La Coppa d’Oro ritorna a Piacenza

L’appuntamento con il premio Coppa d’Oro  è giovedì 27 settembre dalle ore 15,30 nel salone di Palazzo Gotico a Piacenza

La bandiera per la promozione delle eccellenze agroalimentari piacentine, il Premio Coppa d’Oro  torna giovedì 27 settembre a Piacenza nella cornice del Salone Monumentale di Palazzo Gotico.

L’iniziativa promossa da Camera di commercio di Piacenza e Consorzio Salumi DOP Piacentini in collaborazione con il Comune porta un forte messaggio all’interno del circuito dei prodotti tutelati, valorizzando ulteriormente le  eccellenze agroalimentari del territorio anche grazie ad affermati testimonial.

La Coppa d’Oro 2018 premia Cairo, Rossi e Paratici

Il premio Coppa d’Oro, una pregevole scultura della  artista Marisa Montesissa, assieme a una Coppa Piacentina, per il 2018 è stato assegnato a Urbano Cairo, presidente di Urbano Cairo Communication e RCS Mediagroup (oltre che patron del Torino FC), a Lucio Rossi, fisico piacentino, capo progetto al Cern di Ginevra e Fabio Paratici, ex calciatore e ora direttore sportivo della Juventus, originario di Borgonovo località del territorio. 

Come nella tradizione del Premio, sono state selezionate personalità importanti legate in diverso modo a Piacenza, che hanno operato per promuovere le eccellenze agroalimentari locali e, attraverso le proprie carriere, si sono resi am­basciatori del territorio.

Urbano Cairo , Lucio Rossi, Fabio Paratici  sono i nomi dei premiati che vanno ad aggiungersi al prestigioso elenco degli anni scorsi: il maestro Riccardo Muti, il calciatore Pippo Inzaghi, i ministri dell’agricoltura Maurizio Martina e Paolo De Castro, l’attrice Isabella Ferrari, gli chef Filippo Chiappini Dattilo, Massimo Bottura e Gualtiero Marchesi, il giornalista Giangiacomo Schiavi, i conduttori radiofonici Fede e Tinto, i conduttori televisivi Gerry Scotti e Enzo Iacchetti, il regista Marco Bellocchio, l’allora Commissario di Expo 2015 e ora sindaco di Milano Giuseppe Sala il presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani, il medico nutrizionista Giorgio Calabrese, l’ambasciatore d’Italia nella Federazione Russa Antonio Zanardi Landi, l’Ambasciatore d’Italia in Giappone Domenico Giorgi, l’imprenditore Oscar Farinetti, il Sottosegretario di Stato Paola De Micheli. Lo scorso anno l’allenatore della Lazio Simone Inzaghi, la trasmissione radiofonica “Il Ruggito del Coniglio” il professor Luigi Verrini e l’ingegner Giuseppe Parenti.

2017: consegna premio a Giuseppe Parenti

La Coppa d’Oro una idea per il territorio

Il Premio Coppa d’Oro, è stato ideato nel 2007 da Giuseppe Parenti  che in qualità di presidente della Camera di Commercio di Piacenza, insieme al Consorzio di tutela Salumi DOP Piacentini, pensò di scegliere come icona del territorio la Coppa Piacentina DOP – sintesi di identità, ambiente, cultura, gusto e creatività – per promuovere l’imprenditoria, la cultura e la bellezza del territorio.

Naturalmente  così, accanto alla Coppa Piacentina, l’iniziativa mette in evidenza anche, di conseguenza, il Salame Piacentino e la Pancetta Piacentina, le tre prime DOP dei salumi di Europa.

La Tavola Rotonda e la consegna del premio Coppa d’Oro

La cerimonia di consegna dei riconoscimenti sarà preceduta dalla tavola rotonda “2018 Anno del Cibo Italiano – Gli ambasciatori nel mondo delle DOP e IGP” che avrà inizio alle ore 15. Sui alcuni temi come la grande tradizione della cucina italiana, le grandi imprese sportive, il patrimonio artistico culturale del nostro paese, il genio italiano nel mondo.

Il 2018 è  dedicato al cibo Italiano, l’iniziativa è stata voluta e promossa dai Ministeri delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e dai Beni Culturali e del Turismo oggi in parte riuniti in un unico Ministero MIPAAFT. Cibo, territorio, patrimonio artistico culturale sono le più importanti leve di attrazione turistica per il nostro Paese e le nostre produzioni DOP e IGP sono il fiore all’occhiello di un sistema agroalimentare unico al mondo.

