Bandi regionali per le imprese dell’area del sisma

Data17-4-2019
Orario15
DoveSala 'Sipromuove' di via Cairoli, 15 Ferrara

Sarà dedicato alla presentazione dei nuovi bandi regionali per le imprese dell’area del sisma l’incontro pubblico organizzato per mercoledì 17 aprile, alle in collaborazione con Sipro, Tecnopolo di Ferrara, Cfr-Consorzio Futuro in Ricerca e Camera di Commercio.

L’ appuntamento offrirà l’ occasione per presentare le nuove opportunità di finanziamento promosse dalla Regione Emilia-Romagna per le imprese e le start up insediate nei Comuni colpiti dagli eventi sismici del maggio 2012. Per il territorio ferrarese i Comuni sono: Bondeno, Cento, Ferrara, Terre del Reno (Mirabello e Sant’ Agostino), Poggio Renatico e Vigarano Mainarda. Silvano Bertini, responsabile del Servizio ricerca, innovazione, energia ed economia sostenibile della Regione Emilia Romagna, illustrerà il ‘bando progetti di Ricerca e Sviluppo delle PMI – area sisma’ e il ‘bando start up innovative 2019 – area sisma’

Per informazioni e iscrizioni: Sipro spa – via Cairoli 13, Ferrara, telefono 0532- 243. 484.

Ricostruzione: due bandi per ricerca industriale e startup

Un sostegno in più per la ricerca industriale e le nuove imprese nei territori dell’Emilia-Romagna colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio 2012. La Regione ha pubblicato due ordinanze che autorizzano altrettanti nuovi bandi per richieste di contributo. Tali bandi stanziano risorse per circa 6 milioni di euro in totale a sostegno di progetti di ricerca industriale e rilancio economico di pmi (domande dal 13 maggio al 12 giugno 2019) e startup innovative(domande dal 15 aprile al 16 settembre 2019) nelle aree del cratere. Il primo bando, secondo l’ordinanza 5 dell’1 aprile 2019, sostiene l’attività di ricerca industriale delle imprese delle principali filiere produttive dei territori coinvolti, per favorire il rilancio. A disposizione 4 milioni di euro per le imprese dei settori più colpiti: biomedicale e industrie della salute, meccatronica e motoristica, agroalimentare, ceramica e costruzione Ict e prodotti multimediali, moda. Le spese ammissibili sono quelle per personale interno, consulenze scientifiche, impianti, prototipo e spese generali. Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo in conto capitale alla spesa, secondo diversi parametri. La presentazione della domanda di contributo avverrà tramite la compilazione e validazione della stessa sull’applicativo Sfinge 2020 dalle ore 10 del 13 maggio 2019 alle ore 17 del 12 giugno 2019. Due milioni di euro del secondo bando, previsto dall’ordinanza 6 dell’1 aprile 2019, sono stanziati per l’avvio e il consolidamento di startup innovative e quindi per il rafforzamento dell’ecosistema locale e la diversificazione del sistema produttivo. La Regione Emilia-Romagna vuole così sostenere l’avvio, l’insediamento e lo sviluppo di nuove iniziative imprenditoriali in grado di promuovere ricambio e diversificazione nel sistema produttivo, soprattutto nei settori dell’alta tecnologia e ad alto contenuto innovativo. Le spese ammissibili si devono riferire ai progetti imprenditoriali coerenti e finalizzate al raggiungimento degli obiettivi indicati nel bando. Le domande possono essere presentate, sempre attraverso l’applicativo Sfinge 2020 ed esclusivamente online, dalle ore 10 del 15 aprile 2019 alle ore 17 del 16 settembre 2019