Innovazione digitale ai tempi del covid-19: fab-lab e makers

Data12-06-2020
Orario11-12.30
DoveWebinar

12 giugno: webinar dedicato all’innovazione digitale. Come fab-lab e makers inventano soluzioni per il futuro (e il presente).

Nel periodo di pandemia da Covid-19 l’innovazione digitale è stata di grande supporto per affrontare l’emergenza sanitaria.

Tutti abbiamo tirato un sospiro di sollievo alla notizia delle maschere da snorkeling riadattate a respiratori per i pazienti Covid in carenza di ossigeno. Utilizzo reso possibile dalla valvola di emergenza stampata in 3D. Valvola che ha anche consentito un dimezzamento del consumo di ossigeno, a parità di effetti terapeutici.

Fab-labs e makers

Quelli che fino a poco tempo fa venivano chiamati “gli smanettoni”, oggi sono i makers: “risolvono problemi” e sono diventati un movimento globale.

Mentre nel periodo del lockdown, molte imprese erano chiuse, loro si trovavano nei fab-lab (fabrication laboratory), senza bisogno di incontrarsi. I fab-lab non sono spazi fisici, ma virtuali, dove l’innovazione digitale è di casa.

I fab-lab sono i nodi di una rete globale nata nel 2001 da un’idea del Prof. Neil Gershenfeld, direttore del Center For Bit and Atoms dell’MIT di Boston, che prevedeva spazi in cui poter “fare quasi qualsiasi cosa” e che collaborano con altri a distanza.

Nel DNA dei fab-lab (e dei contesti che si ispirano a questo modello) c’è la democratizzazione del processo innovativo: condivisione di idee e strumenti; apertura alle diverse professionalità, capacità, inclinazioni e passioni; scambio continuo e relazioni “tra pari”.  Tutto in un contesto di innovazione digitale.

Nei fab-lab ci sono strumenti per la digitalizzazione e stampa 3D, attrezzature per taglio e incisione dei più svariati materiali, elettronica, sviluppo software, IOT, physical computing, cucito digitale, …

Come detto, nei fab-labs si incontrano i makers, membri di una comunità digitale che sviluppa progetti, li prototipa, li produce in modalità collaborativa e in ottica open.

Un maker non è solo descritto dalle sue competenze, ma anche (soprattutto) dal suo ethos di open innovator.

Innovazione digitale, stampa 3D, makers e fab-lab saranno i temi trattati dal webinar che si svolgerà venerdì 12 giugno, dalle ore 11 alle 12.30.

Il webinar è organizzato dal PID della Camera di Commercio della Romagna in collaborazione con il Laboratorio Aperto Casa Bufalini. La realizzazione tecnica è di CISE – Centro per l’innovazione e lo sviluppo economico, in collaborazione con Romagna Tech e si inserisce nelle attività accreditate dalla Rete Alta Tecnologia.

Il webinar è il secondo dei 6 appuntamenti del ciclo PID Academy 2020 – VenerDigital

Il programma

Alle 11, Massimiliano Fantini di Romagna Tech, parlerà di “Fab-labs e makers: chi, cosa, come, dove e soprattutto perché lavorare con loro”.

Seguirà, alle 11.30, Marco Troncossi, Professore Associato del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Bologna, per il SSD ING-IND/13 (Meccanica Applicata alle Macchine). Nel suo intervento illustrerà il caso delle maschere da snorkeling riadattate a respiratori: “Concretamente e velocemente: fab-lab vs COVID-19 / il caso C-Mask”.

Alle 12, Marco Zani di Mark One srl, illustrerà la “Stampa 3D, uno strumento necessario in un mondo che cambia”.

Alle 12.30, spazio a domande e risposte dei partecipanti.

Iscriviti: https://forms.gle/AAVSEd14eZLXrSRA6
Modalità di partecipazione: Gli iscritti riceveranno l’indirizzo per il collegamento il giorno prima del webinar

[elezac]