Molino Naldoni: il biologico made in Romagna 

gruppo Molino Naldoni


Farinaria, marchio dedicato da Molino Naldoni a farine di provenienza nazionale e locale in una struttura esclusivamente vocata a questa produzione

di Matteo Barboni

Il biologico al 100% non solo può esistere, ma ha sede in Romagna. Questa la gustosa novità presentata nel corso di un convegno organizzato all’ultima edizione di Sigep a Rimini. L’incontro ha offerto l’opportunità di riunire tutti i rappresentanti di filiera nel settore grani e farine. Occasione ideale quindi per Molino Naldoni, eccellenza produttiva nazionale che ha scelto di presentare il brand Farinaria, linea 100% bio realizzata in un mulino esclusivamente dedicato, ottenuta da grani nazionali e a km 0, fugando il rischio di cross contaminazione e certificando questa filiera biologica che rappresenta un unicum nel panorama nazionale.

Il nuovo brand Farinaria di Molino Naldoni

Se il mercato mondiale guarda al made in Italy come garanzia di qualità e sicurezza alimentare, occorre un impegno di tutti nel conseguimento di un risultato garantito, come ha dimostrato Molino Naldoni con Farinaria.

Molino Naldoni: eccellenze qualitative a filiera

La richiesta di prodotti biologici è in crescita e rispetto all’uso di chimica e formule intensive di sfruttamento del suolo, una gestione innovativa e tecnologica può ovviare alle necessità della filiera. Molino Naldoni ha voluto testimoniare come si possano avere eccellenze qualitative a prezzi sostenibili anche per i produttori. Indubbiamente si tratta di scelte impegnative, ma il risultato finale è certamente una garanzia, non solo in termini di qualità, ma anche di buone pratiche di filiera a tutela dell’ambiente e del consumatore.

A confermarlo è lo stesso Alberto Naldoni, titolare del Molino Naldoni, che ha permesso di conoscere una realtà plurisecolare in grado di compiere scelte importanti che oggi sono la riprova di una responsabilità aziendale ampiamente riconosciuta dal pubblico.

Alberto Naldoni: il perchè di una scelta

Abbiamo deciso di dedicare una parte della nostra produzione al biologico nel momento in cui siamo stati certi di garantire il risultato e certificarlo. In vista dell’apertura del nuovo stabilimento di Faenza in grado di macinare 280 tonnellate di grano tenero al giorno – spiega Alberto Naldoni – abbiamo deciso di convertire il nostro attuale molino di Marzeno, frazione di Brisighella a una produzione 100% biologica, certificata, realizzata da grani nazionali, di cui un 30% romagnoli. Non volevamo cross contaminazione, ma assicurare un impianto dedicato solo a questa filiera. Per noi la qualità è anche questo, non solo la bontà, ma anche la sicurezza e la garanzia di offrire un prodotto di alto livello anche dal punto di vista della filiera che lo ha portato dalle coltivazioni alle mani di chi lo lavorerà e gusterà”.

Molino Naldoni: Farinaria punto di arrivo di lunga storia

Stabilimento Naldoni di Marzeno

Il nuovo marchio Farinaria rappresenterà la nuova linea, caratterizzata da questo modello produttivo unico nel suo genere, nato e voluto da una famiglia con alle spalle oltre tre secoli di amore per la terra e i suoi frutti. Molino Naldoni, infatti, inizia la sua storia a Brisighella già nel 1705 per stabilirsi nel 1954 nella frazione di Marzeno dello stesso Comune collinare dove il molino ospita l’attuale impianto all’avanguardia di molitura dell’azienda. Nel nuovissimo stabilimento di Faenza, inaugurato nel maggio del 2017, entrerà in funzione l’innovativo impianto molitorio, dotato delle tecnologie più all’avanguardia. Punto di riferimento per le industrie e professionisti, testimonia la qualità e la sicurezza alimentare dei prodotti forniti secondo le norme UNI EN ISO 9001, UNI EN ISO 22000, la UNI EN ISO 22005 sistema di Rintracciabilità di Filiera, Certificazione biologica, Certificazione Kosher e la BRC, a comprovare l’attenzione alle diverse esigenze di un pubblico internazionale, sempre nel rispetto del territorio e delle materie prime che offre.

image_pdf