Sviluppo di opere cinematografiche e audiovisive

cinemastriscia

Ultimi giorni per le domande al bando per opere cinematografiche e audiovisive

Con il bando previsto dal Programma triennale Cinema 2018-2020 per lo sviluppo di opere cinematografiche e audiovisive, la Regione mette a disposizione 100mila euro. I contributi vengono concessi alle imprese, attraverso Emilia-Romagna Film Commission, per la scrittura di sceneggiature originali e per lo sviluppo di opere audiovisive, anche attraverso la partecipazione a laboratori, workshop, training, work in progress, coproduction market.

mezzetti
Massimo Mezzetti

“A volte anche un piccolo contributo può aiutare per la concretizzazione di idee interessanti- afferma l’assessore alla Cultura Massimo Mezzetti-, e dà il segno dell’attenzione della Regione allo sviluppo della creatività del tessuto imprenditoriale. Nel 2018, la stessa cifra stanziata quest’anno, ha sostenuto la realizzazione di quindici progetti, otto lungometraggi, cinque documentari, due serie tv/web”.

Possono presentare domanda entro le ore 16 del 31 marzo 2019 le imprese di produzione cinematografica e audiovisiva con sede legale in Emilia-Romagna, o con unità operativa attiva sul territorio regionale da almeno 12 mesi, con codice Ateco primario o secondario 59.11.00. Le imprese devono detenere la maggioranza dei diritti relativi al progetto per il quale presentano domanda.

Possono essere opere cinematografiche, televisive e web, documentari e corti d’animazione. E’ prevista un’agevolazione fino a 15mila euro, che non potrà risultare superiore al 70% delle spese di sviluppo sostenute, non coperte da altro finanziamento pubblico. Le domande, pena la non ammissibilità, vanno inoltrate dal legale rappresentante, dall’indirizzo di Posta elettronica certificata del soggetto richiedente all’indirizzo Pec: servcult@postacert.regione.emilia-romagna.it riportando in oggetto “Domanda sviluppo 2019”. Il bando è disponibile sul portale emiliaromagnacreativa.it. Info: filmcom@regione.emilia-romagna.it Davide Zanza, tel. 051 5273581 e Roberto Bosi, tel. 051 5273318.

image_pdf