Camera di commercio di Ravenna: attivati i bandi 2018

Contributi alle imprese della provincia. Le materie interessate e le scadenze 

La Camera di commercio di Ravenna ha confermato gli interventi programmati in relazione all’attivazione dei bandi per contributi diretti alle imprese a fondo perduto, in particolare in materia di: alternanza scuola-lavoro, creazione di nuove imprese, partecipazione a fiere estere e realizzazione di progetti d’internazionalizzazione, certificazioni ambientali/sociali,  sicurezza e videosorveglianza.

Nonostante le risorse derivanti dal diritto annuale pagato dalle imprese del territorio si siano dimezzate nel triennio appena concluso, sono stati destinati complessivamente 600.000 euro a questi interventi, ritenuti strategici per il sostegno all’economia del territorio e alla competitività delle imprese.

Il bando per l’internazionalizzazione e la partecipazione a fiere si inquadra nelle attività a sostegno della competitività delle imprese tramite il supporto organizzativo e l’assistenza per la penetrazione ai mercati internazionali di cui alle funzioni obbligatorie previste dal decreto 219/2016.

Rivolto alle PMI, reti di imprese e consorzi della provincia di Ravenna, ha per oggetto la partecipazione a fiere estere e la realizzazione di progetti d’internazionalizzazione tramite l’acquisizione di servizi da soggetti attivatori qualificati o l’inserimento in azienda di temporary manager per l’internazionalizzazione.
Le domande vanno presentate entro il 31 gennaio 2019 e comunque entro 30 giorni dalla conclusione della fiera o progetto.

Si prevede un contributo pari al 50% delle spese ammissibili fino ad un max di € 3.000 (€ 5.000 nel caso di partecipazione a fiere di Consorzi o reti di imprese); la spesa minima da sostenersi è pari ad € 3.000 per la partecipazione a fiere ed € 1.500 per i progetti d’internazionalizzazione.

Il bando per la concessione di contributi per le certificazioni ambientali e sociali, sempre con riferimento al decreto 219/2016 si inserisce nelle funzioni obbligatorie di supporto alle competenze in materia ambientale.
Beneficiari del contributo sono le imprese di tutti i settori economici con sede e/o unità operativa oggetto dell’investimento nella provincia di Ravenna che adottano, per la prima volta nel corso del 2018, uno dei seguenti sistemi di gestione ambientale/sociale e certificazioni di prodotto: UNI EN ISO 14001, ISO13009, “EMAS”, “SA 8000”, certificazione sociale di prodotto Social Footprint Product Social Identity, marchi di qualità ecologica “ECOLABEL” , EPD (Dichiarazione Ambientale di Prodotto – ISO/TR 14025:2000), Remade in Italy, l’effettuazione di analisi del ciclo di vita (LCA) per prodotti realizzati o commercializzati con conseguente certificazione secondo la norma UNI EN ISO 14040, e ISO13009 attinente le spiagge sostenibili.
Le domande vanno inoltrate, entro 45 giorni dall’emissione della certificazione/marchio, entro il 14 febbraio 2019. Il contributo previsto è pari al 50% delle spese sostenute (formazione del personale, consulenza, certificazione, registrazione e rilascio del marchio ecologico) fino ad un massimo di € 3.000.

Il bando per il sostegno alle nuove imprese si muove nella logica delle funzioni obbligatorie individuate dal decreto di riforma del sistema camerale e riferite al supporto alla creazione d’impresa.
La misura si rivolge a PMI con sede o unità locale destinataria dell’investimento in provincia di Ravenna attivatesi nel corso del 2018 e riguarda le principali spese connesse all’avvio d’impresa. La liquidazione del contributo avviene su base semestrale fino ad esaurimento fondi seguendo la graduatoria redatta sulla base dell’ammontare delle spese complessive sostenute e, a parità d’importo, sulla base dell’ordine di arrivo dell’istanza. Le domande, per le imprese che si sono attivate nel primo semestre 2018, vanno inviate dal 2 maggio al 31 luglio 2018; per le imprese attivatesi nel secondo semestre invece dal 1 agosto 2018 al 31 gennaio 2019. L’ammontare del contributo è pari al 50% delle spese ammissibili fino ad un massimo di € 5.000 per progetti le cui spese siano almeno pari o superiori ad € 5.000.

Per il 2018 la Camera di commercio di Ravenna, al fine fronteggiare i fenomeni di microcriminalità, si propone la realizzazione di una misura a sostegno delle PMI che intendono adeguare i loro sistemi di sicurezza e video-allarme antirapina. Il nuovo bando si rivolge alle micro-piccole-medie imprese, di tutti i settori economici per interventi realizzati in unità locali operative con sede in provincia di Ravenna. Sarà prevista la modalità di partecipazione singola e da parte di raggruppamenti di imprese. Gli interventi riguarderanno sia la realizzazione di sistemi di videosorveglianza che di sicurezza. Le spese dovranno essere già state sostenute all’atto di presentazione della domanda e potranno fare riferimento anche al periodo gennaio-aprile 2018. Il contributo pari al 50% del totale della spesa ammissibile potrà arrivare al massimo a 2.000 euro per le partecipazioni singole e a 5.000 per gruppi fino a 4 imprese e 8000 euro per le partecipazioni di gruppi con oltre 4 imprese. Le richieste potranno essere presentate fino al 31 gennaio 2019.

Il bando per l’attivazione di percorsi di alternanza scuola-lavoro rientra nelle azioni obbligatorie a supporto dell’occupazione e dell’orientamento alle professioni.
I beneficiari sono le micro e PMI con sede o unità locale in provincia di Ravenna, iscritte al Registro Nazionale Alternanza scuola-lavoro che realizzano percorsi di ASL nel periodo 1 settembre 2017-15 settembre 2018 sulla base di specifiche convenzioni stipulate con Istituti scolastici. La liquidazione dei contributi avrà luogo alla chiusura del bando sulla base dell’ordine cronologico di arrivo delle istanze e a parità di data, dando precedenza alle imprese in possesso del Rating di legalità. Il bando, legato al calendario scolastico,  è stato già aperto dal 27 dicembre 2017
Il periodo di apertura va quindi dal 27 dicembre 2017 al 15 ottobre 2018 e il contributo spetta per ogni convenzione stipulata con un differente Istituto scolastico fino ad un massimo di 3 contributi. L’importo è pari a 600 euro, nel caso in cui gli studenti ospitati siano da 1 a 5 e a 800 euro per numeri superiori. In presenza di disabili è previsto un contributo aggiuntivo una tantum di 200 euro per convenzione.Le imprese potranno presentare richiesta, esclusivamente via telematica attraverso la piattaforma WebTelemaco, a partire dal 2 maggio, utilizzando la modulistica pubblicata nel sito camerale www.ra.camcom.gov.it

Rifererimenti : Sportello genesi nuove imprese e incentivi tel 0544 481487- 479. mail: sportellogenesi@ra.camcom.it

 

 

I