Home > Primo piano > Cefla, tecnologie moderne e sostenibili per l’ambiente

Cefla, tecnologie moderne e sostenibili per l’ambiente

stand cefla

Industria multibusiness italiana fondata nel 1932 a Imola dove è presente con il quartier generale e stabilimenti Cefla si è consolidata a livello internazionale in cinque aree specifiche: Engineering, Shopfitting, Finishing, Medical Equipment e Lighting

di Gian Basilio Nieddu

La data di nascita è il lontano 1932, quando in molte case mancavano i servizi minimi. Oggi, quasi 90 anni dopo, da Imola gestiscono, in tutto il mondo, immobili con sistemi complessi di impiantistica e hanno sviluppato business altamente innovativi. Stiamo parlando del Gruppo Cefla che si occupa di climatizzazione, riscaldamento, illuminazione e manutenzione generale con le tecnologie più moderne e sempre più sostenibili e rispettose dell’ambiente. Un business di successo come confermano i numeri del bilancio 2018: oltre quota 560 milioni di euro con utile netto di 30 milioni di euro (+ 8,1% rispetto al 2017).

I conti sono buoni e indicano una forte internalizzazione del Gruppo Cefla con taglia internazionale, ma espressione del modello emiliano. Basta scorrere l’anagrafe dei ricavi: ottenuti per il 47% in Italia, per il 30% negli altri paesi europei e per il 23% nel resto del mondo.

Ne hanno fatto di strada gli artigiani di Imola specializzati in impianti elettrici e termoidraulici che ora lavorano per clienti prestigiosi e nel portafoglio lavori possono vantare il Museo degli Uffizi a Firenze e la Torre Allianz a Milano.

Si sono specializzati nella gestione di immobili complessi, ma dagli anni cinquanta del secolo scorso si occupano anche di allestimenti di aree commerciali (shopfitting) diventando leader nella produzione di scaffalature, banchi cassa, carrelli spesa, realizzazione di concept espositivi e soluzioni di proximity marketing. Mentre 20 anni fa hanno iniziato il percorso nel Medical Equipment con Cefla Dental Group, e nel 2016 con C-LED hanno investito nel settore dell’illuminazione LED e della connettività wireless.

Cefla uno sguardo sempre al futuro

A Cefla sono molto attenti ai cambiamenti e alle trasformazioni sociali, ad iniziare da quelle ambientali. All’ultima edizione di Ecomondo alla fiera di Rimini dedicata alla Green Economy è stato presentato un innovativo impianto di trigenerazione che oltre ad offrire vantaggi in termini di risparmio energetico ed emissioni di CO2, consente di “raggiungere temperature del freddo fino ad oggi impossibili, scendendo sotto il muro dei -40 °C”.

Un obiettivo tecnologico che permette di offrire un servizio alle aziende che si occupano di surgelamento e stoccaggio di prodotti ortofrutticoli, macellazione carni, gelateria, lattiero caseari, logistica “del freddo” o all’industria chimica, che opera con processi a temperature fino a -25 °C. Insomma, gli artigiani di Imola sono arrivati al top della tecnologia.

Più nello specifico parliamo di un sistema che partendo da un motore endotermico a metano produce: energia elettrica mediante un alternatore elettrico; energia termica grazie all’acqua calda recuperata dal motore ed al vapore/acqua surriscaldata recuperata dai gas di scarico; energia frigorifera destinata al ciclo produttivo di stabilimento. Un recupero di energia che garantisce un minor consumo elettrico e allo stesso regala delle performance tecniche di alta eccellenza.

cefla stand

Cefla punta sulle soluzioni green che aumentano la competitività economica dell’azienda. Sono numerose le azioni in questa direzione come lo sviluppo di “autoclavi in grado di riciclare l’acqua utilizzata lungo altri cicli operativi” oppure l’utilizzo “quasi esclusivo di materiali facilmente riutilizzabili e/o riciclabili – come acciaio, alluminio, legno, cartone all’interno dei prodotti e del packaging della BU Shopfitting”. Altri progetti innovativi sono stati sviluppati nella lavorazione del legno dove i sistemi di verniciatura hanno conquistato anche un gigante mondiale come Ikea.

Cefla lightining

Uno degli ultimi sviluppi di Cefla è la divisione dedicata al lighting con la realizzazione di led innovativi sperimentati in colture indoor e nelle serre idroponiche. Un campo da seminare perché ricco di prospettive con il vertical farming di cui svela i segreti Salvatore Bustelli, che ricopre il ruolo di Business Development Manager: “Il Gruppo Cefla da oltre 1 anno ha creato uno spin-off che si occupa di vertical farming. Parliamo di produzione indoor di vegetali. In Italia abbiamo un’idea semplice sul tema perché fortunatamente è facile produrre grazie alle nostre condizioni climatiche. Ma in giro per il mondo abbiamo individuato differenti driver per lo sviluppo di questa tecnologia”.

