Ferrari e Valentini nuovi Cavalieri del Lavoro

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha nominato Pietro Ferrari e Grazia Valentini tra i 25 nuovi Cavalieri del Lavoro. Due imprenditori per l’Emilia-Romagna, da Modena e Bologna, entrambi per l’industria 

Istituita nel 1901, l’onorificenza di Cavaliere del Lavoro compie 120 anni. Viene conferita in occasione della Festa della Repubblica a imprenditori italiani, che si sono distinti nei cinque settori dell’agricoltura, dell’industria, del commercio, dell’artigianato e dell’attività creditizia e assicurativa.

Tra le storie virtuose di imprenditoria, legate allo sviluppo del territorio, alla creazione di posti di lavoro di qualità, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha scelto Pietro Ferrari, titolare della omonima impresa di ingegneria di famiglia di Modena e Grazia Valentini,fondatrice di Gvs, azienda biomedicale di Zola Predosa.

I due imprenditori emiliano-romagnoli nominati Cavalieri del lavoro dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alla vigilia delle celebrazioni del 2 giugno.

Pietro Ferrari

Sessantasei anni, Ferrari, modenese, guida la Ing. Ferrari Spa l’omonima azienda familiare nata nel come impresa attiva nell’idraulica civile e oggi leader nella progettazione e costruzione di impianti industriali destinati ai settori automotive, farmaceutico, biomedicale e alimentare (dal riscaldamento alle centrali termiche, dalle centrali tecnologiche, a quelle frigorifere). Nel 1982, entra nella società come impiegato tecnico, per diventarne nel 1990 amministratore delegato e nel 1993 presidente. Ha sviluppato l’impresa nel settore delle costruzioni edili con la realizzazione del nuovo centro direzionale TwinSet, del Centro Stile di Ferrari e del centro logistico Emea di Whirlpool. Nel 2018 con l’acquisizione del 75% di Sae Scientifica, società attiva nei servizi di manutenzione di apparecchiature scientifiche da laboratorio, espande la posizione dell’azienda nei servizi integrati per il settore farmaceutico. L’impresa Ing Ferrari, con oltre un secolo di storia, oggi occupa 220 dipendenti. Nel 2020 ha fatturato 73 milioni. Un’azienda moderna, che ha saputo scegliere direttrici nuove: oggi all’interno di Ing.Ferrari è attiva la divisione Pharma, che nasce dalla volontà di rispondere nel breve e lungo periodo alle esigenze gestionali e produttive di aziende operanti in ambito farmaceutico-medicale.

Ferrari è dal luglio 2017 presidente di Confindustria Emilia-Romagna, e per tre anni è stato al vertice di Bper Banca.

Un cavaliere del lavoro con Modena nel cuore”, lo ha definito il sindaco Gian Carlo Muzzarelli. “Essere nominato Cavaliere del Lavoro è una grande soddisfazione – dichiara Pietro Ferrari – Sapevo di essere candidato a questa onorificenza, visto che da prassi, dopo che sono stato segnalato dalla prefettura e dalla Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro, ho dovuto presentare un’ampia documentazione che illustrasse la mia storia personale di imprenditore. Ma la certezza non l’avevo e quando mi è arrivata la notizia devo dire che sono stato molto contento

grazia valentini

Nata nel 1942, Valentini (foto sopra dall’archivio history del sito GVS) è presidente di GVS Spa, da lei fondata nel 1979 come piccola azienda per la produzione di filtri per il trattamento del sangue a cui, successivamente, è stata affiancata la realizzazione di un’ampia gamma di prodotti nel settore biomedicale. Nella seconda metà degli anni ’80 sviluppa la produzione aprendo due stabilimenti in provincia di Bologna. A partire dai primi anni ’90 inaugura filiali commerciali in Serbia, Argentina, Korea del Sud, Russia, Giappone, Turchia, India e Malesia e nel 1999Inolik Gvs do Brasil. Oggi il gruppo è tra i principali produttori di sistemi filtranti per i settori medicale, automobilistico, energetico e di dispositivi di protezione individuale. Conta 14 sedi produttive tra Italia, Europa, Stati Uniti, America Latina e Cina. Nel 2020, con l’esplosione della pandemia, ha attivato 41 nuove linee produttive di filtri per ventilazione polmonare e maschere Ffp3 e ha assunto 600 persone. Occupa 2.315 dipendenti. Da circa un anno è quotata in Borsa.

Ferrari e Valentini nuovi Cavalieri del Lavoro

L’onorificenza viene attribuita a chi ha operato nel proprio settore contribuendo in modo rilevante alla crescita economica, allo sviluppo sociale e all’ innovazione. I valori alla base dell’onorificenza sono la specchiata condotta morale e civile, nel rispetto dei principi etici e della sostenibilità sociale, ambientale e di buona governance.

I Cavalieri del lavoro sono attualmente 625: dal 1901 gli insigniti dell’onorificenza.

La Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro riunisce tutti i Cavalieri del Lavoro, concorre con i suoi Gruppi Regionali alla segnalazione di candidature per il conferimento dell’Onorificenza dell’Ordine al “Merito del Lavoro”, ha il compito di illustrare le iniziative dei Cavalieri del Lavoro e di tenere alto il prestigio dell’Ordine.

Qui, la video sintesi della cerimonia al Quirinale

image_pdf