Smarter Race all’Opificio Golinelli di Bologna

smarter evento
Data27-2-2019
Orario9-17
DoveOpificio Golinelli via Paolo Nanni Costa, 14, Bologna

Mercoledì 27 febbraio, l’Opificio Golinelli di Bologna ospiterà la cerimonia di premiazione della prima edizione di Smarter Race, il premio che la Regione Emilia–Romagna riconosce alle città “intelligenti” , le realtà territoriali che si sono maggiormente distinte nell’ottica del raggiungimento del 100% digitale a zero differenze. Un’occasione per approfondire lo stato dell’innovazione digitale regionale.

L’intelligenza abita in Emilia-Romagna. La regione, tra le più digitalizzate d’Italia, ha lanciato Smarter Race, il primo premio per le città “smart”, un riconoscimento alle comunità che maggiormente si sono distinte per l’innovazione digitale. Mercoledì 27 febbraio, dalle ore 9, all’Opificio Golinelli (via Paolo Nanni Costa, 14, Bologna), la cerimonia di premiazione che prenderà il via al mattino per proseguire nel pomeriggio, con un programmo articolato di incontri e dibattiti sul tema smart city e sull’avanzamento del programma di digitalizzazione regionale a cura della Regione Emilia-Romagna e dell’Agenda Digitale dell’Emilia–Romagna.

Smarter Race: primo premio dedicato a città “intelligenti” dell’Emilia-Romagna

L’indagine, promossa dalla Regione Emilia-Romagna e dall’Agenda Digitale in collaborazione con Ervet SpA, Ernest&Young e Lepida SpA e con il patrocinio di ANCI Emilia–Romagna, nasce con l’obiettivo di favorire e misurare la progressione verso l’obiettivo di portare il territorio al 100% di digitale con zero differenze tra luoghi, persone e città. Saranno infatti premiati 3 Unioni di Comuni e 16 Comuni (sui 331 misurati nel 2018) che hanno maggiormente contribuito alla diffusione digitale sul territorio, suddivisi in 6 categorie, in base al punteggio più alto secondo SMARTER, un indice sintetico di misurazione della “smartness” del territorio.

L’indice SMARTER è elaborato sulla base di 131 indicatori, con lo scopo di valorizzare le strategie e le azioni di tutto il territorio indirizzate all’obiettivo di coniugare innovazione tecnologica con sostenibilità ambientale e collaborazione civica. Integra diversi aspetti (tecnologici, ambientali, istituzionali) per comprendere chi, cosa e come influenza la smartness e l’innovazione di un territorio; consente di valutare le evoluzioni nel tempo, individua i divari da colmare, gli ambiti prioritari su cui intervenire e le buone pratiche da diffondere e disseminare.

I 331 comuni misurati sono classificati secondo 4 strati (infrastrutture e reti, sensoristica, piattaforme di dati e servizi, applicazioni e servizi di egovernment) e 3 ambiti aggiuntivi (smart economy, smart citizen e vivibilità della città, vision e strategia).

Un premio speciale sarà inoltre assegnato agli enti che si sono contraddistinti per particolare coerenza con gli obiettivi dell’Agenda Digitale dell’Emilia-Romagna.

A premiare i vincitori, Raffele Donini, assessore ai trasporti, reti infrastrutture materiali e immateriali, programmazione territoriale e agenda digitale che dichiara “Misurarsi è una occasione e lo stimolo per proseguire un percorso avviato con l’Agenda Digitale dell’Emilia-Romagna nel 2016 per portare tutto il territorio ad essere 100% digitale con zero differenze e investire così sugli aspetti che ancora rendono distanti le comunità regionali. Nei prossimi anni quindi completeremo gli interventi infrastrutturali, allargheremo ulteriormente l’offerta di WiFi pubblico, libero e gratuito, incrementeremo numero di servizi on line accessibili con l’identità Lepida ID, investiremo in cultura e  competenze digitali per i ragazzi delle scuole ma anche per gli adulti, rafforzeremo la collaborazione tra Unioni, Comuni e Regione per consolidare una comunità regionale dell’innovazione che renda il nostro territorio sempre più competitivo”.

La giornata prevede un ricco programma di incontri – tra i quali un keynote speech di Luciano Canova, economista e divulgatore scientifico e tre seminari di approfondimento sulle migliori pratiche sul tema “Come si diventa smart, quale visione, quale organizzazione e quali passi” (uno per le città con più di 15000 abitanti, uno per le città di pianura con meno di 15.000 abitanti e uno per i piccoli comuni montani) – che diventano anche occasione di confronto tra gli attori sociali – cittadini, lavoratori, studenti, imprenditori, volontari e attivisti nel terzo settore.

Programma della giornata

Mattina

9.15 – 09.45 Registrazione dei partecipanti – 09.45 – 10.00 Introduzione e saluti di Andrea Orlando, Capo di Gabinetto della Presidenza della Giunta Regionale dell’Emilia-Romagna

10.00 – 10.15 Smarter Race, una metodologia di sviluppo della smartness regionale, a cura di Barbara Santi (Coordinamento Agenda Digitale Emilia-Romagna)

10.15 – 10.40 presentazione dei dati benchmark delle regioni italiane, a cura di EY

10.40– 11.00 Riflessioni sulla metodologia presentata, Dimitri Tartari (Coordinamento Agenda Digitale Emilia-Romagna) e Roberto Righetti (direttore operativo ERVET SpA)

11.00 – 11.30 Keynote speech di Luciano Canova, economista e divulgatore scientifico

11.30 – 13.00 Intervento di Raffele Donini (Assessore ai trasporti, reti infrastrutture materiali e immateriali, programmazione territoriale e agenda digitale) e Cerimonia di premiazione dei vincitori della SMARTER RACE per le 6 categorie: *Comuni capoluoghi *Comuni con + di 15.000 abitanti *Comuni di pianura dai 5.000 ai 15.000 abitanti *Comuni di pianura sotto i 5.000 abitanti *Comuni Montani sotto i 15.000 abitanti *Unioni *Menzione speciale

Pomeriggio

Come si diventa smart? quale visione, quale organizzazione, quali passi? Ore 14.30 – 16.30

Tre sessioni parallele: *Tavolo delle città con più di 15.000 abitanti coordina Giacomo Costantini (assessore a turismo, coordinamento eventi e smart city del Comune di Ravenna) *Tavolo delle città di pianura con meno di 15.000 abitanti coordina Eleonora Riberto (vice sindaco del Comune di Sala Bolognese) *Tavolo delle piccole città di montagna coordina Matteo Cattani (vice sindaco del Comune di Corniglio)