Salvatore Bustelli Cefla
Salvatore Bustelli di Cefla

Ci sono terre e terreni profondamente inquinati. “Questo il driver in Giappone dove dopo l’incidente alla centrale nucleare di Fukushima c’è una gran quantità di terra contaminata e diversi consumatori non vogliono consumare vegetali coltivati in quelle zone e scelgono la produzione indoor”.

Oltre l’inquinamento ci sono altri fattori di sviluppo: “Primi per investimenti in vertical farming sono gli USA per via delle grandi distanze. Non è un caso che le importanti aziende esponenziali come Google, Apple, Amazon abbiano investito in questo settore. La produzione è concentrata a ridosso delle grandi metropoli – sottolinea Bustelli –  Poi le grandi correnti di urbanizzazione in Cina spingono verso questa soluzione”.

E in Italia? “Qui è un mercato agli albori che vede però registra un interesse crescente da parte di grandi gruppi che intendono dare un’immagine sostenibile – spiega il manager – ovvero capace di produrre vegetali completamente privi di pesticidi e di chimica e con un bassissimo consumo di acqua”.

Ai cambiamenti sociali si risponde con la tecnologia più avanzata. Si tratta sempre di impianti, come nel 1932, quando gli operai imolesi fondarono la cooperativa, ma con un’alta complessità tecnologica ed organizzativa che gli uomini e le donne di Cefla hanno ben compreso diventando player di livello internazionale.

Un approfondimento di Salvatore Bustelli VIDEO

Cefla Shopfitting: a New Experience

Ergonomia, multiproposal e modularità al fine di garantire un’esperienza unica sul punto vendita al consumatore sono il filo conduttore di Cefla Shopfitting. Alla recente edizione di Euroshop 2020, la fiera mondiale del retail a Düsseldorf, in Germania in uno spazio di oltre 500 mq sono state allestite autentiche aree di vendita e di esperienza, curate nei minimi dettagli dal team di Retail Design di Cefla, i cui progettisti hanno sviluppato in-house il concept dello stand e ne hanno seguito la realizzazione fino al giorno dell’apertura. Molta cura dedicata all’illuminazione, sviluppata insieme a Lucifero’s (azienda del gruppo Cefla specializzata nella progettazione e realizzazione di corpi illuminanti per l’architettonico) per offrire al visitatore un percorso che sia anche emozionale.

giuseppe marcante
Giuseppe Marcante

Nei nostri 70 anni di storia – dice Giuseppe Marcante, managing director di Cefla Shopfitting – abbiamo vissuto i diversi cambiamenti del mercato e ci siamo adattati alle evoluzioni che hanno portato al cambiamento delle abitudini del consumatore finale. La nostra proposta oggi al mercato è quella di uno scaffale modulare, multiproposal, sostenibile e riciclabile. Sviluppiamo progetti completi di Retail Design, realizzando concept espositivi e arredi industrializzati per tutti i settori del Retail specializzato, della Gdo e Gds. Il concetto di esperienza per noi diventa un driver principale che ci porta a pensare a realizzazioni e progetti di Retail Design – prosegue Marcante -, nonché proposte mirate a garantire al cliente un benessere e qualità di vita sullo store e una maggiore permanenza possibile. Managing, Creativity and Innovation sono le tre parole chiave che ci muovono verso la ricerca di soluzioni sempre più personalizzate e flessibili in grado di rispondere alle esigenze del mercato in continua ricerca di personalizzazione e tempestività nel rinnovamento dei layout. Grazie ad una continua ricerca a contatto con il mercato, siamo in grado di coniugare innovazione, ergonomia e funzionalità pur non perdendo di vista la nostra tradizione, e con le nostre competenze possiamo affiancare i nostri clienti dalla fase iniziale di progetto per realizzare punti vendita dove il consumatore si sente davvero a proprio agio”.

Cefla: carta di identità

Cefla è un’industria multibusiness italiana fondata nel 1932 a Imola, dove è presente con il quartier generale e diversi stabilimenti produttivi. L’attività del Gruppo è consolidata a livello internazionale e può contare su una trentina di sedi (circa la metà sono produttive) in diversi Paesi. Il business di Cefla è identificato da cinque aree specifiche: Cefla Engineering (impiantistica civile, industriale e per il settore energia), Cefla Shopfitting (arredamento e soluzioni personalizzate per i punti vendita); Cefla Finishing (macchine e impianti per la verniciatura e la finitura); Cefla Medical Equipment (tecnologie per il settore odontoiatrico e medicale); Cefla Lighting (tecnologie innovative per il settore dell’illuminazione). www.cefla.com

image_pdf