Nuovi approdi per la Nautica da diporto

Un percorso di accompagnamento negli Stati Uniti per un gruppo di aziende emiliano-romagnole del settore nautica (subfornitura e accessori)

Le analisi di previsione 2021 confermano per il settore della nautica un trend di crescita sostenuto.

Secondo gli ultimi dati Ucina riferiti al 2020, il fatturato dell’industria nautica italiana è rimasto sostanzialmente costante rispetto al 2019 con valori intorno ai 4,8 miliardi di euro complessivi.

In Emilia-Romagna la filiera nautica è cresciuta notevolmente negli ultimi anni puntando su innovazione e design, con una specializzazione particolare nel settore del diporto.  Attorno ai cantieri regionali si è creato inoltre un sistema di fornitori di componenti e servizi altamente competitivo. 

Nautica. E’ un settore con un vasto potenziale in termini di creatività, know-how e tecnologia, una filiera trasversale che può offrire molteplici opportunità di sbocco.  

Su queste basi, Unioncamere Emilia-Romagna con il sistema camerale regionale ha elaborato un progetto che ha come “focus country” gli Stati Uniti d’America, il primo Paese destinatario del nostro export nostrano del settore.

Nei primi mesi del 2020 si è registrato un aumento dell’export italiano di navi e imbarcazioni negli USA del 7,5% rispetto al periodo dell’anno precedente. Le esportazioni totali della nautica dell’Emilia-Romagna nel mercato USA nel triennio 2018-2020, hanno assorbito oltre il 22%.

L’obiettivo di questa iniziativa progettuale camerale è quindi di avviare un’azione commerciale in quest’area al fine di mantenere e incrementare, la presenza delle imprese della regione.

Secondo il rapporto Ucina “La Nautica in cifre”, infatti, l’area del Nord America registrerà una buona ripresa, con particolare riferimento agli Stati Uniti. Al tempo stesso, il mercato statunitense manifesta un outlook positivo per il periodo post pandemico.

Il progetto è rivolto a tutte le imprese emiliano romagnole attive nel comparto nautico e sotto-comparti, con particolare riferimento alla sua subfornitura.

Si prevede il coinvolgimento di un minimo di 6 fino ad un massimo di 9 imprese emiliano-romagnole operanti nel settore della nautica, nella sua accezione più ampia.

Nautica: i comparti collegati 

Sono diversi segmenti merceologici: meccanica: lavorazioni di materiali compositi/innovativi/eco-compatibili; elettronica/elettrica: strumentazione di bordo, illuminazione,  impiantistica,  sistemi di controllo e di sicurezza;  motoristica: motori diesel e gruppi elettrogeni di bordo;  idraulica: impianti, sistemi di ventilazione e refrigerazione; arredamento/tessile:  tessuti, corde, vele, falegnameria, oblò, oggetti in vetro-resina e plastica; accessoristica e componentistica “aftermarket”.

Per candidarsi alla partecipazione è necessario compilare il modulo di manifestazione di interesse fino a lunedì 27 settembre (ore 17) al link disponibile sul sito di Unioncamere Emilia-Romagna (www.ucer.camcom.it)

 

image_pdf