Strategie per l’ambiente a Ecomondo

Nuove prospettive e strategie per l’ambiente a ECOMONDO che torna con KEY ENERGY, SALVE e DPE. Tutti occupati i 129.000 mq del quartiere fieristico di Rimini: sono presenti ben 1.300 imprese da 30 Paesi

I protagonisti del Green new deal si danno un appuntamento di quattro giorni a Rimini. Dal 5 all’8 novembre vanno in scena i saloni dell’economia circolare organizzati da Italian Exhibition Group, la società nata dalla fusione delle Fiere di Rimini e di Vicenza. Su tutti i 129.000 metri quadrati del quartiere, 1.300 imprese da 30 Paesi daranno vita a Ecomondo, l’evento europeo della circular e green economy; a Key Energy il salone delle energie rinnovabili; al biennale Sal.Ve., salone del veicolo per l’ecologia; infine alla prima edizione di Dpe, Distributed power Europe, l’evento dedicato alla power generation. Per l’inaugurazione, taglio del nastro affidato al ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri, Riccardo Fraccaro, all’assessore alle Politiche ambientali della Regione Emilia-Romagna, Paola Gazzolo, alla collega al Comune di Rimini, Anna Montini, e al presidente di Ieg, Lorenzo Cagnoni. Per poi entrare subito nel vivo con gli Stati Generali della Green Economy, dedicati quest’anno a Green new deal e sfida climatica. L’ex ministro Edo Ronchi, del Consiglio nazionale della Green economy, aprira’ gli interventi di ministro e sottosegretario. Sono diversi i seminari internazionali in programma, a cura dei comitati scientifici guidati da Fabio Fava di Ecomondo e Gianni Silvestrini di Key Energy, con oltre 1.000 relatori e diversi focus. Sicura protagonista la plastica, a partire da mercoledì quando e’ in programma un convegno dal titolo “La Strategia italiana per la plastica”, a cura dell’ufficio stampa del ministero dell’Ambiente.

Strategie per l’ambiente: per un Green New Deal

Perché ci sia davvero un Green New Deal serve cambiare marcia, in tutto il mondo. Sarà questo il messaggio forte che partirà dalla Fiera di Rimini, dove Italian Exhibition Group organizza la grande piattaforma fieristica europea dedicata alla circular economy.

Green New Deal e sfida climatica: obiettivi e percorso al 2030 da dove scaturiranno idee e proposte per sostenere, dare forza ad un cambiamento che punta al consistente taglio delle emissioni di gas serra e a rilanciare nuovo sviluppo e nuova occupazione. In programma un palinsesto di seminari internazionali a cura dei comitati scientifici guidati da Fabio Fava (Ecomondo) e Gianni Silvestrini (KeyEnergy), con oltre mille relatori.

Diversi i focus di approfondimento

Tema di attualità che a Ecomondo troverà grande rilievo sarà quello relativo alla plastica, con il convegno dal titolo La Strategia italiana per la plastica. Ad avviare ufficialmente il programma di Key Energy, sarà il professor Vittorio Chiesa, direttore dell’ Energy&Strategy Group del Politecnico di Milano, che presenterà uno studio di scenario che conterrà le previsioni future, oltre che sullo sviluppo delle energie rinnovabili, anche sul processo di riqualificazione del patrimonio immobiliare e sul trend della mobilità e lettrica e sostenibile, temi decisi viper affrontare in maniera adeguata la decarbonizzazione al 2030. Centinaia i buyers registrati sulla piattaforma digitale, dove si programmano gli incontri di business con gli operatori in visita al quartiere: ne sono attesi da 150 Paesi. Fra i tanti meeting internazionali, da segnalare il primo Business Forum Italia – Egitto “Water, Energy, Waste, Mobility” organizzato dal Comitato Tecnico Scientifico di Eco mondo in partnership con l’ Ambasciata d’ Italia al Cairo e la Camera di Commercio Italiana in Egitto. Il programma completo è online: www.ecomondo.com e www.keyenergy.it.

Ricco il programma di iniziative della Regione Emilia-Romagna e di Ar-ter.