Bosnia-Erzegovina: opportunità per le imprese

A Forlì e Rimini, giovedì 28 novembre, incontri individuali tra le imprese delle due province e il referente Desk Bosnia-Erzegovina della Camera di Commercio Italo-Bosniaca

di Eleonora Zaccheroni

Continua l’interesse delle imprese delle province di Forlì-Cesena e Rimini per il territorio della Bosnia-Erzegovina e per i mercati limitrofi di Serbia, Croazia e Montenegro. L’avvicinamento di questi mercati all’Unione Europea, infatti, con il conseguente adeguamento della normativa agli standard, apre interessanti finestre di collaborazione alle nostre imprese.

Per conoscere meglio la Bosnia-Erzegovina e i Paesi vicini e quindi facilitare la penetrazione in questi mercati, la Camera di commercio della Romagna organizza, giovedì 28 novembre 2019, nelle proprie sedi di Rimini e Forlì, una giornata di approfondimento con la referente del Desk Bosnia della Camera di Commercio Italo-Bosniaca, Marina Vicini.

Logo camera di commercio italo bosniaca. Su fondo blu, l'immagine gialla dell'Italia e altre immagini di paesaggi del territorio della Bosnia

Le imprese potranno, quindi, incontrare la referente e presentarle domande specifiche sui mercati della Bosnia-Erzegovina e dei Balcani.

Gli incontri si svolgeranno la mattina nella sede camerale di via Sigismondo 28 a Rimini, dalle 9 alle 13, e nel pomeriggio nella sede di corso della Repubblica 5 a Forlì, dalle 15 alle 18.

Quali sono i settori con maggiori opportunità per le imprese?

Rimangono di grande interesse i settori produttivi tradizionali quali legname, metalmeccanico, tessile e calzaturiero, che trainano da tempo l’economia dellaBosnia-Erzegovina.
Negli ultimi anni, a questi, si stanno affiancando nuovi ambiti di attività a cui le nostre imprese guardano con grande interesse. I settori che oggi presentano le maggiori opportunità vanno dalle infrastrutture stradali e ferroviarie, all’energia e all’efficientamento energetico, dall’ambiente al turismo. Per quanto riguarda l’energia, quella da fonti rinnovabili presenta un potenziale di sviluppo enorme, in modo particolare nell’energia da biomasse, nell’eolico e nell’idroelettrico. Le nuove tecnologie per l’illuminazione, come le luci LED, e per il riscaldamento e raffreddamento sono gli ambiti principali di attività per l’efficientamento energetico. Di rilievo sono la gestione e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e del trattamento delle acque e dei fanghi reflui in ambito ambientale. All’ambiente è legato anche lo sviluppo dell’eco-turismo, uno dei molteplici segmenti del settore turismo, a questo si aggiungono, per esempio, il turismo termale, culturale e religioso. Lo sviluppo delle infrastrutture, invece, continuano a essere incentrate sull’attuazione del corridoio intermodale VC, il corridoio Pan-europeo che connette l’Italia all’Ucraina.

Come partecipare

Ogni incontro avrà una durata di circa 20 minuti.

Le agende saranno redatte in base all’ordine delle iscrizioni on line e a ogni impresa sarà comunicato, in tempo utile, l’orario del proprio incontro.

Le imprese interessate possono compilare l’adesione on line entro il 25 novembre, facendo attenzione alla sede di svolgimento degli incontri.

Per iscriversi agli incontri che si svolgeranno a Rimini, compilare il modulo di adesione on line- Rimini

Per iscriversi agli incontri che si svolgeranno a Forlì, compilare il modulo di adesione on line – Forlì

Sede di Rimini: esterorn@romagna.camcom.it – Tel. 0541 363735

Sede di Forlì: esterofc@romagna.camcom.it – Tel. 0543 713475

image_pdf