Crisi di impresa: 200.000 euro per la prevenzione

voucher crisi d'impresa

 La Camera di commercio di Bologna per lo sviluppo della prevenzione della crisi d’impresa eroga contributi a fondo perduto

Crisi d’impresa: è di 200 mila euro l’insieme delle risorse messe a disposizione dalla Camera di commercio di Bologna con un apposito bando e attraverso dei voucher.

Saranno destinate, in particolare, ad agevolare la partecipazione delle imprese ad iniziative di formazione e o di valutazione dell’adeguatezza della propria struttura organizzativa, economico e finanziaria e per l’acquisto di software per il monitoraggio costante dell’equilibrio economico-finanziario.

Crisi di impresa: soggetti beneficiari, entità contributo, termini

Le micro, piccole e medie imprese dell’area metropolitana di Bologna.

Per quanto riguarda stanziamento, entità del contributo e regime d’aiuto va precisato che ogni impresa può ottenere un contributo pari al 50% delle spese ammissibili. L’importo massimo che può essere assegnato è di 5000 euro.

Alle sole imprese in possesso del rating di legalità, attribuito dall’Autorità Garante per la concorrenza ed il mercato, verrà riconosciuta una premialità aggiuntiva di  250 euro
 
Le domande di contributo possono essere inviate a partire dalle ore 9 di giovedì 8 settembre fino alle ore 13 di giovedì 22 settembre 2022.

Il contesto 

L’iniziativa si colloca nell’attuale fase congiunturale di crisi economica dovuta alle conseguenze dell’emergenza sanitaria, dell’innalzamento dei costi energetici e delle materie prime e delle vicende belliche nell’est Europa.
 Un contesto nel quale risulta particolarmente importante la conoscenza di tutti gli strumenti giuridici, finanziari ed economici idonei a prevenire lo stato di crisi, d’insolvenza e di liquidazione delle, anche in relazione alla prevista entrata in vigore della riforma del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza.
 
image_pdf