Home > Primo piano > Con l’accordo di libero scambio il Vietnam è “golden gate”

Con l’accordo di libero scambio il Vietnam è “golden gate”

rifiuti agricoli

Il Vietnam può essere ancora di più la porta di accesso privilegiata al mercato del Sud Est asiatico grazie all’accordo di libero scambio con l’Ue. Emilia-Romagna da tempo in “pole position”

Uno dei Paesi con maggiore attrattività è il Vietnam che, negli anni, ha attuato delle politiche importanti di liberalizzazione del commercio.

Il 1 agosto 2020 è entrato in vigore l’EVFTA, l’Accordo di Libero Scambio tra l’Unione Europea e la Repubblica socialista del Vietnam. L’intesa, che prevede la quasi totale eliminazione dei dazi doganali tra l’UE e il Vietnam, da attuarsi nel lasso temporale di 7 anni, si pone nell’ottica di favorire gli scambi dell’Unione Europea con un Paese in forte espansione, dove la crescita annua è da tempo attestata sul 6-7% annuo, e gli imprenditori europei hanno grandi possibilità di sviluppo.

Al Vietnam, da alcuni anni, Unioncamere Emilia-Romagna, in partnership con la Regione, ha dedicato attenzione, confortata da risultati significativi, con un aumento dell’interscambio commerciale. Sono quasi 800 le imprese dell’Emilia-Romagna che nel 2019 hanno esportato in Vietnam, dove operano anche direttamente alcune aziende del territorio regionale.

Per supportare le imprese è attivo da qualche anno, grazie a un’intesa con l’Agenzia di Sviluppo Becamex IDC, il Desk Emilia-Romagna/Vietnam la cui responsabile, Maily Anna Maria Nguyen, ha incontrato a Roma Nguyen Thi Bich Hue, Ambasciatrice della Repubblica Socialista del Vietnam in Italia. Diversi sono stati i temi trattati durante l’incontro.

I possibili sviluppi derivanti dall’accordo di libero scambio tra Europa e Vietnam

Maily Anna Maria Nguyen e l’ambasciatrice Nguyen Thi Bich Hue

Grazie all’accordo – sottolinea l’ambasciatrice Nguyen Thi Bich Hueil 65% dei dazi sulle esportazioni UE verso il Vietnam sarà eliminato da subito, mentre il restante 35% verrà gradualmente tolto entro 10 anni. Allo stesso modo, circa il 70% dei dazi sull’export vietnamita verso la UE decade all’entrata in vigore dell’accordo, mentre la percentuale rimanente si azzererà entro 7 anni. Questo è il secondo accordo dell’Unione europea con un Paese membro dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est asiatico (ASEAN) dopo Singapore, e uno dei pochi con un Paese in via di sviluppo”.

Il Vietnam rappresenta una piattaforma ideale per investimenti di sviluppo e l’espansione commerciale delle imprese italiane in tutto il mercato dell’ASEAN (organizzazione di 10 Paesi), divenendo così non solo destinazione finale, ma anche punto di partenza.

Il Desk Vietnam, nato dall’accordo di Unioncamere Emilia-Romagna, Camera di commercio Mista Italia-Vietnam (sede a Torino) e Becamex IDC ha l’obiettivo di supportare le imprese italiane con informazioni di primo orientamento e sollecitare gli Investimenti Diretti Esteri nell’area.

Il Vietnam mira a una crescita sostenibile – rimarca Maily Anna Maria NguyenIn particolare la Provincia di Binh Duong ha abbracciato una crescita Smart e con un modello a tripla elica. E’ stata riconosciuta come 21esima Smart City nel mondo dal Programma Intelligent Community Forum di New York e recentemente è entrata come membro nel World Trade Center -di cui fanno parte città come Milano, New York, Dubai- e del World Technopolis Association”.

Nei prossimi giorni in programma due seminari on line dedicati allo sviluppo dei rapporti economici con il Vietnam

Mercoledì 30 settembre (dalle ore 9.30 alle ore 12) nell’ambito del secondo Digital Round Table del High Level Dialogue in tema di Relazioni Economiche tra l’Italia e i Paesi membri dell’ASEAN organizzato da The European House-Ambrosetti, saranno approfonditi aspetti come manifattura SMART e progetto SMART CITY della Provincia di Binh Duong. Durante la tavola rotonda sarà inoltre analizzato il ruolo della tecnologia per sostenere la crescita economica a seguito della pandemia (per ulteriori informazioni scrivere a: desk.vietnam rer.camcom.it).

Martedì 6 ottobre (dalle ore 11 alle 13) si svolgerà il webinar “Nuove opportunità e strumenti per l’internazionalizzazione. Opportunità di investimento: Binh Duong (La nuova SMART CITY)”, organizzato dalla Camera di commercio Mista Italia-Vietnam e dal Consolato Onorario del Vietnam a Torino, sotto il patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica Socialista del Vietnam in Italia in collaborazione con Becamex Binh Duong e Desk Vietnam Emilia-Romagna.

L’obiettivo del seminario on line è di fornire un quadro sugli strumenti e le opportunità che possono derivare dai provvedimenti legislativi (Decreto Liquidità e Decreto Rilancio) varati in risposta alla fase di emergenza sanitaria ed economica per il sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese italiane, con focus sul Vietnam.

Per informazioni, email a: segreteria@camcom-italiavietnam.it

image_pdf