Fare impresa in sicurezza a Parma con la Camera

immagine camera di parma

Dalla Camera di commercio di Parma 500 mila euro alle aziende per fare impresa in sicurezza

Lunedì 8 settembre apre il bando “Fare impresa in sicurezza”, uno degli interventi che la Camera di commercio di Parma ha predisposto per un totale complessivo di oltre 2 milioni e mezzo di euro di risorse che riguardano anche innovazione digitale, sostegno all’export, formazione e orientamento al lavoro, agricoltura multifunzionale e promozione del territorio.

Come sottolinea Andrea Zanlari, presidente dell’ente camerale di via Verdi: “C’è un impegno straordinario per far fronte all’emergenza economica generata dalla pandemia. Abbiamo puntato soprattutto sui contributi a fondo perduto e sul sostegno ai Confidi per favorire l’accesso al credito delle aziende,  in questo secondo caso, alle altre Camere di commercio della regione e alla stessa Regione Emilia-Romagna, creando un Fondo con dotazione straordinaria. Il nostro impegno sarà forte e concreto anche sulla promozione del territorio e delle sue eccellenze, per favorirne il riposizionamento sul piano turistico”.

Primo atto sono i 500 mila euro per “Fare impresa in sicurezza”

gel igienizzanteIl bando approvato dalla Camera di commercio di Parma è volto a fornire alle imprese risorse per interventi finalizzati alla gestione dell’emergenza Covid-19 e alla ripartenza dell’attività. Si tratta di concessione di contributi a fondo perduto finalizzati a ridurre le difficoltà economiche conseguenti alle limitazioni e alle prescrizioni introdotte nel periodo emergenziale e nella fase di ripartenza delle attività imprenditoriali. Il bando (per cui è previsto come modalità di accesso l’invio di domande via PEC con peso non superiore a 5 mega) rimarrà aperto fino alle ore 20 di lunedì 21 settembre, salvo chiusura anticipata per esaurimento risorse. Verranno prese in considerazione le spese sostenute dall’azienda a partire dal 23 febbraio 2020, fino alla data di presentazione della domanda. Ammesse solo le domande il cui importo complessivo delle spese sia maggiore o uguale ad euro 1.000,00, al netto dell’iva e di altre imposte e tasse. Il contributo verrà corrisposto nella misura del 50% dei costi ammissibili ed effettivamente sostenuti, fino ad un contributo massimo di 5.000,00 euro.

Leggi tutto

image_pdf