Home > Innovazione > Big Data e Internet of Things sfide e opportunità per le imprese

Big Data e Internet of Things sfide e opportunità per le imprese

La Camera di commercio della Romagna, in collaborazione con il suo PID – Punto Impresa Digitale, organizza Le giornate dell’impresa digitale. Due incontri per far comprendere al meglio la rivoluzione 4.0 e i vantaggi offerti dall’implementazione delle nuove tecnologie digitali. Per far, inoltre, conoscere alle imprese i servizi di informazione, formazione, orientamento, assistenza messi loro a disposizione.

I Big Data stanno cambiando il modo di lavorare, di implementare il marketing, di rafforzare la vendita dei servizi aziendali con lo scopo di migliorare il rapporto con i clientiLe opportunità di business fornite dai Big Data nelle aziende moderne

Ma cosa sono i Big Data e perché sono oggi così importanti?

I Big Data sono tutte quelle informazioni generate in qualsiasi settore dall’utilizzo delle tecnologie digitali, ma non solo attraverso smartphone, tablet o personal computer. Raccolgono big data, ad esempio, anche i social network, le carte di credito e le carte fedeltà.

La traduzione di Big Data in “grandi dati” induce a pensare che la loro elaborazione e il loro utilizzo siano prerogativa solo di imprese strutturate. Sono, infatti, associati a grandi elaborazioni e a enormi flussi di informazioni. L’elaborazione e il corretto utilizzo dei dati a disposizione (sito, email, ecc.), invece, possono creare un vero valore aggiunto per le imprese. Possono anche costituire una straordinaria leva per accrescere la competitività delle micro, piccole e medie imprese italiane.

Di questo si parlerà nella prima delle giornate dell’impresa digitale, martedì 22 maggio 2018, nella sede di Rimini della Camera di commercio della Romagna, con il seminario Le opportunità di business fornite dai Big Data nelle aziende moderne

L’Internet of things sta ridisegnando radicalmente le imprese e i rapporti tra imprese e consumatori e la stessa concorrenza. Gli oggetti smart ci circondano e possono portare alle imprese importanti benefici di efficienza produttiva. Grazie alla riduzione dei costi, personalizzazione dei servizi offerti e fidelizzazione dei clienti

Come sfruttare l'Internet of Things nelle aziende e nel marketing moderno per fare business

Di nuovo, di cosa parliamo quando parliamo di Internet degli oggetti, delle cose (Things)?

Di fatto con IoT o, per esteso, Internet of Things si definisce la rete di tutti gli “oggetti” (dispositivi e apparecchiature diversi da PC, tablet o smartphone) connessi in rete che scambiano dati con altri oggetti connessi.

Siamo senzaltro già abituati alle telecamere collegate in rete, ai sensori delle automobili, degli impianti di climatizzazione o ai sensori per il fitness o dei dispositivi medici. Dal punto di vista teorico tutto può essere collegato in rete e con altri dispositivi, ma tutto questo come si traduce in opportunità di business per le imprese?

Come nel caso dei Big data, anche per l’Internet of Things il pensiero comune è quello di pensare sia un’opportunità solo per le grosse aziende o legato ai servizi offerti da pubblica amministrazione e smart cities. Invece, le piccole imprese e in particolare la manifattura possono avere i maggiori benefici dall’utilizzo di queste tecnologie.

A Forlì, giovedì 24 maggio 2018, nella seconda giornata dell’impresa digitale, il seminario “Come sfruttare l’Internet of Things nelle aziende e nel marketing moderno per fare business” svilupperà la tematica del IOT, Internet of Things soffermandosi in particolare sull’utilizzo dei dati nel business, sugli oggetti smart e sulla customizzazione del servizio e del prodotto ottimizzando la produzione nelle aziende moderne.
La trasformazione tecnologica 4.0 di un’impresa comincia col conoscere il proprio livello di maturità digitale (digital maturity assessment)

In entrambi gli incontri saranno presenti i Digital Promoter del PID, Punto Impresa Digital per illustrare i servizi digitali e accompagnare le imprese nella redazione del Digital Self Assesment.

Cos’è il Digital Assessment?

Per accompagnare le imprese in questo percorso, le Camere di commercio hanno realizzato un modello per effettuarne la mappatura della maturità digitale.

L’assessment è una metodologia di analisi dei processi interni per verificare lo stato di maturità digitale di un’impresa. Consente  di valutare la capacità di implementare tecnologie abilitanti e innovazioni organizzative per modificare, e rendere più efficiente, il proprio modello di business. Il modello di assessment utilizzato dai PID camerali (SELFI4.0) è tarato per rilevare le esigenze delle MPMI in diversi settori produttivi (manifatturiero, servizi, agricoltura,…).

L’assessment digitale rappresenta un utile strumento che i PID mettono a disposizione delle imprese per valutare la maturità digitale. In questo modo è possibile individuare le tecnologie più idonee alla propria realtà ed al proprio modello di business. Quindi, individuare e fornire (ove opportuno) servizi di orientamento personalizzati.

Per il digital  Digital Self Assesment è necessario prenotarsi.
-sede di Forlì 0543 713316
-sede di Rimini 0541 363732
email: pid@romagna.camcom.it

Ele.Zac.