Coppa D’Oro ha raccolto questo stimolo, anzi ha voluto contribuire a celebrare questo straordinario evento con una tavola rotonda capace di proporre sinergie e alleanze tra le eccellenze delle nostre produzioni e il nostro patrimonio artistico che non ha eguali, con i grandi protagonisti della cucina italiana, con le fantastiche imprese sportive, con la genialità italiana che da tutti ci  è riconosciuta.

Alla tavola rotonda parteciperanno alcuni importanti attori del settore agroalimentare nazionale: Simona Caselli, Assessore Agricoltura Regione Emilia Romagna, Luigi Polizzi, Dirigente Mini­stero politiche agricole alimentari e del Turismo,  Urbano Cairo  presidente di Urbano Communication e RCS Media Group, Paolo Piacentini funzionario Ministero del Turismo, Andrea Sinigaglia  direttore generale di ALMA  la scuola internazionale della cucina italiana, Antonio Civita CEO del Panino Giusto, Lucio Rossi capo progetto presso il CERN, Fabio Paratici direttore sportivo Juventus, Fabrizio Binacchi direttore RAI  Emilia-Romagna

Non solo la Coppa d’Oro, ma anche Piacenza è un Mare di Sapori

A seguire, a fare da degna continuazione al premio, sarà l’evento enogastronomico “Piacenza è un Mare di Sapori” che si terrà venerdì 28 settembre e 29 settembre, in piazza Cavalli. Due giorni di appuntamenti, degustazioni enogastronomiche e musica nella manifestazione promossa dal Consorzio Salumi DOP Piacentini, in collaborazione con la Camera di commercio, il Comune di Piacenza e l’Assessorato all’agricoltura della Regione Emilia-Romagna.

Sarà anche la tappa conclusiva di Tramonto DiVino, evento nell’evento, il tour del gusto dell’Emilia Romagna.

Protagonisti principali i grandi prodotti del territorio grazie alla presenza di numerosi Consorzi di Tutela dell’intera Emilia-Romagna.

Le iniziative saranno concentrate nella centralissima piazza Cavalli, dove stand enogastronomici, laboratori, show cooking e appuntamenti musicali faranno da cornice alle degustazioni dei prodotti agroalimentari DOP e IGP dell’Emilia-Romagna accompagnati dai migliori vini regionali e piacentini.

L’appuntamento che rientra fra le attività che il Consorzio Salumi DOP Piacentini ha messo in atto per la valorizzazione delle eccellenze storiche di Piacenza, unica città a poter vantare tre DOP che ne portano il nome, nasce anche dalla collaborazione degli enti promotori con tutti i Consorzi di tutela dei prodotti tipici food&wine dell’Emilia-Romagna.

Ad accompagnare i salumi tipici piacentini saranno infatti i grandi prodotti a Indicazione Geogra­fica, grazie alla presenza di numerosi Consorzi di tutela: Grana Padano DOP, Mortadella Bologna IGP, Salame Cacciatore DOP, Piadina Romagnola IGP, Prosciutto di Parma DOP, Pesca Nettarina di Romagna IGP, Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia DOP, Prosciutto di Modena DOP, Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP, Aceto Balsamico di Modena IGP, Patata di Bologna DOP e Enoteca Regione Emilia Romagna.

Nelle due giornate, a partire dalle ore 11,00 fino alla tarda serata, due giorni dedicati al gusto, con tanti laboratori, momenti di degustazione e attività educational rivolti alle scuole e agli appassionati, per scoprire le DOP e IGP del territorio, comprese le denominazioni vinicole regionali.   

Ma “Piacenza è un mare di sapori” non prevede solo momenti degustativi.

Le eccellenze food&wine saranno accompagnate da incontri e seminari sul tema, inoltre, ogni sera Piazza Cavalli ospiterà interessanti concerti musicali: il venerdì sarà la volta del concerto a cura del Coro del Teatro Municipale di Piacenza diretto dal maestro Corrado Casati, mentre sabato chiuderà la manifestazione il concerto di Daniele Ronda”, alle ore 21,30.

 

Informazioni, Consorzio Salumi DOP Piacentini e Consorzio Salumi Tipici Piacentini e-mail: info@salumidoppiacentini.it  tel. 0523 591260

image_pdf