Ecco di nuovo Sana il salone del bio

Dal 9 al 12 settembre a Bologna Fiere, la trentratresima edizione di Sana il salone internazionale del biologico e del naturale. Sei aree tematiche. Convegni, incontri e assaggi. In parallelo anche OnBeauty e Cosmofarma

Per fare il punto sul mondo del biologico, a cominciare dal cibo, arriva nel quartiere fieristico di Bologna la 33ª edizione del Sana, Salone internazionale del biologico e del naturale.  Contemporaneamente si svolgono OnBeauty by Cosmoprof e Cosmofarma, con l’obiettivo di capitalizzare i punti di convergenza tra le diverse filiere.

L’evento è organizzato da Bologna Fiere con il patrocinio del Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, del Ministero della Transizione ecologica, e della Camera di commercio industria artigianato e agricoltura di Bologna, in collaborazione con Assobio e Federbio e con il supporto di Ita, italian trade agency per le azioni di internazionalizzazione, e di Siste, società italiana di scienze applicate alle piante officinali e ai prodotti per la salute.

SANA offre un programma ricco di iniziative e un nuovo progetto espositivo che prevede sei aree tematiche: Organic Food, Care&Beauty, Green Lifestyle, Sanatech, Sana Tea e Free From Hub. 

Primo appuntamento in presenza per il settore del biologico e del naturale, SANA propone un layout rinnovato, che coinvolge i padiglioni 25, 26 e il 37, di ultima realizzazione, all’interno dei quali prendono forma le tre macro-aree di riferimento: FOOD, CARE & BEAUTY e GREEN LIFESTYLE.
A caratterizzare con forza l’evento contribuisce la concomitanza con OnBeauty by Cosmoprof e con COSMOFARMA, che va ad ampliare ulteriormente la platea del pubblico di riferimento e ad accrescere le opportunità di business e networking per aziende e professionisti di filiere tra loro interconnesse.

A Sana il salone internazionale, 600 marchi e 500 novità di prodotto.

Ad attendere il pubblico di professionisti e appassionati, seicento brand e cinquecento novità di prodotto per una manifestazione che sa mettere a valore l’ intera gamma merceologica dell’ universo bio.

Gianpiero Calzolari, presidente di BolognaFiere inquadra così la manifestazione.
Con SANA diamo ufficialmente il via alla ripresa delle manifestazioni fieristiche in presenza. Anche se le preoccupazioni legate alla pandemia non sono del tutto superate, questa ripartenza – gestita nel rispetto di tutti gli standard di sicurezza – è molto significativa. BolognaFiere sarà impegnata, nei prossimi mesi, in un serrato calendario di appuntamenti fieristici e apre il calendario autunnale con una tematica quanto mai attuale venendo da un periodo che ci ha imposto profonde riflessioni. Partiamo con SANA, dunque, a cui si affiancano altri due eventi: OnBeauty by Cosmoprof e Cosmofarma, realizzando un unicum nel panorama delle rassegne espositive“.
E’ un’edizione che, accanto ai tradizionali settori e appuntamenti, come RIVOLUZIONE BIO, gli stati generali del biologico, presenta alcune importanti novità.

La prima – continua Calzolari – è senza dubbio il lancio di SANATECH, dedicata alla filiera produttiva del biologico con un focus per il 2021 sul packaging sostenibile. Strategiche anche le scelte fatte che interessano il digitale a partite dalla collaborazione attivata con Alibaba.com per dare visibilità nostri espositori attraverso una piattaforma di oltre 26 milioni di operatori in tutto il mondo. Sfrutta le opportunità digitali anche SANA DIGITAL, un’anteprima dell’evento in versione online che consentirà a buyer e operatori di incontrarsi virtualmente nei giorni che precedono la fiera. Diamo, quindi, appuntamento a Bologna a settembre, in presenza, per un’edizione della fiera che, come illustrato dai relatori di questa conferenza stampa, sarà ricca di contenuti e momenti di discussione“.

I dati del bio

Francia prima, Spagna seconda e Italia terza, è la classifica delle tre nazioni con la maggior superficie coltivata a biologico in Europa secondo il report “Il Bio, protagonista della sovranità alimentare” pubblicato da Agence Bio, l’agenzia francese per la promozione e dell’agricoltura biologica, che con 2,5 milioni di ettari dichiara il primato su Spagna (2,4 milioni di ettari) e Italia (quasi 2 milioni di ettari), che fino a poco tempo fa era invece leader in questa graduatoria.  “Comunicazione, formazione e ricerca universitaria, istruzione scolastica: sono queste le linee su cui il governo italiano dovrebbe investire per innescare un processo virtuoso nello sviluppo di un’economia agricola biologica anche in Italia”, commenta Roberto Zanoni, presidente di AssoBio, l’associazione nazionale delle imprese di trasformazione e distribuzione dei prodotti biologici, partner di SANA, il Salone internazionale del biologico e naturale a BolognaFiere. “Siamo ancora leader in Europa per l’export ‘bio’ (2,6 miliardi di euro) e per terreni coltivati in rapporto alla superficie agricola utilizzata (15,8%), ciò che serve ora è promuovere un rinnovamento culturale tra i consumatori, affinché il nostro Paese possa mantenere il ‘vantaggio del pioniere’ – prosegue Zanoni – il Green Deal europeo sollecita la conversione a biologico del 25% delle superfici coltivate entro il 2030 ma l’Italia rischia di farsi soffiare quote di mercato da altri paesi, magari partiti più indietro ma più bravi nel sostenere consumi e investimenti”.

