Skipass 2019 il mondo neve

logo skipass

A Modena, Skipass 2019, la più importante manifestazione fieristica in Italia dedicata alla montagna e agli sport invernali, da giovedì 31 ottobre a domenica 3 novembre. Il turismo bianco in vetrina: Emilia-Romagna e Toscana in una grande area espositiva a cura di Apt Servizi . Alla rassegna  l’unica tappa italiana FIS Freeski & Snowboard Big Air World Cup

Sono 20 le stazioni invernali dell’Appennino Tosco Emiliano, fra Emilia-Romagna e Toscana, che presentano le ultime novità delle vacanze neve a Skipass, la più importante manifestazione fieristica in Italia dedicata alla montagna e agli sport invernali, nei padiglioni di ModenaFiere da giovedì 31 ottobre a domenica 3 novembre. La manifestazione segna l’inizio ufficiale della stagione del turismo bianco. Ed è ormai una tradizione per il pubblico (sono attesi oltre 150.000 visitatori) e per i tour operator di tutto il mondo, andare a scoprire a Modena le ultime tendenze. Skipass ospita tutto quanto riguarda la neve: località turistiche, resort, brand di articoli sportivi, tour operator, nuove discipline sportive, appuntamenti agonistici. La rassegna organizzata da ModenaFiere vede la partecipazione delle due regioni e la partnership della FISI, Federazione Italiana Sport Invernali, main sponsor BPER banca.

Fra tanti momenti spettacolari, spicca un evento agonistico internazionale: l’unica tappa italiana della FIS Freeski & Snowboard Big Air World Cup, con 140 atleti di snowboard e freeski. Medagliati olimpici, campioni del mondo e vincitori di Coppa del Mondo si sfideranno su un gigantesco trampolino, alto come un palazzo di 15 piani (oltre 46 metri).

L’attesa cresce, anche grazie alla straordinaria rampa, che si impone nel cielo modenese e che è diventata quasi un simbolo della manifestazione: proprio sulla immensa struttura si daranno battaglia i 177 atleti confermati dell’unica tappa italiana (la prima in Europa) della FIS Freeski & Snowboard Big Air World Cup, la Coppa del Mondo di Big Air. Una grande competizione sportiva che torna a Modena dopo il successo dell’edizione 2018 e che si prepara ad essere la vera attrazione della kermesse di ModenaFiere. Dalla Cina all’Australia, passando per il Giappone, gli Stati Uniti e anche l’Italia: gli atleti in gara arrivano a Modena da tutto il mondo (più di 20 le nazionalità rappresentate) e sono pronti a sfidarsi a colpi di trick ed evoluzioni. Gian Carlo Muzzarelli, sindaco di Modena: “Modena al centro per continuare a creare opportunità a far conoscere Modena ma soprattutto a far conoscere la bellezza degli sport invernali

Marco Momoli, direttore generale di ModenaFiere: “Skipass è la manifestazione più importante di ModenaFiere, per la visibilità che garantisce al quartiere e alla città, porta la città dentro al quartiere e questo ci fa molto piacere. È un evento che muove tutta l’Italia per venire a Modena e per vedere tutto quello che serve per sciare e per fare turismo invernale”.

Tra gli appuntamenti principali

Flavio Roda

Il 31 ottobre l’inaugurazione della XXVI edizione di SKIPASS Salone del turismo e degli sport invernali con ospite d’onore Alberto Tomba, alla presenza del presidente del Coni Giovanni Malagò e del presidente della Fisi Flavio Roda, poi protagonisti dell’incontro sul tema Olimpiadi Milano-Cortina 2016 condotto da Massimiliano Ossini. A seguire, Olimpiadi “diffuse” 2026, un progetto di comunicazione della montagna italiana “La capacità di fare sistema partendo dagli impianti” promosso da Anef – Associazione Nazionale Esercenti Funiviari. Il 1 novembre, a cura della FISI Federazione Italiana Sport Invernali, la presentazione Campionati Mondiali di Biathlon Anterselva, la consegna Cabina Bormio a Dominik Paris e del Cristallo d’Oro FISI Federazione Italiana Sport Invernali quindi il talk Cortina 2021 con Alberto Ghezze e Sofia Goggia, la presentazione Mascotte con Kristian Ghedina e Sofia Goggia e infine la Festa degli Azzurri.

sofia goggia
Sofia Goggia

Skipass 2019: funziona l’intesa Emilia-Romagna e Toscana

Anche quest’anno Emilia-Romagna e Toscana, partecipano insieme con 15 operatori dell’offerta emiliano romagnoli e cinque toscani. La vetrina dell’Appennino Tosco Emiliano è un grande stand di 228 metri quadrati (Padiglione A 30), dove l’attività di promozione sarà ininterrotta per i quattro giorni della Fiera, tra degustazioni tipiche, intrattenimenti e coinvolgimento del pubblico a cura di Radio Bruno.

