Internazionalizzazione di impresa: a tre studentesse il Premio Language Toolkit

locandina Premio Language Toolkit per internazionalizzazione d'impresa

Tutte al femminile le tre migliori tesi svolte nell’ambito del progetto “Language Toolkit: le lingue straniere al servizio dell’internazionalizzazione d’impresa”, realizzato da Camera di commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini e il Dipartimento di Interpretazione e Traduzione (DIT) del Campus di Forlì.

di Eleonora Zaccheroni

Chiara Boarina, Chiara Micucci e Maria Amabile Amato sono le tre studentesse del Dipartimento di Interpretazione e Traduzione del Campus di Forlì (DIT), ora laureate, che si sono aggiudicate il premio di 500 euro ciascuna, finanziato dalla Camera di commercio della Romagna, nell’ambito del progetto “Language Toolkit: le lingue straniere al servizio dell’internazionalizzazione di impresa”.

Il progetto “Language Toolkit: le lingue straniere al servizio dell’internazionalizzazione di impresa”

Le tre vincitrici del Premio Language Toolkit (per internazionalizzazione d'impresa)

Il progetto Language Toolkit, che ha completato l’ottava edizione, è realizzato da Camera di commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini e Dipartimento di Interpretazione e Traduzione (DIT) del Campus di Forlì. Il progetto vuole essere una vera “cassetta degli attrezzi” che offre a imprese e studenti strumenti di collegamento mirati a raggiungere scambi di competenze e ad accrescere le proprie potenzialità.

Scopo del progetto, infatti, è di mettere in contatto il mondo del lavoro con quello universitario per l’internazionalizzazione d’impresa e l’inserimento professionale degli studenti. Per fare ciò, giovani laureandi e laureande, affiancati dai docenti, dedicano la propria tesi di Laurea alla traduzione di materiale promozionale e tecnico delle aziende partecipanti al progetto.

Duplici quindi i benefici che derivano dal progetto, sia nei confronti delle imprese, sia nei confronti dei giovani laureandi. Le prime, grazie alla traduzione della propria letteratura aziendale, otterranno un supporto per un ampliamento della propria rete relazionale estera, con potenziali risvolti economici ed aggiornamento delle conoscenze. I laureandi possono avviare il proprio percorso di crescita professionale inserendosi in un ambiente lavorativo concreto e stimolante, assistiti dai docenti del dipartimento. Benefici, infine, per tutto il territorio, che si arricchisce di competenze e prospettive, dando vita ad un contesto vivace, in grado di attrarre investimenti e risorse e di generare nuove opportunità di lavoro, di studio e di crescita.

Il “Premio Language Toolkit”

All’edizione 2020 del progetto “Language Toolkit: le lingue straniere al servizio dell’internazionalizzazione di impresa”, hanno partecipato sei tra laureandi e laureande e quattro di loro si sono candidati anche alla seconda edizione del “Premio Language Toolkit”, che premia l’eccellenza del lavoro messo a disposizione delle imprese del territorio.

Gli argomenti scelti per le tesi sono stati di grande interesse e hanno approfondito tematiche importanti, quali il bilancio di sostenibilità, il turismo di nicchia, la localizzazione siti web e seo, la company profile in lingua russa, tedesca e inglese.

Le vincitrici di questa seconda edizione del Premio sono Chiara Boarina, che ha collaborato con la International Design srl di Santarcangelo di Romagna, Chiara Micucci, che ha collaborato con ilGruppo Società Gas Rimini SpA e Maria Amabile Amato, che ha collaborato con il Comune di Predappio.

Il commento di Camera di commercio della Romagna e Dipartimento di Interpretazione e Traduzione (DIT) del Campus di Forlì

Da anni la Camera di commercio opera in stretta collaborazione con i Campus Universitari e il mondo imprenditoriale, favorendo progetti che hanno lo scopo di portare benefici, non solo all’economia, ma anche all’intero sistema del territorio – dichiara Alberto Zambianchi, presidente della Camera di commercio della Romagna -. Il progetto “Language Toolkit” è un esempio che ben rappresenta questa proficua sinergia, al suo interno, infatti, la preparazione linguistica dei giovani studenti risponde pienamente alle esigenze delle imprese locali impegnate nel processo di internazionalizzazione, migliorandone le competenze sull’uso della terminologia tecnica dei diversi settori produttivi e nelle diverse lingue di interesse, rafforzandone, di fatto, la competitività. Ed è proprio per questi motivi che siamo particolarmente onorati di conferire a queste giovani menti un piccolo riconoscimento per l’eccellente lavoro che hanno saputo svolgere”.

Il conferimento di questi premi è un riconoscimento per l’ottimo lavoro svolto da tutta l’équipe, dalla Commissione giudicatrice, dai docenti Adele D’Arcangelo, Adriano Ferraresi e Danio Maldussi, responsabile del progetto, a tutti coloro che a vario titolo hanno reso possibile questa esperienza, in particolare la professoressa Claudia Lecci – afferma la Francesca Gatta, direttrice del DIT -. Tale esperienza è vitale per i nostri corsi di studio e un viatico importante per l’ingresso nel mondo del lavoro delle nostre laureate e dei nostri laureati”.

