Moda Makers: novità a ModenaFiere

moda makers logo

La manifestazione delle PMI del fashion Moda Makers torna in presenza dal 9 all’11 novembre nella nuova sede del quartiere fieristico di Modena, mantenendo anche la piattaforma digitale

Era una notizia molto attesa, e finalmente è realtà: dopo tre edizioni di Moda Makers in versione esclusivamente digitale a causa della pandemia, torna in presenza la manifestazione delle aziende di moda del distretto di Carpi.
Da martedì 9 a giovedì 11 novembre, infatti, i visitatori potranno fisicamente recarsi nella nuova sede dell’evento, il Quartiere Fieristico di ModenaFiere.

Una nuova sede, dunque, in grado di consentire, lo svolgimento della manifestazione in piena sicurezza e rispetto delle normative e che, grazie agli ampi spazi, consentirà di ospitare un numero maggiore di aziende espositrici e visitatori. Una nuova sede la cui disponibilità è frutto del protocollo d‘intesa firmato qualche mese fa dai promotori di Carpi Fashion System e da Camera di Commercio di Modena, cui è stato ceduto il marchio Moda Makers, e che a sua volta ha indicato ModenaFiere quale soggetto organizzatore dell’evento.

logo moda makers

Moda Makers: a ModenaFiere 34 aziende esporranno le Collezioni Autunno/Inverno 2022/2023

L’inaugurazione della 12^ edizione, alla presenza del presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, si svolgerà martedì 9 novembre, alle ore 10

Saranno 34 le aziende espositrici, PMI che presenteranno le proprie Collezioni Autunno/Inverno 2022/2023 per la moda femminile ai buyer previsti in arrivo da tutta Italia e anche dall’estero. 

Cuore pulsante della manifestazione saranno le aziende del Distretto di Carpi, che testimonieranno quella che è la caratteristica che ha reso famoso nel mondo questo territorio  dagli anni ’50 sino a oggi, ovvero  la grande tradizione artigiana nel tessile. 

Una nuova sede per Moda Makers: le opportunità

Una nuova casa che consentirà in futuro non soltanto superfici espositive maggiori, in grado di aumentare il numero delle aziende espositrici, ma anche collegamenti diretti con le gradi arterie della viabilità sia stradale che ferroviaria.

Non meno importante, il fatto che l’organizzazione diretta di ModenaFiere consentirà di accedere al circuito fieristico internazionale, facendo rientrare Moda Makers tra le manifestazioni ufficiali del cartellone di appuntamenti annuali a livello internazionale.

Un passo in avanti importante, dunque, per una manifestazione che, negli anni, non ha mai visto arrestare la propria crescita, così come l’interesse da parte dei compratori di tutto il mondo, e che ora, dopo il periodo complesso dell’emergenza Covid-19, rilancia la propria centralità nel panorama delle PMI della moda.

lana e metro per abiti

Anche una vetrina virtuale 

Non solo: accanto all’edizione fisica resterà anche la vetrina virtuale che mostrerà i capi delle aziende espositrici, unendo così i punti di forza sia della manifestazione in presenza che delle potenzialità del web, la cui piattaforma online continuerà a essere gestita dal Consorzio Expo Modena.

Moda Makers Digitalil portale online appositamente concepito per esporre le collezioni delle aziende produttrici (digital.modamakers.it), che presenterà le collezioni di alcune delle aziende espositrici e che sarà online a partire dal 12 novembre, al termine dell’edizione fisica, e sino alla prossima edizione.

Moda Makers, nella sua doppia veste fisica e digitale, vuole quindi lanciare un segnale importante di ripartenza e fiducia a un settore che come pochi altri è stato messo a dura prova nei mesi dalla pandemia.  

La novità di Moda Makers: le dichiarazioni 

Grande soddisfazione è espressa da quanti hanno creduto fermamente in questa evoluzione: “La firma del protocollo d’intesa si è rivelata strategica, e rappresenta il pre-requisito fondamentale a questo importantissimo passaggio – commenta il vice dindaco e assessore all’Economia del Comune di Carpi, Stefania Gasparini e, oltre a rallegrarci di poter tornare finalmente ad aprire i battenti della manifestazione per poter permettere ai visitatori di aggirarsi tra gli stand e toccare con mano le creazioni delle aziende, siamo profondamente convinti che la decisione di esportare Moda Makers a ModenaFiere darà grandi frutti in termini di soddisfazione di imprese e buyers”.

Le fanno eco le parole di Giuseppe Molinari, presidente della Camera di Commercio di Modena: “L’ente camerale, con questa operazione, ha inteso dare un supporto fattivo alle imprese del distretto moda carpigiano, assicurando nuovi spazi ad una manifestazione che ha sempre portato apprezzabili risultati in termini di visibilità e di vendite e che oggi finalmente può tornare a realizzarsi in presenza, in una location più ampia e prossima alle arterie autostradali, requisiti che pongono le basi per una ulteriore espansione della kermesse”.

Dal punto di vista di ModenaFiere, a porre l’attenzione sulle nuove potenzialità della manifestazione è il presidente, Alfonso Panzani: “Nutriamo grande fiducia nel fatto che questo cambio di location rappresenterà un avanzamento strategico importante nel medio periodo, che consentirà di portare concreti vantaggi per la manifestazione, per le aziende partecipanti e, di conseguenza, per il territorio e il Distretto del tessile-abbigliamento nel suo complesso. Se si è presa questa decisione è perché tutti i promotori sono fermamente convinti che le ampie prospettive di crescita di Moda Makers possano così svilupparsi ancora meglio, esprimendo tutto il potenziale dell’evento”.

La fiera fisica vedrà la partecipazione di 34 aziende, per un totale di quasi 35 milioni di euro di fatturato, 227 dipendenti, e circa 1,7 milioni di capi prodotti annualmente:  Acquamarine, Angela F, Arduino Gironacci, Cocoba Fashion House, Confezioni Gigi’s, Confezioni Katy, Confezioni Patry, Dani Confezioni, Denis, Donne da Sogno, Eleonora Amadei, Emmegi 2, Francesco Grandi, Gil, Goldme, Idea Tessile, Il Trifoglio, Incontro, Io e Te Maglierie, Loft 51, Mabal, Maglieria Paola Davoli, Mery, Moda Milena, Mrc, New Terconf, Officina Italia, Pioneer, Pour Moi, Settimocielo, Sorriso, Tabula Rasa, Talea By Perini, Walmode.

Accanto agli stand espositivi non mancherà anche la tradizionale sfilata, mercoledì 10 novembre, alle ore 17.

progettazione collezioni

Modalità di presenza. Organizzazione

La partecipazione all’evento è gratuita, ma riservato agli operatori del settore, che per accedere ai padiglioni dovranno registrarsi gratuitamente (https://modamakers.modenafiere.it). 

Registrandosi, i buyer nazionali e internazionali e gli agenti di commercio potranno inoltre usufruire dei benefit messi a loro disposizione dagli organizzatori della manifestazione. 

Moda Makers è organizzata da ModenaFiere e promossa insieme a Carpi Fashion System, il progetto di sostegno alle aziende del Distretto di Carpi  di cui fanno parte CNA, LAPAM-Confartigianato, Confindustria Emilia, insieme a Camera di Commercio di Modena, Fondazione Democenter-SIPE, ForModena e Comune di Carpi, con il determinante contributo di Fondazione CR Carpi.

Per ulteriori informazioni consultare il sito internet www.modamakers.it

 

image_pdf