Skipass 2019: Alberto Tomba e l’Appennino Emilia-Romagna

Alberto Tomba- corno alle scale

La campagna promozionale dell’Appennino dell’Emilia-Romagna ha anche quest’anno come testimonial Alberto Tomba, il più grande sciatore italiano di tutti i tempi, tre medaglie d’oro alle Olimpiadi, due ai Mondiali, 50 vittorie in Coppa del mondo. Lo slogan è: “L’Appennino dell’Emilia-Romagna è come un’immensa palestra a cielo aperto dove rigenerare il corpo e la mente”. La campagna è stata realizzata da Regione e Apt Servizi Emilia-Romagna con l’obiettivo di promuovere sui mercati nazionali e internazionali la vacanza attiva di 365 giorni l’anno. Alberto Tomba sarà presente all’inaugurazione della fiera, giovedì 31 ottobre, alle ore 12, ed i video promozionali di cui è protagonista saranno proiettati allo stand durante le giornate di Skipass.

Alberto Tomba
Alberto Tomba testimonial

I numeri sono in crescita. Il primo semestre del 2019 si è chiuso positivamente per alberghi, ristoranti e strutture della montagna emiliano romagnola, con una crescita, rispetto all’anno scorso, del +4,8% degli arrivi e del +9,7% delle presenze. Nei primi sei mesi dell’anno, gli arrivi sono stati 164.500 e 752.500 le presenze.

Una scommessa vinta -commenta l’assessore regionale al Turismo Andrea Corsinicontinueremo a sostenere l’Appennino, nella consapevolezza che rappresenta un patrimonio territoriale capace di dare ancora soddisfazioni a territorio ed operatori”. Chi sono i turisti che passano una vacanza in Appennino sia in estate, che in inverno? A prenotare soprattutto italiani (l’86% dei vacanzieri appenninici). Una fetta di mercato evidentemente felice della scelta, visto che la clientela italiana nel primo semestre del 2019 è ulteriormente cresciuta: +6,4% per gli arrivi e +10,6% (616mila) per le presenze. I dati sono dell’Osservatorio Turistico Regionale dell’Emilia-Romagna. In aumento anche gli stranieri che scelgono l’appennino per le loro vacanze sia sulla neve, che nel verde. Le presenze internazionali salgono del 5,8% (136.500), mentre sono in lieve contrazione gli arrivi (-2,9%). 

La stagione 2019-2020 sulle piste da sci emiliano romagnole

L’offerta turistica dell’Appennino Tosco-Emiliano è costituita da 20 stazioni invernali, 400 chilometri di discese, 5.000 km di percorsi. In Emilia-Romagna l’apertura ufficiale degli impianti sarà durante il Ponte dell’Immacolata del 6-8 dicembre prossimi. Le località invernali dell’Appennino a cavallo fra Emilia-Romagna e Toscana – a cominciare dalle stazioni regine, Comprensorio del Cimone (Mo), Corno alle Scale (Bo), Cerreto Laghi (Re) e Abetone (Pt) – proporranno a Skipass il meglio delle loro offerte invernali con depliant, brochure e maestri di sci.

Il pubblico potrà acquistare skipass e pacchetti week end a prezzi scontati: tutte le proposte e offerte di ogni località su www.appenninoeneve.it 

Sul Comprensorio del Cimone (Mo), oltre 50 km di piste, molti lavori sono stati fatti durante l’estate con nuove discese, ampliamenti, raccordi, parcheggi e ulteriori impianti di innevamento. In particolare sono state allargate due aree: l’inizio della Pista 9 e il Campo Scuola al Lago della Ninfa. Gli altri campi scuola, quello alle Polle e quello al Cimoncino, si presenteranno con nuove coperture sui tappeti di risalita. E proprio per i principianti, in genere confinati nei primi giorni di lezione al campo Scuola, è stata realizzata una nuova pista facile alle Polle, nella zona Ariete-Pista del Lago. Un’ulteriore novità è il nuovo raccordo che adesso collega le piste di Piancavallaro a quelle delle Polle. E grande attesa c’è per l’inaugurazione della nuova pista Bob Emotion a Passo del Lupo. Impianti d’innevamento ulteriormente potenziati e una nuova asfaltatura al parcheggio delle Polle completano l’elenco dei lavori effettuati.

