Giornata dell’economia piacentina

sede Camera Piacenza
Data25-05-2022
Orario17
DovePalabancaEventi di via Mazzini (Salone dei depositanti)

 

Mercoledì 25 maggio al PalabancaEventi di via Mazzini (Salone dei depositanti, ore 17) viene riproposta – dopo diversi anni di assenza – la Giornata dell’economia piacentina. Un ritorno, frutto della collaborazione tra Banca di Piacenza, Università Cattolica e Camera di Commercio, che nell’ottobre del 2021 hanno sottoscritto un protocollo d’intesa. Per programmare l’attività e garantire le necessarie collaborazioni è stato istituito un Comitato di indirizzo e coordinamento promosso da Eduardo Paradiso e composto da: Paolo Rizzi e Enrico Ciciotti (docenti della Università Cattolica), Domenico Capra, Pietro Coppelli e Giacomo Marchesi (Banca di Piacenza), Alessandro Saguatti (Camera di Commercio). Il gruppo di ricerca che ha elaborato il Rapporto 2022 del sistema economico piacentino, coordinato dai professori Rizzi e Ciciotti, è costituito da Davide Marchettini e Lorenzo Turci del Laboratorio di Economia locale e si è avvalso della collaborazione scientifica di Guido Caselli, direttore dell’Ufficio Studi di Unioncamere Emilia-Romagna e di Mauro Guaitoli, sempre di Unioncamere.

Giornata dell’economia piacentina

Il report sull’economia piacentina (una copia della relazione verrà consegnata al termine dell’incontro al PalabancaEventi) sarà presentato dal professor Ciciotti (docente di Politica economica della Facoltà di Economia della Cattolica), dal professor Rizzi (direttore del Laboratorio di Economia locale dell’Università piacentina), dal dottor Caselli e dal professor Rainer Masera, ordinario di Politica economica e preside della Facoltà di Economia dell’Università Guglielmo Marconi di Roma che interverrà su tematiche più generali anche collegate alla funzione bancaria.

Alcuni dati erano stati anticipati nei giorni scorsi, come 6,2 per cento del tasso di crescita nel 2021 che arrivava dopo il crollo dell’8,8 per cento del 2020, un dato davvero notevole a conferma di un 2021 molto buono nonostante le tensioni inflazionistiche, con un Pil piacentino che corrisponde a 8,5 miliardi di euro, ora però lo scenario è cambiato, a causa dell’incertezza della guerra russo-ucraina e dell’accentuazione dell’inflazione, del costo delle materie prime e dell’energia, fattori che peseranno sulle filiere della metallurgia.
Il 2022 presenta una situazione stravolta dal deterioramento del quadro internazionale e Prometeia per l’economia piacentina e sulla base dei nuovi scenari di aprile ha attestato la crescita attorno al + 2,2 per cento (rispetto al +3,5 per cento stimato a gennaio). Si parlerà anche delle nuove prospettive (e incertezze) dell’anno in corso e dei timori proiettati sui prossimi mesi nel casodurasse la guerra russo ucraina. Mondo del lavoro e tenuta economica sono i fulcri della nuova edizione della Giornata dell’economia piacentina, l’ultima giornata effettiva si è tenuta nel 2012, salvo poi due edizioni minori nel 2013 e 2014.