Seminario sugli approvvigionamenti dall’estero a Rimini

Data25-10-2018
Orario9.30-13.30
Pressosede di Rimini della Camera di commercio di Romagna via Sigismondo 28

Come poter provvedere agli approvvigionamenti dall’estero: incontro formativo

Giovedì 25 ottobre (ore 9.30-13-30) nella sede di Rimini della Camera di Commercio della Romagna in via Sigismondo, 28 è in programma un seminario di formazione su Gli approvvigionamenti dall’estero. Criticità e soluzioni di contrattualistica e fiscalità internazionale internazionale, doganalità sono i temi del seminario diretto a illustrare, con taglio pratico ed esemplificazioni: come predisporre testi contrattuali idonei a tutelare l’azienda italiana nell’ambito dei rapporti con i fornitori esteri di materie prime, componenti, semilavorati e prodotti finiti; come pianificare in maniera corretta i risvolti fiscali e doganali connessi con l’approvvigionamento dall’estero; quali soluzioni adottare per neutralizzare o limitare altri rischi connessi alle operazioni di approvvigionamento dall’estero.

Il seminario metterà gli operatori aziendali in condizioni di: predisporre testi contrattuali idonei a tutelare adeguatamente l’azienda; pianificare qualsiasi risvolto fiscale e doganale; adottare soluzioni idonee a neutralizzare altri rischi. Relatori, gli avvocati Enzo Bacciardi, Tommaso Mancini e Tommaso Fonti dello Studio Legale Bacciardi and Partners.

Per maggiori informazioni a scaricare il programma dal sito camerale. La partecipazione è gratuita  previa iscrizione on line 

Approvvigionamenti dall’estero: PRESENTAZIONE

L’approvvigionamento di materie prime, componenti, semilavorati e prodotti finiti presso fornitori
localizzati all’estero costituisce ormai una pratica ricorrente e rappresenta una soluzione
competitiva determinante per molte imprese italiane.
Nell’ambito di qualsiasi operazione di approvvigionamento dall’estero, tuttavia, occorre gestire in
maniera adeguata le relative criticità attinenti:
a) la corretta ed esaustiva contrattualizzazione dell’approvvigionamento dall’estero;
b) le specifiche tecniche del prodotto commissionato e il trasferimento di tecnologia a favore del
fornitore estero;
c) il rispetto delle norme di fiscalità internazionale e di diritto doganale.
Il Seminario avrà un taglio pratico e metterà gli operatori aziendali in condizione di:
a) predisporre testi contrattuali idonei a tutelare adeguatamente l’azienda italiana importatrice;
b) pianificare in maniera corretta qualsiasi risvolto fiscale e doganale connesso
all’approvvigionamento dall’estero;
c) adottare soluzioni idonee a neutralizzare o limitare altri rischi connessi a qualsiasi operazione
di approvvigionamento dall’estero.
PROGRAMMA
1. Criticità e soluzioni di contrattualistica internazionale
1.1) Tipologie e procedure di approvvigionamento dall’estero:
a) approvvigionamento diretto presso il fornitore (c.d. direct sourcing);
b) approvvigionamento intermediato (c.d. intermediated sourcing);
c) approvvigionamento imposto (c.d. imposed sourcing).
1.2) Modalità di approvvigionamento dall’estero:
a) approvvigionamento tramite soggetti/strutture dell’acquirente (resident / regional
manager; branch e subsidiary);
b) approvvigionamento tramite soggetti terzi quali buyer, intermediari di acquisto, trading
company;
c) approvvigionamento tramite collaborazione produttiva (joint venture contrattuali e
societarie);
d) approvvigionamento tramite trasferimenti di tecnologia.
1.3) Strumenti contrattuali per la regolamentazione delle operazioni di approvvigionamento  dall’estero:
a) accordi di riservatezza (non disclosure agreement)
b) accordi per lo sviluppo congiunto del prodotto (joint development agreement)
c) condizioni generali di approvvigionamento (general purchase terms);
d) contratti di approvvigionamento;
e) contratti di subfornitura (subfornitura tipica, subfornitura di lavorazioni, OEM);
1.4) Analisi delle principali clausole contrattuali per presidiare l’approvvigionamento dall’estero:
a) specifiche tecniche e di conformità;
b) stampi e attrezzature in uso al fornitore;
c) definizione degli standard di qualità dei prodotti e/o del fornitore: SLA (service level
agreements) e KPI (key performance indicators);
d) controlli di qualità e procedure di controllo;
e) previsioni di acquisto – forecast – e pianificazione delle consegne;
f) termini di resa e termini di consegna;
g) prezzo, modalità e termini di pagamento;
h) garanzia sui prodotti e difetti epidemici delle forniture;
i) divieto di affidare la produzione a terzi;
j) phase out, cessazione del rapporto e gestione della fase successiva;
k) legge applicabile e risoluzione delle controversie;
1.5) Tutela dei diritti di proprietà industriale ed intellettuale e tutela della riservatezza.
2. Criticità e soluzioni di fiscalità internazionale
2.1) Rischio di stabile organizzazione materiale all’estero in caso di utilizzo di uffici, subsidiary,
officine e laboratori, depositi e magazzini, technical/resident/regional manager e/o
intermediari negli approvvigionamenti;
2.2) Modalità per la corretta determinazione del prezzo/corrispettivo di acquisto per gli
approvvigionamenti di beni prodotti da, ovvero ottenuti per il tramite di, società controllate
estere;
2.3) Criticità, adempimenti e formalità IVA connesse con il mantenimento e la gestione di depositi
e magazzini di stoccaggio all’estero.
3. Criticità e soluzioni di doganalità
3.1) Le operazioni di importazione;
3.2) Il ruolo della voce doganale;
3.3) Il valore delle merci in Dogana; obbligo di dichiarare in Dogana le eventuali royalty dovute al
licenziante.
3.4) Il ruolo dell’origine delle merci in fase di import: origine preferenziale, origine non
preferenziale e sistema delle preferenze generalizzate (SPG).
RELATORI:
 Avv. Enzo Bacciardi, senior partner dello Studio Legale Bacciardi and Partners, specializzato
in diritto del commercio internazionale e contenzioso internazionale, giudiziale e arbitrale;
 Avv. Tommaso Mancini, partner dello Studio Legale Bacciardi and Partners, specializzato in
contrattualistica internazionale, pagamenti internazionali ed e-commerce;
 Avv. Tommaso Fonti, LL.M., partner dello Studio Legale Bacciardi and Partners,
specializzato in fiscalità internazionale, IVA internazionale e diritto applicabile alle
assegnazioni di lavoratori all’estero.