Sospesi tra il non più e il non ancora

riunione di rappresentanti di imprese giovanili
Data23-04-2021
Orario10.30
Doveon line da Reggio Emilia

Con un webinar in programma venerdì 23 aprile alle ore 10,30, sul tema “Sospesi tra il non più e il non ancora” la Camera di Commercio di Reggio Emilia apre un nuovo ciclo di approfondimenti orientati ad offrire ai giovani che stanno per completare il ciclo degli studi secondari superiori un’ informazione articolata sulle possibilità che si aprono per loro dopo il conseguimento del diploma, sia nel caso in cui proseguano gli studi che nell’ inserimento del mondo del lavoro.

Sono già oltre 200 le adesioni pervenute da studenti ed insegnanti di istituti tecnici e professionali che i protagonisti di questo primo incontro dal titolo “Sospesi tra il non più e il non ancora“, frutto della collaborazione tra la Camera di Commercio di Reggio Emilia ed Unioncamere regionale.

L’incontro consentirà ai giovani, anche grazie ad un’esposizione non convenzionale dei temi trattati, di approfondire le tematiche inerenti le scelte fondamentali connesse con i percorsi di studio e le opportunità professionali, per aiutarli a programmare anche nel medio-lungo periodo la direzione da intraprendere per raggiungere gli obiettivi professionali che si prefiggono.

L’incontro sarà aperto da Michelangelo Dalla Riva, segretario generale dell’Ente camerale; a seguire l’intervento di Matteo Ruozzi, responsabile del Servizio Agenda Digitale, Marketing e Orientamento della Camera di Commercio di Reggio Emilia, che illustrerà il Progetto Excelsior e si soffermerà in particolare sui fabbisogni occupazionali delle imprese, offrendo ai giovani un quadro aggiornato della situazione occupazionale della provincia e della tipologia di lavori per i quali vi è maggior richiesta da parte delle imprese e maggiori difficoltà di reperimento all’ interno del mercato del lavoro.

L’ incontro proseguirà con la relazione dal titolo “Sospesi tra il non più e il non ancora” condotta da Guido Caselli, vice segretario e direttore dell’Ufficio Studi di Unioncamere Emilia-Romagna.