammesse a contributo solo le iniziative realizzate nell’anno 2018 e le spese non ancora sostenute; tuttavia potranno esserlo anche le spese sostenute nei 6 mesi antecedenti la data di pubblicazione del bando, ovvero fatture con data non precedente il 1 agosto 2017. L’agevolazione è concessa in base al regime “de minimis” e non è cumulabile con altri interventi agevolativi per la stessa tipologia di spesa.
Beneficiari dei contributi sono le imprese che rientrano nella definizione di micro, piccola e media impresa data dalla normativa comunitaria recepita a livello nazionale.

I soggetti beneficiari devono possedere tutti i requisiti previsti dal bando. In particolare, per il bando 2018 è stato introdotto il requisito della iscrizione al Registro nazionale Alternanza scuola lavoro, istituito con la legge 107/2015, che le imprese dovranno possedere al momento della rendicontazione.
Le domande di contributo possono essere inviate a partire dalle ore 10 di martedì 27 febbraio fino alle ore 12 di venerdì 2 marzo 2018, esclusivamente in modalità telematica.

 

El.Si.