Le vincitrici: Chiara Boarina

Chiara Boarina vincitrice premio language toolkit per internazionalizzazione d'impresa

Partecipare al Progetto Language Toolkit è stata un’esperienza arricchente dal punto di vista umano e professionale e una preziosa occasione per conoscere da vicino una realtà aziendale in forte espansione, mettendo in pratica le conoscenze acquisite durante il Corso di laurea magistrale in Specialized Translation – ha commentato Chiara Micucci, laureata con lode, che ha collaborato con l’azienda Gruppo SGR -. In concreto, mi sono occupata della traduzione in inglese della sintesi del Bilancio di sostenibilità relativo all’esercizio 2019 dell’azienda, che opera nel settore energetico. Ho potuto così apprezzare tutte le iniziative che l’azienda attua per la comunità locale, l’ambiente e i suoi dipendenti e l’impegno profuso nel formalizzare ogni anno la comunicazione delle proprie attività di Responsabilità Sociale d’Impresa a titolo del tutto volontario. Ringrazio l’Università di Bologna e la Camera di commercio della Romagna per questa forma di collaborazione che mette in contatto studenti e aziende e per avermi assegnato una delle borse di studio messe a disposizione per le migliori tesi realizzate nell’ambito di questo progetto”.

Siamo rimasti favorevolmente sorpresi in particolare della facilità con cui Chiara Boarina è riuscita ad avvicinarsi con estrema professionalità alla traduzione tecnica del prodotto non avendo conoscenza del nostro settore arredamento e design. Inoltre, è riuscita anche ad apprendere velocemente le tecniche SEO di traduzione seguendo le tempistiche e le nostre dinamiche aziendali. – ha dichiarato  Gianni Gozzi, co-founder di International Design srl -. La nostra azienda grazie al progetto potrà beneficiare del lavoro qualificato svolto da giovani laureandi in Traduzione Specializzata, “ereditando” così un bagaglio di terminologie SEO che rimarrà patrimonio per noi e per quanti usufruiranno del nostro portale web”.

Le vincitrici: Chiara Micucci

 foto di Chiara Micucci vincitrice premio language toolkit per internazionalizzazione d'impresa

Sono felice di aver avuto l’opportunità di partecipare al progetto Language Toolkit. È stato stimolante trovarmi in un contesto lavorativo reale e mettermi alla prova con una traduzione verso il russo – ha commentato Chiara Boarina, che ha collaborato con la International Design srl -. Questa esperienza mi ha fatta sentire parte integrante del processo di internazionalizzazione dell’azienda con cui ho svolto il tirocinio e ha confermato il mio interesse per la traduzione tecnica”.

Ci rende particolarmente orgogliosi aver legato il nome di SGR a quello di una giovane e brillante studentessa, Chiara Micucci, che si affaccia al mondo del lavoro – ha dichiarato Micaela Dionigi, presidente di Gruppo SGRcon la premessa di una sensibilità verso le azioni di responsabilità sociale. Così come ci rende orgogliosi il fatto che abbia scelto per la sua tesi il nostro bilancio di sostenibilità e apprezzandone la qualità delle iniziative messe in campo a favore del territorio. SGR guarda con attenzione al mondo giovanile e alla cultura, elementi che caratterizzano anche il progetto ‘Language Toolkit’. Mettere gli studenti, in uscita dal loro percorso di studio, alla prova con esperienze aziendali consolidate fornisce ai ragazzi degli strumenti preziosi per costruire il proprio futuro”.

Le vincitrici: Maria Amabile Amato

foto di Maria Amabile Amato vincitrice premio language toolkit per internazionalizzazione d'impresa

Siamo molto soddisfatti sull’attività realizzata dalla studentessa Maria Amabile Amato – ha dichiarato Milena Rossi, Responsabile dell’Area Demografica del Comune di Predappio -.  Il lavoro è stato portato avanti con grande attenzione alla contestualizzazione dei contenuti oggetto di traduzione. Trattandosi della traduzione di materiale culturale e turistico, la studentessa ha dovuto fare un grande sforzo prima di tutto di comprensione del periodo storico, al quale sono fortemente legati i termini ed i concetti contenuti nel materiale da tradurre. Non ha esitato a confrontarsi con l’ufficio cultura del Comune per chiarire tutte le situazioni nelle quali una traduzione “letterale” avrebbe alterato il reale significato delle informazioni e dei contenuti da trasmettere ai turisti. Il lavoro realizzato sarà utilizzato dall’Amministrazione per la realizzazione della guida turistica”. 

In attesa della prossima edizione…

È possibile consultare il regolamento del progetto Language Toolkit: le lingue straniere al servizio dell’internazionalizzazione di impresa sul sito www.romagna.camcom.it, nella sezione internazionalizzazione, progetti per l’estero.

 

 

image_pdf