Premi alla Camera di commercio di Ferrara: giovani in evidenza

premiati alla Camera di commercio di Ferrara

La consegna dei premi alla Camera di commercio di Ferrara ai ragazzi dell’IIs Copernico Carpeggiani, del liceo Ariosto e, secondo posto, del Liceo Carducci

E’ andato alla Classe 3^N (indirizzo Meccanica, Meccatronica e Energia) dell’IIS Copernico Carpeggiani, nella categoria Istituti tecnici e professionali, e alle Classi V4^ Y – 5^ Q e O (indirizzo Economico Sociale e Linguistico) dell’Ariosto, nella categoria Licei, il primo Premio della Camera di commercio di Ferrara per il miglior progetto di alternanza scuola lavoro ( seconda sessione anno 2018) ideato, elaborato e realizzato dagli studenti e dai tutor degli Istituti scolastici ferraresi di secondo grado. Così ha deciso la Commissione di valutazione formata, tra gli altri, da docenti universitari, che ha collocato sul gradino più alto del podio il video multimediale dell’Istituto Copernico Carpeggiani Scuola e Industria 4.0 – con confidenza e competenza verso industria 4.0 ” e del Liceo Ariosto  “Da Torino a Ferrara e Ritorno – lavorare con i libri”.

Premi alla Camera di commercio di Ferrara: seicento euro per ogni scuola

A questo ammonta l’assegno consegnato dal presidente della Camera di commercio di Ferrara, Paolo Govoni, nell’ambito di un nutrito programma di iniziative – tra cui il “Job Learn Week” di ottobre, la formazione “sul campo” di imprenditori e insegnanti, attraverso il modello ”Impresa in azione” e “Camera Orienta” in programma a gennaio 2019 – dell’Ente di Largo Castello per promuovere l’alternanza scuola-lavoro e favorire la costituzione e l’animazione di network territoriali con gli istituti scolastici, il mondo delle imprese, gli enti pubblici e quelli del no profit.

Gli studenti del Copernico Carpeggiani, coordinati dal professor Giovagnoli Emanuele, docente di Sistemi e Automazione, hanno partecipato alla manifestazione fieristica “FARETE 2018”, con le imprese Efm Impianti Srls e Oberti Srl, guidati dai tutor aziendali Luigi Balanzoni e Roberto Bonora, per presentare al pubblico della fiera nuove schede che, connesse ai sistemi meccanici, sfruttano la tecnologia pneumatica per l’automazione al fine di progettare e realizzare un apparato meccanico controllato a distanza per la gestione di dati, informazioni e conservazione degli stessi.

Le alunne del Liceo Ariosto, seguite dalle professoresse Stefania Borini e Roberta Mori, hanno lavorato in due contesti successivi – il Salone del Libro di Torino (Torino, 10-14 maggio) e il Festival di Internazionale (Ferrara, 5-7 ottobre) – come blogger per scrivere testi di cronaca/commento in forma di post corredati da immagini e video. Le studentesse sono state seguite dal tutor aziendale Augusta Giovannoli.

Premi alla Camera di commercio di Ferrara, il secondo classificato 

Piazza d’onore nella categoria Licei per il progetto “Laboratorio di educazione ai linguaggi audiovisivi” con “Il ghetto di Ferrara” – Il filo della Memoria” delle classi 3^A e 4^A (indirizzo Economico Sociale) del Liceo Carducci, a cui è andato un assegno di 400 euro, prodotto in collaborazione con Aidel Sentieri Multimediali e la tutor aziendale Rita Bertoncini, con la realizzazione delle riprese della zona storica del Ghetto di Ferrara e dell’intervista al sarto, testimone della storia del quartiere, nella sua bottega. Tutor scolastico del progetto è la professoressa Maria Cristina Marchioli.

Giunto alla terza edizione, il Premio “Storie di Alternanza” è un progetto molto sentito dalla Camera di commercio, alla quale la legge di riforma affida una serie di nuove funzioni in materia proprio di orientamento scolastico e alternanza scuola-lavoro. Tra queste, anche la gestione del Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro, punto d’incontro (virtuale) tra le scuole e le strutture che sono disponibili ad ospitare studenti in esperienze di alternanza e apprendistato per offrire loro un periodo di apprendimento on the job.

Al Premio della Camera di commercio, i cui battenti riapriranno nel 2019, possono partecipare gli studenti, singoli o in gruppo, che: facciano parte di una o più classi di uno stesso o più istituti di istruzione secondaria superiore; abbiano svolto e concluso, a partire dall’entrata in vigore della legge n. 107/2015, un percorso di alternanza scuola-lavoro (presso imprese, Enti, professionisti, impresa simulata, etc.); abbiano realizzato un racconto multimediale (video) che presenti l’esperienza di alternanza realizzata, le competenze acquisite e il ruolo dei tutor (scolastici ed esterni).

image_pdf