TEDxBologna in piazza Maggiore

Data13-09-2020
Orario20
Dovepiazza Maggiore Bologna

10 anni per TEDxBologna, la città festeggia l’evento per la prima volta nella storica Piazza Maggiore: più di 3000 posti installati, di cui utilizzabili poco più di 2000 per ragioni di sicurezza. Otto speaker, otto idee di valore si alterneranno sul palco abbracciando i campi più disparati: sport, tecnologia, management, comunicazione, scienza, arte medicina e innovazione. Il titolo di quest’anno è Outsider, dedicato a tutti coloro che vanno oltre le logiche del conformismo e del pregiudizio.

domenica 13 settembre 2020 ore 20 – Piazza Maggiore – Bologna

Per prenotazioni https://tedxbologna.com/outsider/

 

“Da qualche anno TEDxBologna è sempre soldout e quest’anno – racconta Andrea Pauri, curatore dell’evento –  in questo particolare periodo storico e anniversario siamo andati oltre le abituali location,  abbiamo chiesto al Comune di Bologna, la possibilità di farlo in una delle piazze più belle di Italia: piazza Maggiore, per dare eco alle otto idee di valore che si alterneranno sul palco e per offrire la possibilità ai tanti che negli anni scorsi per ragioni di spazio non hanno potuto seguire i nostri TEDxBologna”.

Con più di 2000 posti opportunamente distanziati torna TEDxBologna

Gli outsider speaker: Annalisa Malara, il medico che scoprì il paziente di Covid-19 numero 1 a Codogno, Valentina Sumini, l’architetto del MIT che progetta soluzioni abitative per Luna e Marte, Cinzia Pennesi, una delle poche direttrici d’orchestra in Italia, Lorenzo Bernardi, miglior pallavolista del XX secolo, Vittorio Martinelli, “nemico del lavoro per la vita” e AD di Olympus Italia. Andrea Marchesini, mediatore culturale con grandi progetti (in corso) per l’inserimento degli immigrati nel mondo del lavoro. Alfredo Accatino, uno dei più noti e premiati creativi italiani e scrittore di due libri sugli outsider. Luca La Mesa, esperto di social media e innovazioni tecnologiche.

Ospite di eccezione Marco Landi, riscopritore di talenti, l’unico manager italiano ad essere stato ai vertici di Apple. Un esempio di come un giovane chiancianese forte dei valori trovati nella propria famiglia, dell’insegnamento del Cardinal Giacomo Lercaro e di una solida preparazione all’Università di Bologna affronta e vince enormi sfide nel campo professionale con grandi aziende IT.

Non mancherà l’arte nella sua accezione musicale con Eleonora Montagnana (violino elettrico) e Marianne Gubri (arpa) e i performer Paola Breton (Hula Hoop) e Simone Al Ani (sfere e cerchi).

 

Gli speaker in breve

Annalisa Malara, Medico Dirompente e Cavaliere del Lavoro – Cremona. Ha individuato il paziente 1 di Covid-19 della Lombardia.

Porterà sul palco un messaggio di ispirazione: l’importanza del lavoro di squadra nell’ottenere risultati importanti, la passione per quello che si fa e la voglia di dare il massimo indipendentemente da dove lo si fa e da chi si è. Malara sottolineerà il ruolo centrale che il malato deve ricoprire nel lavoro di un medico, in questo caso la tutela del singolo. Tutto questo andando da vera “outsider” al di là della decisione più semplice da compiere.

Valentina Sumini, Space Architect – Alessandria. La sua vision verte su un futuro multiplanetario per l’umanità. Progetta gli spazi abitativi nello spazio e attraverso i suoi lavori descriverà l’approccio distribuito e multidisciplinare che la NASA e l’ESA stanno implementando per raccogliere spunti di creatività ed innovazione bottom-up.

 

Andrea Marchesini Reggiani, Creatore di lavoro – Bologna. Altri tipi di “outsider” presenti nella società italiana senza farne veramente parte sono i richiedenti asilo e i titolari di protezione internazionale. È diffusa l’opinione che al massimo possono ricevere assistenza, ma devono stare “fuori dal recinto”.

