Torna lo StartUp Day: quinta edizione a Bologna

start up day

Più di 2500 partecipanti, oltre 300 idee candidate da studenti e neolaureati per diventare potenziali nuove imprese, è lo StartUp Day dell’Università di Bologna il più importante evento italiano per lo sviluppo dell’imprenditorialità studentesca

“L’Alma Mater sta investendo sempre di più per aiutare studenti, ricercatori, docenti nel fare impresa e per una valorizzazione delle competenze attraverso un approccio imprenditoriale – racconta il Magnifico Rettore Francesco Ubertini – StartUp Day è uno degli elementi al centro di questo processo: un evento a cui invito a partecipare tutti coloro che sentono di poter dare il proprio contributo, piccolo o grande, alla crescita dell’ecosistema imprenditoriale del nostro paese”.

Organizzata dall’Università di Bologna in collaborazione con Almacube – incubatore e hub innovativo dell’Ateneo – la quinta edizione dello Startup Day Unibo si terrà sabato 18 maggio a Palazzo Re Enzo, Bologna. L’inaugurazione sarà alle ore 10.30 con il saluto del Magnifico Rettore Francesco Ubertini.

Durante la giornata, ognuno dei 30 Startupper selezionati avrà a disposizione un tavolo e 2 sessioni da 30 minuti di team meeting per presentare il proprio progetto ai Player: studenti e neolaureati, provenienti da tutte le scuole dell’Università di Bologna, che vogliono mettere in gioco le proprie competenze per entrare a far parte di un nuovo team imprenditoriale. Chi si iscrive online può riservare il proprio posto attraverso una agenda elettronica dedicata.

I risultati sono concreti: ad oggi, le startup partecipanti nelle precedenti edizioni hanno raccolto oltre 4 milioni di euro di finanziamenti in seguito all’evento. Attorno ai tavoli di team meeting, come di consueto, saranno infatti presenti i Supporter: più di 40 realtà locali, nazionali e internazionali che con i loro servizi sostengono la nascita di nuove imprese. Sono state invitate anche 16 “Startup On the Market”: eccellenze del territorio già attive sul mercato, che si presenteranno ai partecipanti.

“L’evento è nato per i nostri studenti; ma quest’anno lanciamo una sfida ancora più ambiziosa: il coinvolgimento del mondo della ricerca e degli Spin-off dell’Alma Mater. – racconta Rosa Grimaldi, Delegata del Rettore all’imprenditorialità e rapporti con le imprese dell’Università di Bologna – Questo perché entro il 2021 l’Università di Bologna mira a diventare punto di riferimento italiano per lo sviluppo di startup e spin-off; e attraverso questo evento lo facciamo riunendo in un unico luogo le eccellenze locali e nazionali dell’ecosistema dell’innovazione.”

“La tradizione è una forma di innovazione andata a buon fine – sottolineano Alessandro Cillario e Stefano Onofri, co-fondatori dell’evento insieme all’Alma Mater – e proprio per questo oggi StartUp Day non solo è un appuntamento fisso per l’Università di Bologna, ma è anche l’evento più importante e partecipato a livello italiano per l’imprenditorialità studentesca. Non dobbiamo dimenticare che i futuri imprenditori nascono e crescono proprio grazie a eventi come questo”.

Start Up Day: tutte le novitàStartup Day si apre al mondo della ricerca

Per la prima volta l’evento apre le porte anche ai progetti di ricerca dell’Università. Durante la giornata saranno infatti due i panel dedicati alle imprese innovative che nascono da ricercatori e docenti dell’Alma Mater. L’obiettivo sarà quello di sensibilizzare alla valorizzazione dei risultati della ricerca in chiave imprenditoriale, raccontando sia l’esperienza di docenti e ricercatori Unibo che hanno fatto impresa, sia quella di investitori qualificati che operano in quest’ambito.

Start Up Day per l’Africa: Student4Africa 

Nell’edizione di quest’anno, particolare attenzione è stata data a progetti imprenditoriali che possono avere un impatto diretto sul continente africano e favorirne lo sviluppo. Tre sono i progetti con queste caratteristiche che sono stati selezionati, e che seguiranno nei prossimi mesi un percorso personalizzato ad essi dedicato.

I partner della quinta edizione

Anche quest’anno si rinnova la collaborazione con il mondo cooperativo, ed in particolare con il progetto Millennials.coop. Legacoop Bologna premierà inoltre con 45.000€ le tre startup vincitrici del percorso Coopstartup, inaugurato l’anno scorso proprio allo StartUp Day. Fra i numerosi partner dell’evento, anche Intesa Sanpaolo, Camst, RDS, Web Marketing Festival, Heroes, Codemotion.

StartUp Day Ecosostenibile e Multicampus

L’intero evento è stato realizzato tenendo conto degli obiettivi ONU sullo sviluppo sostenibile. Oltre alla raccolta differenziata, i partecipanti potranno scegliere di utilizzare unicamente materiali digitali e non cartacei, e ogni rinfresco durante l’evento sarà offerto con materiali riciclabili. Sarà previsto inoltre l’arrivo di studenti da tutti i campus della romagna attraverso pullman messi a disposizione da StartUp Day.

La finale della più importante Edtech competition a livello mondiale

StartUp Day ospiterà anche la tappa italiana della Global Startup Super League, un evento nato dalla collaborazione tra Zanichelli Venture ed EdTechXEurope. Sul palco si sfideranno startup che sviluppano progetti nell’ambito dell’educazione e della tecnologia, e la vincitrice della competizione volerà alla finale a Londra, il 18 giugno, durante la settima edizione del summit di EdTechXEurope, il più grande evento edtech europeo.

Investor Time e programmi di Open Innovation di Almacube

Almacube, incubatore di Ateneo e di Confindustria Emilia Area Centro, che co-organizza l’evento, presenterà alcune delle proprie migliori startup durante Investor Time, un “evento nell’evento” dedicato ad investitori e imprenditori.

Per le aziende, invece, saranno presentati i vari Open Innovation Program di Almacube, che utilizzando il metodo Design Thinking permettono alle aziende di lavorare allo sviluppo di nuovi prodotti o servizi innovativi, grazie al supporto di giovani studenti brillanti.

Tutti i panel di approfondimento della giornata

Tra le tante novità di quest’anno, testimonianze e approfondimenti sul fare impresa saranno uno dei fili conduttori di questa edizione. Più di 30 speaker si alterneranno durante la giornata in workshop e momenti di approfondimento.