Home > Primo piano > Grafiche MDM ha inventato Keeper copri-maniglia per il carrello spesa sicura

Grafiche MDM ha inventato Keeper copri-maniglia per il carrello spesa sicura

L’industria Grafiche MDM di Forlì ha brevettato Keeper il dispositivo usa e getta, già sul mercato grazie a Cia-Conad, per la spesa in sicurezza

di Maria Neri

Si chiama “Keeper” il copri-maniglia usa e getta da applicare sul carrello, per fare la spesa in sicurezza ai tempi del coronavirus. Il brevetto è firmato da Grafiche MDM di Forlì che lo ha lanciato sul mercato con Cia-Conad. È già disponibile in 14 negozi di Forlì e dintorni: i clienti possono prenderlo gratuitamente dall’apposito dispenser e posizionarlo sul maniglione del carrello, creando una barriera protettiva. Si tratta di un prodotto monouso, completamente riciclabile, realizzato in cartone certificato FSC e plastic free.

keeper

L’idea – racconta Danilo Casadei, amministratore delegato di Grafiche MDM – è nata mentre stavo facendo la spesa, come se mi fossi trovato dentro un film di fantascienza: attorno a me tutti con la mascherina, alcuni con i guanti, altri che pulivano il carrello con gel igienizzanti. Al rientro in azienda ho proposto di realizzare dei copri maniglia per i carrelli della spesa e l’idea è stata accolta subito con entusiasmo. In questo modo siamo riusciti a dare il nostro contributo per fronteggiare questa terribile pandemia, cercando anche di fare passare il messaggio sulla necessità di cambiare le nostre abitudini in fatto di igiene e di coscienza civica”.

carrello keeper

Per realizzare “Keeper”, Grafiche MDM ha convertito parte dei propri processi organizzativi e delle risorse umane. Segno della creatività di un’impresa con una storia quasi centenaria che nel tempo si è trasformata da bottega artigianale a industria grafica e che oggi può vantare 50 dipendenti, sei milioni di fatturato all’anno con commesse sul mercato nazionale ed estero, in particolare in Germania, Svezia e Marocco.

MDM: dalla tipografia artigianale alla stampa digitale

Il core business di MDM ha due anime: la stampa di cataloghi, libri, dépliant, tutto quello che riguarda il mondo del marketing dei clienti e la cartotecnica, “settore – spiega Casadei – nel quale siamo in costante e significativa crescita, sia come investimenti, sia come volumi di fatturato. Abbiamo puntato sulla qualità – prosegue – non solo sotto l’aspetto della realizzazione, ma anche dal punto di vista della scelta delle materie prime, in particolare carte di primo livello, certificate. La cartotecnica e l’area digitale, sia in bianco e nero che a colori, sono il nostro fiore all’occhiello”.

MDM: Generazione dopo generazione, storia di un’azienda quasi centenaria

danilo casadei
Danilo Casadei “E’ un piacere ritrovare Econerre. Anche MDM è stata tra le aziende che hanno stampato la rivista nella versione cartacea, in particolare quando mio padre Sauro era presidente di Fidindustria”.

Fondata nel 1925, Grafiche MDM fu rilevata nel 1988 da Sauro Casadei, poi affiancato dal figlio Danilo, l’attuale timoniere. “Ho cominciato a occuparmi dell’azienda nel 1995, finiti gli studi e il servizio militare negli Alpini – dice – Il ricambio generazionale in MDM – prosegue – ha funzionato grazie alla fiducia che mio padre aveva in me. Questo mi ha consentito di crescere. Certo ho commesso degli errori da cui, però, ho imparato molto. E oggi, in un contesto in cui gli errori sono sempre meno ’perdonabili’, mi ritrovo con un grande bagaglio di esperienza”. Cosa resta della tradizione di una tipografia artigianale in un’azienda tecnologicamente avanzata? “Il nostro orgoglio – afferma Casadei – è il rapporto con le persone e posso dire con soddisfazione che anche nei periodi più bui di crisi non abbiamo mai lasciato a casa nessuno, accompagnando i nostri dipendenti fino alla pensione. Questo ci ha permesso di tramandare negli anni i nostri valori, generazione dopo generazione. Così anche i nuovi assunti hanno la passione per l’arte della stampa che si respira pure quando stampiamo in digitale”.

Nel futuro, c’è un nuovo stabilimento per produzione sempre più green

In questo periodo di pandemia – fa sapere l’ad di Grafiche MDM – abbiamo messo a disposizione del personale tutti i dispositivi di protezione per garantire la sicurezza, come richiesto dalla legge e, a parte i primi giorni di disorientamento, in azienda non è cambiato molto. Per quanto riguarda il mercato, invece, è difficile immaginare un immediato ritorno alla normalità dei consumi: bisognerà aspettare almeno un anno e mezzo. Ci vorranno tempo, dedizione, professionalità e tanta pazienza, ma siamo fiduciosi”. Nel cassetto ci sono ancora tante idee. “Per il futuro – conclude Casadei – il progetto che più ci sta a cuore è quello di costruire un nuovo stabilimento, idoneo alle nostre esigenze produttive, e convertire tutta la produzione in un’ottica sempre più green”.

coprimaniglia keeper

image_pdf