Torna FARETE

FARETE STAND


L’ottava edizione di FARETE, la due giorni di Confindustria Emilia
vedrà la prima relazione del presidente Valter Caiumi, mercoledì 4 alle 10 l’Assemblea Pubblica. Ospiti Beatrice Weder Di Mauro e Alessandro Baricco

Si accendono i riflettori sull’ottava edizione di Farete, che mercoledì 4 e giovedì 5 settembre animerà i padiglioni 15, 16 e 18 di BolognaFiere: 30.000 metri quadrati di esposizione, che da quest’anno diventano laboratorio di comunità con oltre 80 workshop e più di 800 aziende.

A dare ufficialmente avvio alla manifestazione sarà l’Assemblea pubblica che, mercoledì 4 settembre alle ore 10, alla presenza degli imprenditori e delle autorità e istituzioni di Bologna, Ferrara e Modena, vedrà sul palco del padiglione 16 la prima relazione del presidente di Confindustria Emilia, Valter Caiumi.

Walter Caiumi (foto © Elisabetta Baracchi e Serena Campanini)

Seguiranno gli interventi di Beatrice Weder Di Mauro, presidente del CEPR, professore all’INSEAD di Singapore e di macroeconomia internazionale al Graduate Institute di Ginevra, e di Alessandro Baricco, saggista e narratore, ideatore e fondatore di Scuola Holden. Modererà i lavori Edoardo D’Elia, professore a contratto di Public speaking all’Università di Bologna.

Anche quest’anno l’Assemblea sarà trasmessa live sulla pagina Facebook ufficiale di Confindustria Emilia www.facebook.com/ConfindustriaEmilia/.

Dalle ore 14, poi, prenderà il via l’ampio programma di eventi e iniziative che da sempre contraddistingue la due giorni dedicata alle imprese, arricchito quest’anno da importanti novità.

FARETE: I numeri e gli appuntamenti dell’edizione 2019

  • 30mila metri quadrati di stand;
  • 800 aziende coinvolte;
  • oltre 80 workshop tematici in programma;
  • 79 operatori internazionali provenienti da 32 Paesi (Afghanistan, Argentina, Austria, Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Camerun, Cile, Colombia, Costa d’Avorio, Danimarca, Emirati Arabi Uniti, Estonia, Etiopia, Francia, Germania, Ghana, Kenya, Libano, Lituania, Mozambico, Pakistan, Perù, Polonia, Russia, Serbia, Slovenia, Sudafrica, Stati Uniti, Svizzera, Turchia, Uganda, Ungheria) all’interno dell’International Club, per un totale di oltre 1.000 appuntamenti b2b già fissati;
  • 25 professionisti, esperti in normative italiane e relative a 20 Paesi esteri, a disposizione delle imprese per consulenze specialistiche one to one in ambito fiscale, legale e societario su specifici Paesi nel nuovo spazio Tax & Legal Global Services, che ospiterà anche tavole rotonde e conversazioni in materia di temi attinenti alla contrattualistica internazionale;
  • 46 startup provenienti da tutta Italia animeranno l’Open Hub, un nuovo spazio dedicato all’Open Innovation all’interno del quale saranno organizzati incontri b2b tra startup e corporate, con l’obiettivo di favorire i processi d’innovazione delle imprese associate e fare business ad alto impatto. L’arena di Open Hub ospiterà inoltre due talk di approfondimento: il 4 settembre alle 12.30 “Open Innovation: qual è il modello giusto?” in collaborazione con GELLIFY, e il 5 settembre alle 12 “Finanziamenti europei per la ricerca e l’innovazione: opportunità per imprese e startup”;
  • 30 buyer provenienti da numerosi Paesi tra cui Francia, Regno Unito, Paesi Bassi, Cina, India, Russia, Germania, USA e 50 seller si incontrano per la 3^ edizione della Borsa del Turismo Industriale, volta a promuovere i nostri musei aziendali e le nostre imprese come tappe di un turismo industriale a operatori esteri e specialisti nell’outgoing;
  • Innovation Wind è un flash mob in collaborazione con AlmaCube, che si terrà giovedì 4 settembre dalle 15.00 alle 17.00. Un’occasione di confronto fra gli imprenditori di oggi, che mettono a disposizione la propria esperienza per dare feedback e suggerimenti utili ai ragazzi, e quelli di domani, che presentano i propri progetti innovativi attivando una contaminazione di idee e conoscenza;
  • Mercoledì 4 settembre alle 14 si svolgerà il workshop a cura di Confindustria Emilia “L’indagine sul mercato del lavoro e sulle retribuzioni in Emilia Centro”, un’analisi che ha interessato aziende che rappresentano complessivamente 30.000 dipendenti;
  • Nel corso di entrambe le giornate della manifestazione, i Business lunch rappresenteranno l’occasione per le imprese espositrici di fare matching all’interno di un nuovo spazio dedicato al networking durante il pranzo;
  • Si replica anche quest’anno la contaminazione tra giovani e imprese con l’Area Farete Scuola, che accoglierà i numerosi progetti rivolti al mondo della scuola e della formazione attraverso i quali Confindustria Emilia mira a rafforzare i percorsi di istruzione in ambito tecnologico valorizzando la cultura tecnica e d’impresa.

Come da tradizione, concluderà la due giorni, giovedì 5 settembre alle ore 17, l’evento organizzato dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Emilia, “Verso l’infinito e oltre”, che ospiterà sul palco principale gli interventi di Michele Poggipolini, presidente dei Giovani Imprenditori dell’Associazione, e di Paolo Nespoli, astronauta. I saluti e la chiusura di Farete saranno affidati al presidente di Confindustria Emilia Valter Caiumi.

Il programma completo e dettagliato degli eventi e dei singoli workshop è disponibile sul sito della manifestazione farete.confindustriaemilia.it.