Marchesini da outsider si chiede: “E’ possibile lavorare con i migranti per creare nuovi contenuti e generare valore affrontando i problemi da prospettive inedite?” Risponderà a questa domanda con la partecipazione eccezionale di Bassirou Zigani, artigiano della moda e lottatore di speranza.

 

Alfredo Accatino, Outsiderista, creativo e scrittore – Roma. E’ uno dei più noti creativi italiani, e il suo speech punterà a definire il concetto di “outsider” in tutte le espressioni delle arti visive, esaltando alcune storie esemplari del ‘900. Per questo ha redatto le 10 leggi dell’Identità Outsiders, ribaltando alcuni luoghi comuni. Così si potrà scoprire che cinque anni prima di Kandinskij una donna realizzava le prime opere astratte della storia, che ignoriamo chi ha creato alcune icone del ‘900, e che l’idea dell’orinatoio, Duchamp l’aveva rubata a una pazza eccentrica. Ma soprattutto, che bisogna imparare a tornare a guardare l’arte con gli occhi e con il cuore, scoprire il bello dove non sei abituato a pensare che ci sia.

 

Lorenzo Bernardi, Allenatore di pallavolo – Trento. “Miglior giocatore di pallavolo del XX secolo” con 306 presenze in maglia azzurra, con una splendida carriera, in corso, come allenatore. Un Outsider con il “cambiamento” nel DNA. Bernardi trasmetterà attraverso la sua storia il concetto di come la vita sia un grande contenitore di opportunità, che spesso non prendiamo in considerazione ma che molte volte ci possono cambiare la vita in meglio.

 

Cinzia Pennesi, Direttrice d’orchestra – Tolentino (MC)

La sua keyword è l’ascolto senza vincoli e pregiudizi, quel modo di ascoltare anche con il cuore, con i gesti, quel modo di incontrarsi che ha imparato attraverso la musica e che fa vivere la musica stessa. I suoi traguardi professionali sono sempre un punto di partenza, una nuova narrazione da trasferire nel quotidiano in ambiti anche apparentemente lontani. Per lei sono veri e propri modelli da cui prendere esempio, poiché veicolano importanti valori utili alla costruzione di un mondo armonico.

 

Vittorio Martinelli, Mental Manager – Bologna. AD Italia del colosso giapponese Olympus, la sua passione per la crescita personale lo ha portato ad una tale consapevolezza da essere un mentore nel mondo del lavoro. Secondo lui la realizzazione passa per la ricerca della propria strada, questo percorso non può essere scritto a priori, è una sfida quotidiana a reiventarsi senza scivolare nella pigrizia dei nostri freni mentali.

 

Luca La Mesa, Social Media Philanthropist – Roma

Al di là della sua specialità professionale, ama attingere da esperienze diverse per cercare nuovi stimoli e intercettare nuovi trend o possibili interessi. Sul palco parlerà di talento e su come scoprire il proprio. Una serie di consigli e casi concreti per ispirare e far riflettere su quale sia il nostro vero talento e come poterlo mettere a disposizione per creare vera innovazione.

Cosa è TEDxBologna

E’ l’evento che permette di presentare e “Diffondere Idee di Valore” attraverso micro

conferenze di massimo 18 minuti, tenute da pensatori, inventori, autori di idee per il futuro, uomini e donne d’azione in un perfetto connubio fra performance e stile, fra passione e tecnologia, fra innovazione e tradizione. La missione è quella di creare da un lato una comunità di pensatori creativi e innovativi che possano offrire ispirazione alla comunità di Bologna e all’Italia, dall’altro una libera conoscenza fruibile a tutti. Dal 2011 si svolge almeno un evento TEDxBologna all’anno, dedicato sempre ad un tema attuale.

 

Sostenitori

BexB, Emil Banca, Guermandi Group, Eurovideo,  Asterix, Camst, Mapendo, Green Data Center (Exe.it)

Patrocini

Comune di Bologna, Fondazione Aldini Valeriani e ART-ER (Attrattività, ricerca, territorio Emilia Romagna), Federmanager, AIDP, Istituto Italiano di Imprenditorialità, ManagerItalia.