Verso II^ edizione “Storie di Alternanza”: i premiati Camera di commercio di Ravenna

Sta partendo la seconda edizione del Premio Storie di Alternanza, l’iniziativa promossa da Unioncamere e dalle Camere di commercio italiane con l’obiettivo di valorizzare e dare visibilità ai racconti di progetti d’alternanza scuola-lavoro ideati, elaborati e realizzati dagli studenti e dai tutor degli istituti scolastici italiani di secondo grado.

Con la pubblicazione del bando sul sito di Unioncamere si riaccendono infatti i motori del concorso che ha destato grandissimo interesse tra studenti e scuole. Sono stati, infatti, oltre 8.000 i giovani che hanno partecipato e circa 850 i video presentati.

Il Premio intende contribuire ad accrescere la qualità e l’efficacia dei percorsi di alternanza scuola-lavoro, attivare una proficua collaborazione tra le scuole, le imprese e gli enti coinvolti, rendere significativa l’esperienza attraverso la realizzazione di “video-racconti” che descrivano le attività svolte e le competenze maturate nel percorso di alternanza scuola-lavoro, grazie anche al supporto dei tutor scolastici e aziendali.

 Come la precedente, anche la nuova edizione di Storie di Alternanza prevede 2 categorie di concorso (Licei e Istituti tecnici e professionali) e 2 sessioni, con candidature possibili, rispettivamente, dal 1° settembre al 19 ottobre 2018 e dal 1° febbraio al 12 aprile 2019 , per premiare i percorsi di alternanza realizzati a partire dall’anno scolastico 2017/2018.

Nei giorni finali dell’anno scolastico, tra le premiazioni quella della Camera di commercio di Ravenna. 

Nella sede camerale sono stati attribuiti i riconoscimenti agli studenti vincitori della seconda sessione del premio “Storie di Alternanza” promosso dall’ente camerale, in collaborazione con Unioncamere e l’Ufficio scolastico di Ravenna.

I quattro video premiati sono stati realizzati dalla classe 5A elettronica dell’Istituto Tecnico Industriale Nullo Baldini di Ravenna in collaborazione con l’azienda C.N.I. di Alfonsine, per il progetto “Monitoraggio e controllo a distanza di impianto domotico“, dallo studente Tommaso Albonetti della classe 3B SIA dell’Istituto Tecnico Oriani di Faenza in partnership con Bricofer di Faenza, per  “Una nuova vita per Tommy“, dalla classe 4G linguistico del Liceo classico Dante Alighieri di Ravenna, assieme a Ecipar Ravenna, per “Impresa Enterprise, Enterprise” e dalla classe 4B Scienze Applicate del Liceo scientifico Alfredo Oriani di Ravenna, insieme alla Fondazione Eni Enrico Mattei, per  “Il museo didattico Oriani“.

Da rilevare la qualità dei racconti multimediali, ma ancor più dei progetti di alternanza scuola-lavoro che sono stati raccontati e che vanno dalla coprogettazione da parte dell’impresa e della classe di una casa domotica, alla realizzazione di un percorso di Alternanza per Tommy, studente diversamente abile che, grazie alla collaborazione e all’impegno della scuola,  dell’impresa e della Cooperativa San Vitale, ha potuto dimostrare le sue incredibili abilità, arricchendosi e in un circuito chiuso arricchendo tutti i soggetti coinvolti nell’esperienza.

 

Passando ai Licei, i ragazzi del Classico hanno dimostrato come anche studenti non avvezzi a calarsi nella realtà imprenditoriale, se adeguatamente supportati e stimolati, siano in grado di cimentarsi brillantemente nella realizzazione di un progetto di simulazione d’impresa, superando tutti gli step di tale percorso.

Infine gli studenti del Liceo Scientifico che, affiancati dai loro tutor, in una cornice di simulazione d’impresa, hanno realizzato il museo scientifico dell’Istituto, passando dallo studio dei reperti alla loro classificazione ed esposizione fino ad arrivare alla realizzazione di un catalogo multimediale.