Quattro premiate per il Premio Barresi

Cerimonia conclusiva per il Premio Barresi, sesta edizione. La competizione dedicata alle giovani imprese promossa dalla Città metropolitana di Bologna

 

DTB – Double Trouble BolognaHoppibollaLac2Lab e Sette e Mezzo Studio: sono le imprese vincitrici del Premio Barresi 2021, il riconoscimento che ogni anno la Città metropolitana di Bologna assegna e dedica alle realtà imprenditoriali giovani e sostenibili che operano sul territorio. Le quattro imprese accederanno a un contributo a fondo perduto di 7.000 euro ciascuna, oltre a servizi di tutoraggio, comunicazione e networking messi a disposizione dalla Città metropolitana e dai partner del Premio Barresi: ART-ER, Camera di Commercio di Bologna – Sportello Genesi Nuove Imprese e Comune di BolognaINCREDIBOL!.

Per il Premio Barresi, una cerimonia 

A conclusione dell’edizione 2021, per valorizzare le quattro imprese è stato organizzato l’evento Cerimonia del Premio Barresi: giovani generazioni a confronto, una vera e propria festa in cui le realtà vincitrici, dopo essere state premiate ufficialmente ed essersi raccontate, hanno dialogato con studentesse e studenti degli Istituti Caduti della Direttissima, Keynes, Manfredi-Tanari e Salvemini per approfondire e mettere in luce il valore di una scelta imprenditoriale sostenibile. Il format, replicato per il secondo anno consecutivo, vuole anche trasmettere un messaggio positivo ai giovani, perché guardino al proprio Futuro con determinazione e coraggio, pensando al tempo stesso al benessere delle persone e del Pianeta attraverso scelte, anche imprenditoriali, sempre più sostenibili.

Il Premio Barresi – ha dichiarato Rosa Grimaldi, delegata del Sindaco alla promozione economica – si iscrive in un quadro più ampio di azioni, promosse dalla Città metropolitana, per lo sviluppo sostenibile e per l’imprenditorialità, quale fattore cruciale per creare innovazione e nuova occupazione, per rendere le nuove generazioni e le donne protagoniste dello sviluppo economico e sociale del territorio. Il territorio bolognese – ha aggiunto Grimaldi –  è un luogo fertile per l’educazione e la formazione, per la ricerca, per fare impresa; perché lo diventi ancor di più le istituzioni devono trasmettere un messaggio di fiducia e al contempo dare un supporto concreto ai giovani e alle giovani che decidono di mettersi in gioco avviando un progetto imprenditoriale. Le imprese giovani, femminili, responsabili, sostenibili e innovative che abbiamo premiato oggi e il bel momento di confronto con le classi degli Istituti Tecnici Economici del territorio, credo siano uno stimolo per continuare a lavorare con convinzione in questa direzione”.

L’iniziativa è stata promossa e organizzata nell’ambito del Festival della Cultura tecnica grazie all’importante supporto dell’Area Sviluppo sociale della Città metropolitana e dell’Ufficio Scolastico Regionale, che sono intervenuti nel corso dell’evento insieme a Rosa Grimaldi e a Giovanna Trombetti, direttrice dell’Area Sviluppo economico della Città metropolitana e del Territorio Turistico Bologna-Modena.

Ecco le schede delle imprese vincitrici del Premio Barresi 2021.

logo premio barresi

DTB – Double Trouble Bologna

Impresa giovane e al femminile. Nasce nel 2018 dalla creatività di due gemelle, Margherita e Caterina, appassionate di moda, artigianalità e piccola pelletteria. Il brand promuove una produzione e un consumo sostenibili e solidali, segue
dinamiche circolari e attente all’impatto ambientale. DTB mira a diffondere un approccio all’acquisto sostenibile, associato alla tradizione artigianale e all’economia del territorio; ha inoltre un rapporto profondo con i territori da cui
deriva: il legame con l’Africa è sempre di ispirazione in ogni collezione; il legame con il territorio emiliano, invece, si esprime nel “Tortellino Portachiavi”, un prodotto che permette collaborazioni con attività commerciali avvicinando
il mondo del design con quello food. Il brand diventa inoltre promotore attivo del territorio organizzando laboratori, dedicati ai turisti e non solo, in cui vengono trasmesse le tecniche artigianali di pelletteria. https://www.doubletroublebologna.it/

