Fondi europei per la pesca, due bandi per la formazione

settore pesca

Prorogati i termini per fare domanda da parte degli enti per la formazione su Fondi europei per la pesca. Il contributo in conto capitale potrà coprire fino al 100% delle spese, limite minimo di 60.000 e massimo di 200.000 euro

E’ stato prorogato dal 6 maggio al 9 settembre il termine per la presentazione delle domande di contributo e della necessaria documentazione, da parte degli enti di formazione, ai bandi relativi alle misure di Promozione del capitale umano, creazione di posti di lavoro e del dialogo sociale e promozione del capitale umano e del collegamento in rete del Feamp (Fondo europeo per la pesca) per l’ anno 2020 approvati dalla Giunta della Regione Emilia-Romagna.

tanti pesci

Fondi europei per la pesca: misure

Le misure sono indirizzate agli enti di formazione professionale, accreditati dalla Regione Emilia-Romagna e avente sede operativa nel territorio regionale, per i quali sono ora a disposizione 1.094.750 euro per consolidare e migliorare le competenze degli operatori del settore ittico.

Con queste misure il Feamp vuole promuovere il capitale umano per favorire: la formazione professionale, l’ apprendimento permanente e lo scambio di esperienze, con l’ obiettivo di aumentare la competitività e il rendimento economico della pesca e dell’ acquacoltura.

I settori

Un potenziamento complessivo di questi settori può infatti realizzarsi anche attraverso l’ acquisizione, da parte dei lavoratori del settore ittico, di nuove competenze anche di carattere innovativo con un particolare riferimento ai temi della propria sicurezza, della sostenibilità, dell’ efficienza energetica, della qualità delle produzioni, della promo-commercializzazione e della trasformazione dei prodotti ittici.
Gli avvisi valorizzano il coinvolgimento degli stakeholder locali con il sostegno a progetti formativi complessi, strutturati con più interventi e in grado di meglio rispondere a bisogni collettivi di carattere generale. Il contributo, in conto capitale, potrà coprire fino al 100% delle spese che hanno un limite minimo di 60. 000 euro e massimo di 200. 000 euro.

image_pdf