QUI le idee diventano realtà

logo qui i sogni realtà

Il concorso spot video Qui le idee diventano realtà, rivolto ai beneficiari di contributi Por Fesr – FSE 2014-2020 che, grazie ai Fondi europei, stanno realizzando in Emilia-Romagna progetti mirati alla crescita economica e all’attrattività del territorio

Imprese, startup, enti locali, professionisti, centri di ricerca possono dare visibilità ai progetti avviati con i Fondi europei – Por Fesr 2014-2020 partecipando al concorso spot video QUI le idee diventano realtà. Per candidarsi basta registrarsi online e inviare entro il 13 maggio 2019 uno spot video di massimo 90 secondi.

Qui i sogni diventano realtà: categorie ammesse e progetti

Nel filmato bisogna far emergere come, grazie ai Fondi europei, da un’intuizione sono nati nuovi prodotti, servizi, innovazioni con ricadute positive per il territorio e la comunità.

Il progetto raccontato nel video deve essere stato avviato entro il 31 dicembre 2018 e può essere candidato in una delle otto categorie del concorso, corrispondenti agli ambiti settoriali S3: agroalimentare, meccatronica e motoristica, edilizia e costruzioni, energia e sviluppo sostenibile, industrie della salute e del benessere, industrie culturali e creative, innovazione nei servizi, big data.

Leggi come partecipare al concorso QUI le idee diventano realtà

Si tratta della seconda edizione del concorso spot video lanciato nel 2018 con lo slogan Io investo QUI, che viene riproposta con una prospettiva corale, mantenendo saldo il riferimento alla nostra regione, con lo stesso stile narrativo del racconto: QUI le idee diventano realtà. Nell’edizione 2019 il concorso è aperto anche ai beneficiari di finanziamenti europei Por Fse 2014-2020, per comunicare in modo integrato il contributo dei Fondi europei nel nostro territorio, in linea con la campagna europea Euinmyregion.

Il concorso è anche un’opportunità con cui la Regione Emilia-Romagna supporta i beneficiari nel rispetto delle responsabilità di comunicazione rispetto al finanziamento ricevuto e nella più ampia promozione dei progetti. 

Come partecipare

È necessario registrarsi online al concorso e realizzare uno spot video di massimo 90 secondi in cui raccontare il proprio progetto. Un video che possa comunicare ai cittadini come in concreto sono utilizzati i Fondi europei, mettendo in evidenza i risultati per il territorio e la comunità. Ogni beneficiario potrà presentare un numero massimo di 2 spot video.

Gli spot video devono essere inviati alla Regione entro il 13 maggio 2019 all’indirizzo e-mail infoporfesr@regione.emilia-romagna.it, utilizzando servizi disponibili gratuitamente su web per l’invio di file di grandi dimensioni. A seguire, saranno rilanciati sul canale Youtube dedicato al concorso e valutati da una commissione.

Qui le idee diventano realtà: finale a R2B

La premiazione del concorso QUI le idee diventano realtà è in programma il 6 e 7 giugno 2019 a Bologna in occasione del 14° Salone Internazionale  della ricerca industriale e delle competenze per l’innovazione R2B Research to Business. Gli spot video premiati saranno trasmessi negli spazi regionali in fiera. Dopo il termine del concorso, fino al 31 dicembre 2019 saranno messi in evidenza sui canali social e web della Regione gli spot video dei partecipanti che avranno ricevuto il maggior numero di “like” e visualizzazioni sul canale Youtube Fesremiliaromagna.

Per informazioni sul concorso

Le richieste di informazioni vanno inviate scrivendo a infoporfesr@regione.emilia-romagna.it oppure chiamando lo Sportello imprese dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 13.00, tel. 848.800.258 (chiamata a costo tariffa urbana, secondo il proprio piano tariffario).

Spot video: nel 2018 andò così

Furono undici gli spot video selezionati  su oltre 90 pervenuti – con quattro ex equo – relativi a sette  settori  produttivi: agroalimentare, edilizia e costruzioni, energia e sviluppo sostenibile, meccatronica e motoristica, salute e benessere, industrie culturali e creative.  Il dettaglio dell’edizione 2018 è raccontato nell’articolo pubblicato su Econerre.it