Welcome to Modena il benvenuto al rilancio del turismo

torre ghirlandina Modena

 

In attesa della ripartenza del turismo Welcome to Modena va avanti. E’ in corso la raccolta delle adesioni delle imprese e si sta preparando la campagna di divulgazione non appena si avranno certezze sulle riaperture

di Paolo Tomassone

Abbassare le saracinesche è uno dei gesti più dolorosi per chi ha costruito attorno all’accoglienza e alla relazione con gli altri la propria attività imprenditoriale. Lo è ancora di più per chi ha visto aumentare a dismisura, negli ultimi anni, i turisti provenienti dall’estero. Ed è proprio a loro che la Camera di Commercio di Modena si rivolge con una iniziativa di sostegno alle attività commerciali più colpite dagli effetti dell’emergenza sanitaria. Si chiama “Welcome to Modena” e si pone l’obiettivo di rilanciare il turismo, cercando di attrarre – non appena sarà possibile tornare a viaggiare – nuovi visitatori sotto la Ghirlandina.

Giuseppe Molinari
Il presidente  della Camera di commercio  di Modena, Giuseppe Molinari

È un momento di grandissima difficoltà economica in particolare per alcuni settori come il turismo, il commercio e l’abbigliamento che stanno soffrendo in modo particolare – spiega il presidente dell’ente camerale di Modena, Giuseppe Molinari –. Questo è il quarto di una serie di bandi che segnano una differenza rispetto al passato, sia nella modalità di intervento, sia per la quantità di risorse messe a disposizione”.

Gli interventi per le imprese

La Camera di commercio aveva già destinato, in estate, 4 milioni di contributi, suddivisi in tre bandi. Il primo per sostenere la digitalizzazione delle imprese, con un’attenzione particolare alla cyber security. Con il secondo si volevano finanziare le spese sostenute per rafforzare la propria presenza all’estero, per lo sviluppo di strumenti di promozione dell’export, compresi e-commerce e marketing digitale. Il terzo bando era specifico per le aziende del commercio, del turismo e dei servizi, per supportare l’acquisto e l’adeguamento di impianti e attrezzature, ma anche attività promozionali come le campagne pubblicitarie, la stampa di brochure e altro materiale pubblicitario. Tutte le risorse sono state stanziate. Infine, il nuovo pacchetto di incentivi che hanno preso il via il 1 dicembre 2020 e proseguiranno fino al 31 dicembre del 2021 o a esaurimento delle risorse, che ammontano a 1 milione di euro.

Le Camere di commercio – prosegue Molinari – devono saper intervenire e farlo in un momenti come questo in modo importante, guardando a una progettualità che possa creare i presupposti per un rilancio economico, quindi creare le condizioni perché nel momento in cui i numeri epidemiologici fossero un po’ più a nostro favore si creino le condizioni per riuscire a superare in modo vincente le difficoltà che stiamo subendo oggi”.

logo welcome to modena

Voucher turismo con Welcome to Modena: come funziona

Per questo “Welcome to Modena” si rivolge ai settori della ristorazione, degli esercizi commerciali aperti al pubblico, ai musei pubblici e privati, a tutte le attività di escursionismo, tour tematici o visite guidate e alle agenzie di viaggio. I turisti che prenoteranno, attraverso il portale www.welcometomodena.it (qui tutte le informazioni utili sull’iniziativa) un soggiorno della durata minima di due notti nelle strutture aderenti riceveranno buoni acquisto fino a un totale di 100 euro per camera e per soggiorno, da spendere nelle imprese di servizio e accoglienza turistica del territorio che si saranno accreditate e aderiranno. L’importo del voucher potrà raggiungere l’importo massimo di 100 euro e sarà calcolato proporzionalmente alla spesa effettuata per il pernottamento (il 30% del valore del soggiorno dal lunedì al giovedì e il 40% del valore del soggiorno dal venerdì alla domenica).

pasta ripiena modenese

I voucher potranno essere ritirati al momento del check-in presso la struttura prenotata e poi utilizzati presso le imprese aderenti. Sarà possibile assaporare le eccellenze della cucina emiliana in uno dei tanti ristoranti, visitare musei, prenotare escursioni, visite guidate o semplicemente dedicarsi allo “shopping” negli esercizi commerciali.

L’auspicio del presidente dell’ente di via Ganaceto è che attraverso questo progetto, una volta usciti dalle ristrettezze anti-Covid, si possa portare in città un nuovo flusso di turisti: “Abbiamo l’Appennino per le settimane verdi e poi invernali  e speriamo che possa essere affrontato nel migliore dei modi”.

appennino

I partner per il rilancio del turismo a Modena 

Il bando prevede una collaborazione tra il sistema camerale, Modenatur e Apt servizi. “È un progetto molto innovativo che potrebbe diventare una ‘case history’ molto positiva” come spiega il direttore di Apt servizi, Emanuele Burioni. “Abbiamo un compito: progettare opportunità per il futuro una volta che questa emergenza sanitaria ci abbandonerà. Abbiamo fatto un ottimo lavoro nel periodo del primo lockdown quando abbiamo riprogettato la stagione balneare e abbiamo avuto risultati piuttosto buoni. Adesso ampliamo lo spettro di azioni per riprogettare veramente il rilancio di tutto il territorio dell’Emilia-Romagna. Abbiamo avuto ottimi segnali dall’Appennino, dal mare, in tutti quei luoghi in cui si poteva mantenere delle distanze e l’ambiente favoriva una minore diffusione del virus. Adesso dovremo fare un ottimo lavoro sulla parte culturale delle città d’arte perché tutti quei comparti turistici che magari hanno sofferto molto di più in questi mesi, un periodo lungo di inattività. Dobbiamo impegnarci tutti e tutti insieme per risollevare questa situazione”.

palazzo Ducale Modena

palazzo Ducale Mo

“Welcome to Modena” quindi, per una volta, non si traduce con un semplice “benvenuto”, ma con un invito a visitare la città non appena il virus avrà un po’ allentato la morsa.

Guarda l’intervista video al presidente Giuseppe Molinari per conoscere i dettagli 

 

image_pdf