L’impresa sullo Smartphone

Con il cassetto digitale, in real time, i dati della propria impresa. Dalle Camere di Commercio servizi digitali gratuiti in tasca dell’imprenditore

di Matteo Ruozzi

Metti di non essere in un ufficio, lontano dalla sede della tua impresa, e di avere bisogno di una copia di un bilancio depositato presso il Registro Imprese.

Hai due possibilità: o vai nella Camera di Commercio più vicina al luogo in cui ti trovi, fai la fila e ottieni il documento che ti serve. Oppure tiri fuori dalla tasca un cassetto digitale, una chiave e il gioco è fatto!

Il cassetto digitale

La chiave apre un cassetto e dentro c’è tutta la vita di un’impresa: documenti come la visura camerale con i dati sui soci, il numero di dipendenti, il capitale sociale, le partecipazioni, gli atti e i bilanci.

E’ un cassetto che non pesa e che si può “aprire” sullo smartphone o sul tablet, per scegliere i documenti d’interesse relativi alla propria società, così come anche scaricarli in pdf per condividerli.

Una soluzione per abbandonare cartelle voluminose e ingombranti, con documenti cartacei che spesso si portano con sè per ogni evenienza, per arrivare invece con un clic sullo smartphone ad averli immediatamente disponibili.

Serve una visura della propria impresa in inglese, una fattura elettronica da verificare, un bilancio da consultare?

Lo si può così fare ovunque, all’estero, in aereo, in banca.

E tutto questo gratuitamente, grazie alla Camera di Commercio.

Le chiavi di accesso

Ma come entrare? Serve una chiave, e la Camera di Commercio di Reggio Emilia ha predisposto un servizio che aiuta gli imprenditori ad ottenerla, e molti di loro si sono già attivati in tal senso.

L’interesse verso questo strumento di accesso informatico è rappresentato infatti da dati significativi.

Nell’anno del suo debutto, il 2018, si sono rivolti al nuovo servizio oltre 1500 imprenditori.

Concretamente, con questo nuovo servizio si possono scegliere due tipologie di chiavi per entrare ad aprire il cassetto digitale.

La Smart Card o Token USB

L’una è costituita dalla SMARTCARD oppure token USB: permettono all’imprenditore di raggiungere con un clic tutti i documenti societari di cui ha necessità.

Con lo stesso dispositivo è anche possibile firmare digitalmente ogni documento elettronico e trasmetterlo ad esempio via mail.

Ma non solo. E’ anche possibile accedere a tutti i servizi della Pubblica Amministrazione, attraverso una autenticazione “forte” e sicura.

Lo Spid

Una possibilità alternativa di accesso è quella attraverso lo SPID, sistema pubblico di identità digitale, che la Camera di Commercio sta promuovendo con forza.

Si tratta di un codice che può essere rilasciato da alcuni provider autorizzati e che può aprire un mondo di possibilità per l’utente che ne usufruisca.

Con questa tipologia di autenticazione, con la quale vengono assegnati user e password, l’imprenditore ha in tasca la sua impresa e può consultare i documenti che gli servono.

Ma non solo.

Con la stessa chiave, senza la necessità di possederne altre, è possibile aprire tutti i servizi in rete delle Pubbliche amministrazioni.

Quali altri servizi in rete?

Ad esempio i servizi on-line del Comune di Reggio Emilia, di Iren e TIL, il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Emilia Romagna, il Bonus Cultura destinato a chi compie 18 anni (18app).

E ancora il Bonus per i docenti di ruolo (carta del docente); Agenzia delle Entrate (730 online), INAIL, INPS (per il controllo della propria situazione contributiva, per reddito di cittadinanza, per pensione…).

Tutto con riconoscimento automatico che permette di entrare e di fruire dei servizi a seconda dei diritti e dei ruoli associati (in automatico) a ciascuno.

Cosa contiene il cassetto?

Non c’è altra abbondanza se non quella di documenti informatici: le distinte tipologie delle visure, anche in inglese, i bilanci d’esercizio dell’azienda.

E ancora tutta la tipologia di quegli atti che sono consultati più di frequente (fusioni, modifiche dell’atto costitutivo, nomina/-conferma degli amministratori, statuto).

Accanto alla possibilità di disporre di tutta questa documentazione sullo smartphone, è anche da considerare la velocità con la quale viene scaricata.

Senza dover fare file agli sportelli degli uffici e senza altri costi.

Un ulteriore passo avanti per la digitalizzazione delle imprese.