Monte Cimone Nordic Walking Park

La prossima primavera gli appassionati di Nordic Walking troveranno al Cimone una grande novità: il Monte Cimone Nordic Walking Park, un’area con 11 percorsi e oltre 40 km di sviluppo complessivo. I tracciati si snodano tra i 500 mt e i 1600 mt di altitudine, nei territori di Fanano, Montecreto e Riolunato Sestola.

E’ un’eccellenza nazionale, sul Monte Cimone, il centro di “sci adattato per disabili” più completo d’Italia, voluto dall’ente filantropico Fondazione per lo Sport Silvia Rinaldi di Bologna ed inaugurato alla fine della scorsa stagione invernale, grazie ai contributi di Regione Emilia-Romagna e Fondazione Vodafone Italia. Le persone disabili di qualsiasi età possono prenotare una lezione di sci con maestri specializzati, noleggiare supporti, come i gusci da sci DualSki e SnowKart, e amplificatori vocali per gli sciatori non vedenti o ipovedenti. Si potranno seguire lezioni di allenamento e perfezionamento della tecnica. Ci sono a disposizione carrozzine di cortesia e parcheggi riservati ad utenti disabili al Passo del Lupo. Tariffe e offerte al Cimone. Come ogni anno la manifestazione fieristica è l’occasione  per acquistare abbonamenti a prezzo promozionale. Il Cimone propone lo skipass valido 3 giorni festivi non consecutivi a 85 euro. E tre giorni feriali non consecutivi a 51 euro. Fra le offerte soggiorno c’è quello per il Ponte dell’Immacolata a partire da 167 euro con2 notti, mezza pensione, 3 giorni di skipass. Da 220 euro il pacchetto di Natale con 3 notti, mezza pensione e 4 giorni di skipass, dal 23 al 26 dicembre www.cimonesci.it

Pay per use a Corno alle Scale (Bo) 

1944 metri, 36 km di piste, nel comune di Lizzano In Belvedere, si trova a poco più di un’ora da Bologna. Fra le novità in arrivo c’è Telepass Pay, un sistema per pagare gli impianti, senza code alla biglietteria. Bisogna scaricare l’app dedicata per acquistare direttamente dal cellulare fino a un massino di quattro skipass. Lo skipass arriverà a casa per posta, oppure si potrà ritirare in un Punto Blu in autostrada o in biglietteria. Il vantaggio è il sistema è Pay per Use. A fine giornata la tariffa addebitata sarà quella del reale utilizzo, in base e agli orari effettivi di accesso agli impianti. L’accordo della Società Ottolupi gestore della stazione sciistica del Corno alle Scale con Telepass Pay, la società del gruppo Telepass, parte da questa stagione e durerà fino al 2022. Cene ad alta quota. Si potrà cenare sui rifugi ad alta quota, trasportati dal gatto delle nevi. Corno alle Scale in collaborazione con il Rifugio Le Malghe propone una cena con degustazione di prodotti tipici a 40 euro, con risalita e discesa sul Gatto delle Nevi. Offerte e promozioni al Corno. A Modena il pubblico potrà acquistare abbonamenti a tariffe promozionali. Tre giorni non consecutivi feriali: 45 euro. Tre giorni non consecutivi festivi: 68 euro. Soggiorno famiglia per i weekend 11/12 e 18/19 gennaio: mezza pensione due skipass festivi: 98 euro a persona (bimbi gratuiti). Dopo la fiera il giornaliero festivo costerà: 33 euro. Info www.cornosci.it

Cerreto Laghi (Re)

28 km di piste e 13 km dedicati al fondo. Si scia all’interno del Parco Nazionale Tosco Emiliano intorno ad un lago appenninico di origine glaciale ai piedi del monte La Nuda, tra faggete innevate. Il giornaliero festivo costa 30 euro. Giornaliero feriale: 18 euro. Di lunedì c’è la promozione a 15 euro.Dormire in un vecchio mulino. A Cerreto Laghi, si può dormire in un antico mulino immerso in un castagneto secolare, sulle rive del fiume Secchia. Si tratta del Mulino del Cerreto, abbandonato dal 1963, raggiungibile in auto e con 10/12 posti letto. Info https://www.ibrigantidicerreto.com/il-mulino-di-cerreto/. Nei dintorni ci sono I Giardini dell’Acqua, allevamento di trote, scuola di pesca, uscite guidate di trekking fluviale, acquario fluviale e ristorantino. Info: www.cerretolaghi.info. 

image_pdf