Home > Primo piano > Pronti al lavoro: imprese dell’Emilia-Romagna in cerca di laureati

Pronti al lavoro: imprese dell’Emilia-Romagna in cerca di laureati

La Camera di Commercio di Reggio Emilia e AlmaLaurea incrociano domanda e offerta di alti profili professionali con l’iniziativa Pronti al lavoro

Parte martedì 1 dicembre una tre giorni digitale realizzata dalla Camera di Commercio di Reggio Emilia con AlmaLaurea per incrociare domanda e offerta di lavoro.

Per le aziende dell’Emilia-Romagna che si sono iscritte all’evento sono disponibili centinaia di alti profili di neo laureati in regione. 

Pronti al lavoro – Digital Edition

Tutto pronto per uno dei più importanti appuntamenti programmati dalla Camera di Commercio di Reggio Emilia nell’ambito delle attività finalizzate al sostegno delle imprese in cerca di giovani laureati e, al contempo, a favorire un rapporto diretto tra giovani che escono dagli atenei emiliani e il sistema imprenditoriale locale.

Grazie alla partnership con AlmaLaurea (la più importante realtà italiana di ricerca, indagine e incrocio tra domanda e offerta di alti profili professionali, cui fanno riferimento 76 atenei, oggi, mette a disposizione una banca dati con 3.200.000 curriculum), martedì 1 dicembre prenderà infatti il via l’evento “Pronti Al Lavoro, digital edition”, una tre giorni on line di analisi, confronti e colloqui individuali tra imprese e giovani laureati emiliani, che hanno aderito massicciamente (oltre 1.000 gli iscritti) all’iniziativa.

Due webinar 

Il 1° dicembre sono in programma due seminari on line dedicati al mondo del lavoro con focus specifici sul tema dell’imprenditorialità connessa all’economia circolare e sui fabbisogni occupazionali del territorio con un approfondimento sulle nuove competenze e professionalità richieste dal mercato del lavoro.

Due webinar a Reggio Emilia nell’ambito dell’iniziativa pronti al lavoro

Innovation talk

Al primo webinar (10-11: “Imprenditorialità e lavoro: nuove sfide tra sostenibilità e innovazione”), coordinato dal giornalista Mattia Mariani, direttore di Telereggio, interverranno Michelangelo Dalla Riva (segretario generale della Camera di Commercio), Giovanna Pezzi (AlmaLaurea), Marco Battaglia (fondatore di Sfridoo, vincitore del premio Innovatori responsabili
Emilia-Romagna), Pietro Conte (responsabile Area Lavoro Confindustria Ceramiche), Andrea Parmeggiani (direttore del Tecnopolo e di Reggio Emilia Innovazione) e Andrea Poltronieri (project manager LTO Mantova).

Digital talk

Il secondo webinar (11-12: I fabbisogni occupazionali delle imprese del territorio: tra nuove professionalità e competenze”), coordinato dal giornalista Gino Belli e da Marco Piana di AlmaLaurea, vedrà la partecipazione di Guido Caselli (direttore del Centro Studi e vicesegretario
di Unioncamere Emilia-Romagna), Doretta Fava, (responsabile Ufficio placement e rapporti con le imprese dell’Università degli Studi di Parma) e Alessandra Lopez (responsabile Ufficio Placement dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia).

Le selezioni dei laureati 

Il 2 e il 3 dicembre si entrerà poi nel vivo dei confronti individuali, sempre via web, tra le aziende e i candidati selezionati in base alle esigenze manifestate ad AlmaLaurea e Camera di Commercio dalle stesse aziende in fase di iscrizione all’evento “Pronti Al Lavoro, digital edition”, incrociate con i profili dei neo-laureati che hanno aderito all’iniziativa attraverso la piattaforma digitale di matching sviluppata da AlmaLaurea.

Le aziende partecipanti

Sono oltre mille i giovani laureati che parteciperanno alle selezioni per ricoprire i profili professionali ricercati dalle 13 imprese emiliane che hanno aderito all’iniziativa: Alfasigma, BitApp, Cedacri Group, CFT, Gruppo Concorde, Iren, Lavoropiù, Marazzi Group, Plastical, Selecta Digital Services, Tetra Pak, VEM Sistemi, ZAPI Group.

Le imprese avranno anche la possibilità di comunicare le proprie caratteristiche con stand informativi on line e workshop a target, nonché di scaricare i curriculum dei laureati ritenuti più idonei all’inserimento in azienda e che hanno mostrato interesse verso l’impresa stessa.

Gli ambiti disciplinari ricercati dalle imprese

Gli ambiti disciplinari di maggiore interesse per le imprese partecipanti sono il tecnico-ingegneristico, l’ICT e l’economico-statistico, il chimico-farmaceutico, quello giuridico e e quello linguistico.

Molto varie le posizioni ricercate. 

Profili tecnici quali sviluppatori software, front-end e back-end, e in ambito Networking, Data Center, Cloud Technologies, Collaboration, Security & IT Governance; ingegneri meccanici, meccatronici e dell’automazione o ingegneri energetici. 

E ancora consulenti funzionali; project manager, ingegneri gestionali, della produzione e impiegati in ambito logistico; addetti qualità, R&D e tecnici di laboratorio; responsabili di produzione e acquisti. 

Product Manager; profili amministrativo-gestionali come payroll specialist, business analyst, impiegati amministrativi e specialisti del controllo di gestione; profili in ambito marketing e commerciale estero.

image_pdf