Analizzando la situazione del mercato interno, emerge che le vendite complessive del biologico registrano una crescita del 5% rispetto allo scorso anno, attestandosi a un valore leggermente superiore ai 4.6 miliardi di euro (anno terminato a luglio 2021). Anche sul fronte export, il bio made in Italy continua la sua corsa registrando un + 11% rispetto allo scorso anno, raggiungendo 2,9 miliardi di euro di vendite sui mercati internazionali. 

Nel mercato interno, la parte più rilevante riguarda i consumi domestici, a testimonianza dell’attenzione delle famiglie italiane, con quasi 3,9 miliardi di euro (+4% rispetto allo stesso periodo del 2020). Bene anche i consumi fuori casa, che, grazie alle progressive riaperture, segnano un aumento del 10% raggiungendo 701 milioni di vendite. 

Il calendario dei principali eventi 

evento sana

Per fare il punto sul mondo del biologico, tra gli appuntamenti in programma “Rivoluzione bio, gli Stati generali del biologico“, che anche quest’ anno offriranno una panoramica a tutto campo sul settore, propedeutica a sessioni di dialogo e confronto puntuali tra istituzioni, player della filiera ed esperti. In questo contesto verranno presentati i dati dell’Osservatorio Sana 2021 che come ogni anno darà “tutti i numeri del bio”, dalla produzione alle dimensioni del mercato. Da segnalare il workshop “Non c’ è agricoltura senza suolo. E non c’ è suolo fertile senza agroecologia” organizzato da FederBio (10 settembre, 15-17.30), mentre”Agricoltura biodinamica? La parola agli esperti” è il congresso inaugurale del Master Giurista e consulente della sicurezza alimentare dell’ Università di Bologna. Confermata anche “La Via delle Erbe“, l’iniziativa organizzata in collaborazione con SISTE, Società Italiana di Scienze Applicate alle Piante Officinali e ai Prodotti per la Salute, e con ALTEA, l’associazione dei tecnici erboristi dell’Università di Torino, per mettere in risalto storia, proprietà, benefici e potenzialità d’ uso delle piante. Focus della edizione, il tema del fuoco e gli approfondimenti su pepe, peperoncino, mate, guaranà, té.

Un contributo significativo dalle due principali new entry del progetto espositivo, SANATECH e SANA TEA.


SANATECH si configura come il primo Salone professionale dedicato alla filiera della produzione agroalimentare, zootecnica e del benessere, biologica ed ecosostenibile, promosso da BolognaFiere, con il sostegno di FederBio Servizi e la segreteria tecnico-scientifica di Avenue Media. La rassegna rappresenta una vetrina altamente qualificata per gli operatori, che svilupperà ogni anno focus tematici dedicati. Focus sul packaging, declinato sia in ottica alimentazione sia in ottica cosmetica.
SANA TEA, organizzata da BolognaFiere in collaborazione con associazione In Tè, offre una prima occasione per familiarizzare con i sempre più richiesti tè e tisane:  in mostra a Bologna le novità delle aziende italiane che hanno scelto di puntare su questo mercato in forte espansione.

convegno SANA

Partnership in primo piano: da Alibaba alla Slow Food Coalition


Prosegue senza soluzione di continuità l’impegno di BolognaFiere nella tessitura di relazioni a livello nazionale e internazionale con partner strategici per lo sviluppo del business e del comparto.
È operativo l’accordo fra BolognaFiere e Alibaba.com che ha messo in sinergia le piattaforme fieristiche di BolognaFiere, in particolare di SANA, con la piattaforma del leader mondiale del commercio online B2B, in cui operano quotidianamente oltre 26 milioni di buyer, attivi in 190 Paesi del mondo.
È ufficiale, inoltre, la sempre più stretta relazione tra BolognaFiere-SANA e Slow Food. Alla recente nascita della Slow Wine Coalition, la nuova rete mondiale di Slow Food pensata per riunire gli attori della filiera del vino accomunati da un’idea di un vino buono, pulito e giusto per tutti, si aggiungeranno una serie di appuntamenti di progressivo avvicinamento alla prima edizione di SANA SLOW WINE, la manifestazione organizzata da BolognaFiere e a cura di Slow Food, che ospiterà tra l’altro il primo incontro internazionale della Slow Wine Coalition.

 Ventisette imprese bolognesi presenti con la Camera di commercio 

L’appuntamento è al padiglione 37 per le imprese del settore food e al padiglione 26 per le imprese di tutti gli altri green-settori. Una possibilità che la Camera di commercio offre alle imprese del territorio da vent’anni, accompagnando il settore nei profondi cambiamenti che hanno portato quello che era un comparto di nicchia a divenire un segmento importante della trasformazione economico e culturale dell’alimentazione e degli stili di vita degli italiani. Ne è un esempio la Bio Borsa  che prese il via proprio vent’anni fa in occasione di Sana e che da allora ogni giovedì quota il prezzo all’ingrosso della frutta e della verdura biologica.

Delle 27 imprese, 10 sono aziende legate all’agricoltura e 17 ai prodotti green. L’elenco completo e tutte le informazioni su www.bo.camcom.it  

Video 

Tutte le informazioni su www.sana.it.

image_pdf