Con Piacere Modena si parla di innovazione e sostenibilità

Data2-7-2021
Orario15
Doveon line da Modena

Il consorzio Piacere Modena propone al Motor Valley Fest, un  convegno su innovazione e sostenibilità in programma il 2 luglio 

 

Innovazione tecnologica, sostenibilità ambientale, economica e sociale. Questi gli asset fondamentali per la competitività del territorio, al centro delle attività promosse da Piacere Modena nell’ambito del Motor Valley Fest, che animerà il centro di Modena da oggi e fino al 4 luglio. Una partnership che funziona e dunque si rinnova anche in quest’occasione, quella tra mondo dei motori e del cibo nella provincia modenese. Due realtà in cui innovazione e sostenibilità sono strettamente legate, nell’ottica di costruire un futuro in cui le eccellenze del territorio possano continuare a essere tali, al passo coi tempi pur mantenendo inalterati i valori di storicità.

La partecipazione di Piacere Modena al Motor Valley Fest rappresenta una vetrina imprescindibile

Soprattutto perché si qualifica come il primo appuntamento promozionale per il territorio in presenza dopo la sospensione di ogni evento pubblico causa pandemia.

E perché ancora una volta vede il tessuto produttivo di Modena coeso pur nella sua eterogeneità, per promuovere la città e le sue eccellenze.

Una unione di intenti funzionale ad apportare benefici non solo sul territorio ma anche a livello nazionale, alla cui economia l’Emilia-Romagna contribuisce in modo importante proprio con la Food Valley e la Motor Valley.

Su questi presupposti, si conferma dunque una priorità anche per la recente presidenza di Enrico Corsini fare squadra tra i Consorzi presenti in ambito modenese, per la rilevanza strategica che essa potrebbe rivestire a livello economico, culturale ed ambientale, investendo importanti risorse anche nella formazione delle nuove generazioni, affinché valori e tradizioni modenesi possano continuare a perpetrarsi anche in futuro.

“In termini di promozione è importante fare tesoro dell’esperienza maturata – sottolinea il presidente di Piacere Modena Enrico Corsini – e valorizzare quanto già fatto in termini organizzativi dai vari soggetti economici, Piacere Modena in primis, per esaltare e promuovere a più livelli le produzioni locali di eccellenza. Il coinvolgimento delle istituzioni scolastiche del territorio nei vari progetti, deve veicolare un messaggio che parte dal tessuto imprenditoriale di crescente apertura alle nuove generazioni e che va in direzione della creazione di un collegamento sempre più proficuo e diretto con il mondo del lavoro. Che ambisce a trasformare il territorio modenese in un laboratorio sperimentale di pratiche innovative, pur mantenendone inalterate le sue componenti ambientali, storiche, culturali ed economiche”.

Ed è proprio su questo concetto che si concentra la sessione curata da Piacere Modena del convegno “Agricoltura e Motori. Sostenibilità e tecnologia innovativa al servizio del futuro.”, in programma venerdì 2 luglio a partire dalle 15, che sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook di Piacere Modena e sul sito motorvalley.it; (https://motorvalley.it/motorvalleyfest

Il programma del convegno

Nella prima sessione dal titolo “Nuove tecnologie a supporto della sostenibilità nel settore agroalimentare”, si parlerà di come le istituzioni si pongono di fronte a tale sfida. Enrico Corsini (nella foto a fianco) interverrà sul tema: “La mission di Piacere Modena e dei Consorzi di Tutela a sostegno della formazione e ricerca tecnologica dell’agricoltura sostenibile modenese, cuore della Food Valley”. Seguirà la Regione Emilia-Romagna rappresentata dall’Assessore all’Agricoltura e Alimentare, Caccia e Pesca Alessio Mammi e la Camera di Commercio di Modena con il presidente Giuseppe Molinari. Interessante sarà anche la case history del Parmigiano Reggiano raccontata dal responsabile Servizio Produzione Primaria del Consorzio Parmigiano Reggiano Marco Nocetti. A coordinare i lavori, il giornalista Claudio Ferri. La seconda sessione dalle 16 alle 17 a cura di UNIMORE tratterà il tema “Innovazioni tecnologiche e nuove competenze per l’agricoltura sostenibile” con l’obiettivo di evidenziare l’imprescindibile ruolo della ricerca e dell’innovazione, tecnologica in particolare, e della formazione per orientare ed accompagnare l’agricoltura verso sempre più avanzati caratteri di sostenibilità.