L’Emilia-Romagna al MITT di Mosca


Alla fiera MITT di Mosca con Alberto Tomba e le proposte vacanza 2019
Tredici operatori turistici dell’Emilia-Romagna ospitati in uno stand coordinato da Apt Servizi Emilia Romagna in area Enit


Il campione del mondo di sci Alberto Tomba è testimonial, in Russia, della vacanza attiva in Emilia-Romagna. Lo fa in occasione della rassegna turistica internazionale MITT, in programma dal 12 al 14 marzo a Mosca, dove sono presenti 13 operatori turistici regionali, ospitati in area Enit in uno stand coordinato da Apt Servizi Emilia Romagna, con una postazione personalizzata del Parco Agroalimentare FICO Eataly World di Bologna.

MITT di Mosca: conferenza

Tomba è stato uno dei relatori della conferenza stampa, il 12 marzo all’hotel InterContinental Tverskaya, alla presenza di una trentina tra giornalisti e travel blogger. Nell’incontro sono state presentate le proposte regionali di soggiorno, i nuovi collegamenti aerei con la Russia, il calendario eventi 2019, con un’anticipazione degli appuntamenti del 2020, tra cui spiccano le iniziative collegate ai festeggiamenti per il Centenario della nascita del regista Federico Fellini con l’apertura, a Rimini, del Museo Internazionale a lui dedicato.

Presenti all’incontro l’assessore regionale al Turismo Andrea Corsini, il presidente Apt Servizi Emilia Romagna Davide Cassani, il presidente di Visit Romagna Andrea Gnassi, il direttore “Bologna Welcome” Patrik Romano, l’amministratore delegato “AIRiminum 2014” Leonardo Corbucci e Rita Romani dell’Aeroporto “Marconi” di Bologna.

Quello russo è, per l’Emilia-Romagna, un importante mercato turistico che, negli ultimi dieci anni (2009-2018), ha registrato notevoli incrementi sia negli arrivi (+42,2%, passati da 118.919 a 169.136) che nelle presenze (+46,5%, passate da 483.281 a 707.930).

La Russia è ben collegata con gli aeroporti regionali “Marconi” di Bologna e “Fellini” di Rimini.

Ogni settimana, tutto l’anno, lo scalo bolognese ha 14 voli con Mosca (garantiti dalla compagnia aerea Aeroflot) mentre sono quattro i collegamenti dalla capitale russa allo scalo di Rimini (compagnie Ural Airlines, Nordavia, Rossiya).

Per l’estate 2019 l’aeroporto “Fellini” di Rimini ha in programma, ogni settimana, 29 voli settimanali con la Federazione Russa. Saranno 20 i collegamenti da Mosca (compagnie aeree I-Fly, Redwings, Nordstar, Ural Airlines, Nordwind, Rossiya, Nordavia a cui si sono recentemente aggiunti 4 voli garantiti da Pobeda), 6 i voli da San Pietroburgo (Rossiya, Nordwind e Nordavia) e 3 i collegamenti Ural Airlines da Ekaterinburg, Rostov, Krasnodar.

Corsini con Tomba e il presidente Bonaccini

La Russia è tutt’ora un mercato strategico per il nostro territorio – commenta  l’assessore al Turismo dell’Emila Romagna Andrea Corsini -. Non solo numeri interessanti, ma anche l’alta capacità di spesa singola rappresenta un elemento a beneficio degli operatori. Il mix tra vacanza leisure e offerta culturale, con cui ci presentiamo a Mosca, e la buona disponibilità di collegamenti in entrambi gli scali internazionali della regione, costituiscono un ottimo presupposto per l’efficacia dell’azione promozionale”.

Dei 13 operatori turistici regionali presenti alla rassegna di Mosca quattro sono del Bolognese (Bologna Welcome, Fico Eataly World, Hotel Cosmopolitan Bologna, Monrif Hotels), tre del Parmense (Fidenza Village, Food Valley Travel & Leisure, Grand Hotel Salsomaggiore), uno del Forlivese (Grand Hotel & Spa-Terme di Castrocaro), due del Riminese (Hotel Boemia, Italcamel), uno del Ravennate (Consorzio Batani Select Travel), due dalla Repubblica di San Marino (Ace Tour Operator, Prima Tour).