Hoppibolla

Impresa totalmente al femminile, guidata dalle sorelle Beatrice e Francesca. Costituita nel 2019, produce prodotti lavanti solidi plastic free, compostabili, a zero sprechi e a lunga durata; propone una linea al 90% vegana (con l’obiettivo, nel 2022, di eliminare anche la minima parte di cera d’api in alcuni prodotti). Le produzioni limitano il consumo di acqua, l’utilizzo di conservanti chimici e di flaconi di plastica; sono a km 0 (Bologna e Anzola dell’Emilia), artigianali e originali. Il brand lega obiettivi di risultato economico a obiettivi di benessere ambientale e sociale; ha
instaurato inoltre diverse collaborazioni con realtà locali di promozione del territorio, e rivolge una proposta personalizzata al mercato hotellerie, nell’ottica di promuovere prodotti non solo ecologici, ma anche artistici ed evocativi. https://hoppibolla.it/

Lac2Lab

Startup avviata nel 2021. Sviluppa additivi innovativi da utilizzare nel campo delle colture cellulari (coltivazione di cellule in vitro), una tecnologia ampiamente utilizzata a livello mondiale nel campo della farmaceutica, della cosmetica, della diagnostica e della ricerca. Normalmente la fonte di nutrimento delle colture cellulari è il siero fetale bovino (FBS). Il suo utilizzo presenta però delle limitazioni legate al costo elevato e in continuo aumento; inoltre, il processo di produzione – localizzato principalmente al di fuori del continente europeo – presenta limiti etici (il siero viene ottenuto dal sangue raccolto dal feto di bovine gravide durante il processo di macellazione). Lac2Lab converte il latte in via di
scadenza, altrimenti destinato allo smaltimento, in prodotti per colture cellulari. Il latte, opportunamente processato, viene imbottigliato, congelato e distribuito in alternativa al FBS. Il prodotto avrà un’efficienza paragonabile a quella dell’attuale reagente e sarà ottenuto a costi contenuti, secondo i canoni dell’economia circolare e della sostenibilità ambientale, rispettando inoltre gli esseri animali. https://www.lac2lab.com/

Sette e Mezzo Studio

Società benefit di produzione audiovisiva indipendente nata nel 2020. Si carica formalmente della propria responsabilità sulla società e sull’ambiente, partendo da sé con l’intento di contaminare altre realtà simili perché si muovano verso una transizione ecologica. Con questo obiettivo nasce nel 2021 CINEMOA, un protocollo
indirizzato alle piccole e medie imprese cinematografiche che intende rivoluzionare l’organizzazione e la gestione dei set mediante differenti strategie che agiscono sulle principali fonti di inquinamento (mobilità, catering e consumo energetico). Nel 2020, dopo un’indagine di mercato nell’area metropolitana di Bologna, è nato inoltre il progetto
“Food Tales”, un format audiovisivo distribuito sui social che intende raccontare le attività enogastronomiche locali. La filiera corta, il chilometro zero, il rispetto per gli animali sono solo alcuni dei criteri con i quali il format sceglie i protagonisti degli episodi. L’obiettivo del progetto è creare una mappatura delle realtà sostenibili in Emilia-Romagna e rafforzare la loro presenza sul territorio, promuovendo attitudini di consumo più consapevoli.
https://www.setteemezzostudio.com/

Le precedenti edizioni e le imprese premiate per il Premio Barresi 

 

 
image_pdf