Aria di ripresa a Cibus

In mostra alle Fiere di Parma il meglio del food e l’orgoglio del made in Italy

Origo Global Forum a Parma con il Commissario Europeo Hogan

Intensa la seconda giornata di Cibus a Parma dove parallelamente al grande evento fieristico si è svolto in mattinata a Palazzo Soragna il Forum internazionale Origo dedicato alle produzioni di qualità Dop ed Igp. Produzioni come modelli di sviluppo sostenibile per il pianeta e protagonisti di un felice rapporto fra tradizione e innovazione. E’ su questi temi che si è svolto il Forum. I testimoni internazionali hanno rafforzato questa visione e indicato un sempre maggiore riferimento delle politiche pubbliche alle produzioni di qualità certificata. Indicazione geografica come certificazione della reputazione di un territorio: sociale, ambientale, economica dove l’alleanza di Reti e Consorzi può avere un grande ruolo.

“È stato un Forum di altissima qualità grazie – dice l’assessore regionale all’agricoltura dell’Emilia-Romagna, Simona Caselli- grazie all’importanza e alla preparazione degli speaker; una grande soddisfazione per me e per lo staff della Regione e di Origo che hanno reso possibile l’evento. Si sono complimentati i partecipanti e la Commissione. Abbiamo fatto una cosa bella è giusta insieme a tutt’Europa: ora Origo è un punto di riferimento Europeo riconosciuto ai più alti livelli”

L’assessore Caselli ha poi accompagnato il Commissario UE Phil Hogan tra gli stand, per fargli apprezzare la forza di Cibus, la grande fiera dell’alimentare di qualità, assieme al presidente delle Fiere di Parma Gian Domenico Auricchio e alla dirigente Marcella Pedroni  da Filiera Italia, Barilla, Mutti, Regione Emilia-Romagna, Coldiretti, Confagricoltura, Auricchio, Granarolo, il Consorzio del Parmigiano Reggiano, il Consorzio Grana Padano.

In chiusura di giornata, l’iniziativa promozionale della Piadina Romagnola Igp.

Il Commissario Phil Hogan ha visitato anche la collettiva delle imprese regionali organizzata da Unioncamere Emilia-Romagna in collaborazione con la Regione nell’ambito del programma di attività di promozione del comparto agroalimentare Deliziando, e, per la prima volta, anche in sinergia con la programmazione di Enterprise Europe Network.  La partecipazione collettiva si integra con la partecipazione di Enoteca Regionale e imprese vitivinicole regionali.

A “CIBUS” 2018 sono attivi spazi “food court dei territori” dove, con una modalità show-cooking, le aziende della collettiva possono accogliere i propri clienti e far loro degustare, a rotazione e secondo un calendario condiviso, i propri prodotti attraverso preparazioni/cotture e con l’ausilio di uno chef e di personale di sala.

La  Regione Emilia-Romagna al lavoro con l’Europa

“No ai tagli a quelli per l’agricoltura”. Gli assessori Simona Caselli  e Patrizio Bianchi hanno incontrato il commissario Ue all’Agricoltura, Phil Hogan a pochi giorni dalla proposta del bilancio Ue 2021-2027 che prevede un taglio dei 5% ai fondi della Pac e alle politiche di coesione. “Ascoltare i territori, soprattutto quelli virtuosi come l’Emilia-Romagna” è stato l’appello.

Regione Emilia-Romagna e Cina

Primo impegno di lavoro a Cibus con la delegazione di JD, uno dei giganti cinesi dell’e-commerce, con cui abbiamo avviato una collaborazione in occasione della missione istituzionale in Cina del novembre scorso. “Come da accordi presi a suo tempo con il loro vice presidente Ma, abbiamo consegnato una prima lista di aziende selezionate grazie ad una pubblica manifestazione d’interesse, già autorizzate all’esportazione in Cina e che producono le nostre Dop ed Igp, che garantiscono disciplinari rigorosi ed un forte sistema di controlli oltre a rappresentare la nostra migliore cultura enogastronomica. In collaborazione con ICE Italia abbiamo accompagnato la delegazione nella visita a Cibus”.

“L’Emilia-Romagna – conclude l’assessore Caselli -è un posto incredibile dove capacità, passione ed impegno di tante persone rendono possibili giornate indimenticabili”