Wellcome Italia, premiata da Accelerathon Factory Impresa

Si chiama Wellcome Italia la start up emiliana tra le dieci premiate su territorio nazionale all’Accelerathon Factory Impresa sul tema della qualità e dell’innovazione del turismo.

Far crescere qualitativamente l’offerta e rendere il BelPaese più competitivo sui mercati internazionali. E’ l’obiettivo di Accelerathon Factorympresa Turismo, programma che offre servizi di tutoraggio e contributi economici ad imprese ed aspiranti imprenditori della filiera turistica. Il tema della sfida di questa edizione, lanciata da Invitalia e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed il Turismo, l’innovazione nelle top destination italiane, con un focus particolare su tre verticali: Smart City, Mobilità e Accoglienza. Tra dieci progetti premiati recentemente a Napoli, c’è Wellcome Italia, la prima piattaforma su territorio nazionale che permette ai turisti di prenotare visite guidate all’interno delle grandi imprese del Made in Italy.

Il brand Made in Italy diventa esperienza turistica con Wellcome Italia

Tour industriali per riportare a casa dal viaggio una “storia da raccontare”. Così il Made in Italy non è più solo un brand e un paniere di eccellenze, ma si arricchisce del grande valore aggiunto dell’esperienza diretta: ascoltare le testimonianze dagli imprenditori stessi, vedere da vicino il lavoro che c’è dietro a un singolo prodotto, toccare con mano, esplorare la filiera produttiva.

Questa, di base, l’idea di Wellcome Italia che traccia un percorso di educazione culturale di qualità che va ben oltre al consumo tout-court. “Il turismo industriale rappresenta una diversificazione dell’offerta turistica” dichiara Michela Rossi co-fondatrice insieme a Luca Manganelli della start up (nella foto).

“Il tour aziendale – prosegue – diventa occasione per esplorare le ricchezze localizzate a pochi km dai centri storici delle città d’arte e scoprire i prodotti d’eccellenza esportati nel mondo. Le aziende non sono delle isole, ma sono parte integrante del territorio, capitali culturali a tutti gli effetti, non meno dei musei”.

Come funziona Wellcome Italia

E’ già on line la piattaforma che consente alle aziende di iscriversi e candidarsi per fare parte del circuito. Non solo un’occasione per fare marketing innovativo, ma anche una grande opportunità per trasmettere ai turisti/consumatori la qualità del prodotto e del processo produttivo, raccontando origini, tradizioni ed eccellenza del singolo brand. Senza contare l’impatto sullo spostamento sulla percezione del valore del prodotto da parte dei consumatori e dunque l’effetto su una maggiore propensione all’acquisto. In pochi mesi sono già oltre venti le manifestazioni di interesse raccolte da Wellcome Italia che sta lavorando sodo per il lancio dei tour aziendali, il cui avvio è in programma per l’anno prossimo. 

Si tratta di aziende di alto calibro il cui brand è famoso nel mondo. Producono eccellenze del Made in Italy nei campi dell’automotive, dell’enogastronomia, della moda, della cosmesi e del design, spesso attive da più generazioni e, dunque, con una lunga storia da raccontare. Ed è una storia tutta italiana che parla di artigianalità, tradizioni e grande know how “Non a caso” aggiunge Michela – Wellcome Italia nasce proprio in Emilia Romagna, terra di grandi eccellenze e culla di Food e Motor Valley, Fashion e Wellness Valley”

 

 

 

Il turismo del fare, un trend crescente

 

Come funzionerà in pratica per i turisti? La piattaforma digitale, oltre che una vetrina per le imprese, offre la possibilità di prenotare e acquistare, da qualsiasi parte del mondo con facilità e rapidità, visite singole o percorsi tematici “La nostra proposta risponde al crescente bisogno dei viaggiatori di fare esperienze e quella che offre Wellcome Italia è unica: vedere con i propri occhi come nascono i prodotti del made in Italy, conoscere i processi produttivi, le persone e i territori che le caratterizzano – spiega Michela Rossi “Sono sempre più i viaggiatori interessati ad una vacanza all’insegna del “fare” più che del “vedere”, attirati cioè dalla possibilità di vivere esperienze che li coinvolgano in prima persona.”

 

La rivoluzione di Wellcome Italia

“In accordo con le aziende – conclude – ci sarà infine la possibilità durante la visita di scattare foto e fare brevi video, poi i social media faranno il resto”. In pratica ogni singolo consumatore, attraverso la sua esperienza, produrrà contenuti che poi verranno condivisi diventando così anche l’ambassador più prezioso, credibile e autorevole agli occhi del mercato. Wellcome Italia, distinguendosi nell’ambito dell’Accelerathon Factorympresa Turismo, si è aggiudicata un premio di 10mila euro da utilizzare per lo sviluppo del business attraverso consulenze specialistiche. I primi tour industriali saranno in Emilia Romagna, ma poi è già prevista l’espansione del progetto in tutta Italia per rendere ancora più grande il Made in Italy nel mondo.

Sabrina Campanella 

image_pdf